José Enrique Cima

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
José Enrique Cima Prado
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1982
Carriera
Squadre di club
1976Novostil-Transmallorca
1977-1978KAS
1979Transmallorca-Flavia-Gios
1980Henninger-Aquila Rossa
1981-1982Teka
Nazionale
1977Spagna Spagna
Carriera da allenatore
?-?CLAS
 

José Enrique Cima Prado (Lugones, 16 giugno 1952) è un ex ciclista su strada, dirigente sportivo e giornalista spagnolo.

Professionista dal 1976 al 1982 vinse due tappe alla Vuelta a España 1978.

Nel 1977 indossò la maglia della nazionale spagnola ai Campionati del mondo di ciclismo su strada svolti a San Cristóbal.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Aveva doti da cronoman che lo rendevano competitivo soprattutto nelle brevi corse a tappe nelle quali raccolse numerosi successi parziali e piazzamenti in classifica generale.

Passò professionista nel 1976 dove si fece notare vincendo la Klasika Primavera e tappe alla Volta Ciclista a Catalunya ed alla Vuelta al País Vasco.

Venne quindi tesserato con la KASN, importante formazione iberica dell'epoca con la quale vivrà le due stagioni migliori della sua carriera; nel 1977 vinse sei gare e fu secondo alla Prueba Villafranca de Ordizia, alla Klasika Primavera, nella classifica generale della Vuelta a Cantabria e dell'Escalada a Montjuïc, mentre nel 1978, la sua stagione migliore, vinse due tappe alla Vuelta a España, la classifica generale della Setmana Catalana de Ciclisme e frazioni in altre importanti corse a tappe spagnole, oltre a salire sul podio di varie gare fra cui la Vuelta al País Vasco e la Volta a Asturies.

Dopo il biennio 1977-1978, ebbe un rapido declino e un ultimo risultato importante nel 1981 con il terzo posto alla Vuelta Burgos prima del ritiro avvenuto nel 1982.

In seguito è stato direttore sportivo della squadra ciclistica CLAS e poi giornalista del quotidiano asturiano La Nueva España; nel 1999 ha pubblicato il libro Angliru, la nueva cumbre del ciclismo.

Palmares[modifica | modifica wikitesto]

  • 1975 (Dilettanti, due vittorie)
Classifica generale Cinturó de l'Empordà
3ª tappa Volta da Ascensión
  • 1976 (Novostil-Transmallorca, cinque vittorie)
Klasika Primavera
Grande Premio Nuestra Señora de Oro
5ª tappa Volta Ciclista a Catalunya (Manresa > Playa de Alo)
6ª tappa Volta Ciclista a Catalunya (Palya de Alo > Turó de l'Home)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Irun > Alto San Marcial, cronometro)
  • 1977 (KAS, sei vittorie)
Bizkaia Sari Nagusia - Gran Premio de Vizcaya
Prologo Tour de Romandie (Fribourg > Fribourg, cronometro)
Prologo Vuelta a Levante (Cullera > Cullera, cronometro)
2ª tappa Volta Ciclista a Catalunya (Montgay > Coll de la Botella/Andorra)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Durango > Goiura, cronometro)
3ª tappa Vuelta a Cantabria (Peña Cabarga > Peña Cabarga, cronoscalata)
  • 1978 (KAS, sette vittorie)
Vuelta Vinaroz
4ª tappa, 2ª semitappa Setmana Catalana de Ciclisme (Barcellona > Montjuich, cronometro)
Classifica generale Setmana Catalana de Ciclisme
2ª tappa Vuelta a España (Gjion > Cangas de Onís)
17ª tappa Vuelta a España (Ampuero > Bilbao)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (cronoscalata Alto de Uncella, cronometro)
3ª tappa Vuelta a Asturias (Llanes > Oviedo)
  • 1981 (Teka, una vittoria)
Grande Premio Caboalles de Abajo

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1976 (Novostil-Transmallorca, una vittoria)
Classifica scalatori Volta Ciclista a Catalunya
  • 1977 (KAS, una vittoria)
Classifica combinata Vuelta a Cantabria
  • 1978 (KAS, sue vittorie)
Villarua Petin (criterium)
Alcalá de Chivert (criterium)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1977: 32º
1978: ritirato (alla ?ª tappa)
1975: 21º
1976: 19º
1978: 17º
1979: ritirato (alla ?ª tappa)
1980: 22º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1977: 39º
1982: 38º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

San Cristóbal 1977 - In linea: ?

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]