John Stainer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
John Stainer

Sir John Stainer (Londra, 6 giugno 1840Verona, 31 marzo 1901) è stato un compositore, musicista e insegnante inglese, noto soprattutto come organista e per aver fissato gli standard della musica della Chiesa anglicana che sono ancora oggi influenti[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magdalen College Chapel
Gruppo di musicisti, con John Stainer, che eseguirono la Toy Symphony di Haydn alla St. James Hall nel 1880
Caricatura pubblicata su Vanity Fair il 29 agosto 1891

John Stainer era l'ottavo di nove figli nati da William Stainer e da sua moglie Ann Collier.

Suo padre era un ebanista, un archivista, un cancelliere, e anche un musicista di pianoforte, violino e flauto. Costruì un piccolo organo da camera a casa su cui il giovane Stainer era solito accompagnarlo quando suonava il violino. Anche sua sorella Ann era musicista organista regolare del Magdalen Hospital a Streatham

Dall'età di nove anni cantò nel coro della Cattedrale di San Paolo.

Nel 1855 gli fu offerto un contratto di sei mesi come organista al Saint Benet.

All'età di sedici anni, ottenne l'incarico di organista nel rifondato Saint Michael College.

Nel 1860 diventò organista al Magdalen College di Oxford, inizialmente per un periodo di sei mesi, con un salario di centoventi sterline; contemporaneamente studiò alla facoltà ottenendo il Bachelor of Arts nel 1864 e due anni dopo il Magister artium. In quegli anni Stainer compose inni religiosi anglicani, tra i quali Love divine, all loves excelling, suonato e cantato ancora oggi.[3]

Nel 1872 fu nominato organista della Cattedrale di San Paolo, dove introdusse nuovi inni, fu istituita una scuola corale e il numero dei coristi aumentò da dodici a trentacinque.

Successivamente Stainer diventò un membro onorario della Royal Academy of Music (1877) e un esaminatore per il dottorato in musica presso le università di Cambridge e Londra, inoltre accettò l'incarico di direttore musicale della Madrigal Society of London. Fu particolarmente onorato per l'invito come giurato all'Esposizione universale di Parigi del 1878 e per la nomina di Cavaliere della Legion d'onore l'anno seguente.[4]

Nel 1889 diventò insegnante di musica all'Università di Oxford. In quel periodo condusse importanti, quanto innovativi, studi riguardanti la musica europea medioevale, per i quali ricevette riconoscimenti da parte della regina Vittoria.

In tarda età, lui e sua moglie ogni anno viaggiavano e soggiornavano in Riviera ligure, a Firenze, e fu in una vacanza a Verona, che la domenica delle palme, il 31 marzo 1901, Stainer si sentì male e si ritirò nella sua stanza. Più tardi, in quel pomeriggio morì di infarto. Aveva sessant'anni. Il suo corpo fu riportato in Inghilterra, e il suo funerale fu celebrato il 6 aprile a Saint Cross Church, a Oxford, con la presenza di un gran numero di amici e colleghi.

Stainer fu un importante professore di organo e di armonia in numerosi istituti, scuole, università, tra le quali si può annoverare il R.C.M. di Londra.[5]

Compose soprattutto oratori, cantate e musica sacra: si ricordano l'oratorio The Crucifixion (1887), The Sevenfold Amen e numerosi inni, tra i quali Cross of Jesus.

Ancora oggi alcuni suoi brani religiosi vengono eseguiti nell'ambito delle celebrazioni della chiesa anglicana, tra i quali spiccano alcuni canti natalizi.[5]

Assieme ai due figli, pubblicò una antologia compositva estratta dal Cod.Canon. 213 intitolata Dufay and his Contemporaries (1898).[5]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Anthems[modifica | modifica wikitesto]

Inni[modifica | modifica wikitesto]

Oratori[modifica | modifica wikitesto]

Libri con canti e inni[modifica | modifica wikitesto]

Musica per organo[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sir John Stainer (nel sito dell'Encyclopædia Britannica), su britannica.com. URL consultato il 14 maggio 2018.
  2. ^ (EN) John Stainer, su tracklib.com. URL consultato il 14 maggio 2018.
  3. ^ Jeremy Dibble, John Stainer: A life in music, Woodbridge, Boydell & Brewer, 2007, p. 73.
  4. ^ Jeremy Dibble, John Stainer: A life in music, Woodbridge, Boydell & Brewer, 2007, pp. 199-201.
  5. ^ a b c Andrea Della Corte e Guido M. Gatti, Dizionario di musica, Torino, Paravia, 1956, p. 603.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) John Skelton Bumpus, The Organists and Composers of St Paul's Cathedral, Bowen, Hudson &. Co., 1891.
  • (EN) Peter Charlton, John Stainer and the musical life of Victorian Britain, Newton Abbot, David & Charles, 1984.
  • (EN) Jeremy Dibble, ohn Stainer: A life in music, Woodbridge, Boydell & Brewer, 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51878988 · ISNI (EN0000 0001 1642 0649 · LCCN (ENn82052302 · GND (DE117205923 · BNF (FRcb148278263 (data) · NLA (EN35519246 · BAV ADV10097994
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie