John Profumo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Profumo

Segretario di Stato per la Guerra
Durata mandato 27 luglio 1960 –
5 giugno 1963
Capo di Stato Elisabetta II
Capo del governo Harold Macmillan
Predecessore Christopher Soames
Successore Joseph Godber

Parlamentare del Regno Unito
Durata mandato 6 marzo 1940 –
5 luglio 1945
Predecessore John Eastwood
Successore Dick Mitchison
Collegio Kettering

Durata mandato 23 febbraio 1950 –
6 giugno 1963
Predecessore Nuovo collegio
Successore Angus Maude
Collegio Stratford-on-Avon

Dati generali
Partito politico Conservatore
Università Brasenose College

Il Barone John Dennis Profumo, noto anche come Jack Profumo (Londra, 28 febbraio 1915Londra, 10 aprile 2006), è stato un politico britannico, ministro conservatore, la cui relazione con la spogliarellista Christine Keeler fu causa di uno scandalo, lo Scandalo Profumo, che screditò il governo britannico nel 1963 portandolo alla caduta nel 1964. Era sposato con l'attrice Valerie Hobson.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Albert Profumo, un avvocato di origini italiane che portava il titolo di IV barone Profumo, nobile famiglia residente nel Regno di Sardegna, attestata come originaria di Londra:

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Armoriale delle famiglie italiane (Pit-Puz).

Fu educato alla scuola di Harrow e al Magdalen College di Oxford, ed entrò nel parlamento nel 1940 per il collegio di Kettering. All'epoca del suo ingresso era il più giovane membro del parlamento ed era l'ultimo sopravvissuto dei 41 membri del partito conservatore che votarono contro il proprio governo dopo il dibattito su Narvik del 7/8 maggio 1940, che ebbe come risultato le dimissioni del primo ministro Neville Chamberlain, cui sarebbe succeduto Winston Churchill. Profumo prestò servizio in Nord Africa durante la seconda guerra mondiale, raggiungendo il grado di Brigadiere e venendo nominato ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico nel 1944.

Nel 1960 Profumo venne nominato Segretario di Stato per la Guerra (un incarico oggi obsoleto) nel governo di Harold Macmillan. Il 22 marzo 1963 si dimise a causa di uno scandalo politico noto come Scandalo Profumo, che ebbe origine da una breve relazione che il politico ebbe con una showgirl, Christine Keeler, che era sentimentalmente coinvolta anche con un funzionario dell'ambasciata sovietica.

Ritiratosi dalla vita pubblica, si impegnò nella beneficenza con la Toynbee Hall, della quale divenne presidente nel 1982. Anche se ormai pensionato, rimase presidente della Toynbee Hall fino alla morte, e fu coinvolto in diverse altre opere benefiche, tra cui la Attlee Foundation, di cui fu cofondatore nel 1967 assieme a Lord Longford e Roy Jenkins. Profumo venne nominato Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico nel 1975. Suo figlio è il giornalista e scrittore, David Profumo.

Nel novembre 2005 Profumo fece una delle sue rare apparizioni in pubblico in occasione delle celebrazioni per l'ottantesimo compleanno dell'ex-primo ministro Margaret Thatcher, anche se non rilasciò dichiarazioni. Un mese dopo apparve nuovamente in pubblico per una funzione in memoria di un altro ex-primo ministro, Edward Heath.

Profumo morì nel sonno il 10 aprile 2006, all'età di 91 anni.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN54943740 · ISNI: (EN0000 0000 5938 138X · LCCN: (ENn87898012 · GND: (DE118741977 · BNF: (FRcb120985505 (data)