Jesus Children of America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jesus Children of America
Jesus Children of America (2005).png
Blanca interpretata da Hannah Hodson
Titolo originale Jesus Children of America
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2005
Durata 18 min
Genere drammatico
Regia Spike Lee
Soggetto Spike Lee, Joie Lee, Cinqué Lee
Sceneggiatura Spike Lee, Joie Lee, Cinqué Lee
Produttore Spike Lee, Mike Ellis
Casa di produzione 40 Acres & a Mule Filmworks
Fotografia Cliff Charles
Musiche Terence Blanchard
Interpreti e personaggi

Jesus Children of America è un cortometraggio del 2005 diretto da Spike Lee.

È uno degli episodi del film collettivo All the Invisible Children, diretto da vari registi nel 2005, realizzato per conto dell'Unicef.

Il cortometraggio è stato scritto dalla sorella e dal fratello di Spike Lee, Joie e Cinqué. Le riprese sono durate quattro giorni, alla Brooklyn Tech School.

Il titolo è un omaggio a una canzone di Stevie Wonder.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una madre tossicodipendente (Rosie Perez) lotta per la figlia, anch'essa sieropotitiva dalla nascita. Tra sensi di colpa la madre cerca di salvarla, mentre la ragazza cerca di inserirsi in una società ancora a disagio con le persone ammalate di AIDS.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Variety ha scritto: «Lee descrive realisticamente l'ambiente suburbano, e Rosie Perez è struggente nel ruolo di imperfetta madre premurosa».[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Spike Lee, Kaleem Aftab. Questa è la mia storia e non ne cambio una virgola. Milano, Kowalski editore, 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema