Jeju dog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cane Jeju
Nome originale Cheju Dog, Chaeju e JejuGae
Tipo spitz
Origine Corea del Sud Corea del Sud
Altezza al garrese Maschio 49–55 cm
Femmina cm
Peso ideale Maschio 12-16 kg
Femmina kg
Razze canine

Il cane Jeju o cane Cheju (Hangul: 제주 개; Hanja: 濟 州 犬), o anche Cheju Dog, Chaeju e JejuGae, è una razza molto antica e si ritiene che sia stata introdotta nell'isola di Cheju nello stretto coreano circa 5.000 anni fa dai cinesi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Questa razza è stata salvata dall'orlo dell'estinzione nel 1986, quando solo tre esemplari si trovano su tutta l'Isola di Jeju in Corea del Sud.[1] Da allora, un'aggressiva campagna di allevamento ha prodotto una popolazione attuale di circa 300 esemplari. Tuttavia, si stima che la popolazione di cani Jeju "di razza pura'' sia solo di circa 69 al settembre 2010.

Nel 2010, la Corea ha designato il cane Jeju come animale patrimonio nazionale, cosa che consentirà la successiva protezione nazionale. Prima di questo, non rimanevano abbastanza animali per consentire tale distinzione.[2]

Le iniziative di protezione includono un'asta indetta nel 2017 dall'Istituto di bestiame di Jeju per tuti coloro che sono interessati ad adottare uno dei 20 cuccioli. Secondo l'istituto, l'obiettivo era quello di continuare ad allevare e preservare il cane Jeju dopo essere stato criticato per la vendita dei cuccioli.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Cheju Dog, la più grande razza di cani coreana, è simile ai cani Jindo in termini di colore e taglia, ma il Cheju Dog ha la coda appuntita che lo differenzia. Sono veloci, leali e sono compagni di caccia ideali quando cacciano fagiani, cervi e tassi.[1]

I cani Jeju hanno la fronte ampia e appuntita. In molti modi, le femmine sembrano volpi in termini di lunghezza e larghezza, mentre i maschi sembrano quasi identici ai lupi. Hanno il mantello solamente castano fulvo.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b National Purebred Dog Day®, The Jeju Dog, su National Purebred Dog Day®, 30 settembre 2016. URL consultato il 19 novembre 2020.
  2. ^ (EN) The Jeju Dog, in National Purebred Dog Day®, 30 settembre 2016. URL consultato il 6 agosto 2018.
  3. ^ (EN) koreabizwire.com, http://koreabizwire.com/bidders-on-jeju-island-flock-to-adopt-jeju-dogs/88311. URL consultato il 6 agosto 2018.
  4. ^ Global news portal, press release distributor, global publicity, PR portal, Korean business, Korean policy, global influencer, social influencer, social viral, news viral, su Be Korea-savvy. URL consultato il 19 novembre 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]