Jef Scherens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jef Scherens
Jef Scherens.JPG
Nazionalità Belgio Belgio
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Pista
Ritirato 1951
Carriera
Squadre di club
1929-1951Individuale
Nazionale
1931-1947 Belgio Belgio
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Bronzo Copenaghen 1931 Velocità
Oro Roma 1932 Velocità
Oro Parigi 1933 Velocità
Oro Lipsia 1934 Velocità
Oro Bruxelles 1935 Velocità
Oro Zurigo 1936 Velocità
Oro Copenaghen 1937 Velocità
Argento Amsterdam 1938 Velocità
Oro Parigi 1947 Velocità
 

Joseph Scherens, detto Jef (Werchter, 17 febbraio 1909Lovanio, 6 agosto 1986), è stato un pistard belga.

Professionista dal 1929 al 1951, è considerato uno dei più forti sprinter di sempre, venne soprannominato Poeske, piccolo gatto, per lo scatto "felino" che contraddistingueva gli ultimi metri delle sue volate.[1] Fu sette volte campione del mondo nella velocità: tale record venne eguagliato nel 1964 da Antonio Maspes e superato poi con 10 titoli consecutivi nel 1986 da Koichi Nakano[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passò professionista il 13 ottobre 1929.[2] Dopo il terzo posto del 1931, nel 1932 a Roma conquistò il primo dei suoi sette titoli mondiali imponendosi sul francese Lucine Michard che batté anche l'anno successivo a Parigi. Fu re indiscusso della velocità, conquistando altri 4 titoli consecutivi (per un totale di sei) fino al 1938, quando ad Amsterdam fu battuto da Arie van Vliet. Nello stesso anno divenne il primo belga a conquistare il Gran Premio di Parigi, fra le più prestigiose competizioni a livello di ciclismo su pista al tempo.[1]

Nel 1939 si qualificò per la finale ancora contro l'olandese van Vliet, ma la competizione fu sospesa per lo scoppio della Seconda guerra mondiale:[2] e proprio il conflitto mondiale interruppe la carriera di Scherens nel pieno delle potenzialità, quando aveva 30 anni.[1] Nel 1947, all'età di 38 anni, seppe però nuovamente imporsi per una settima e ultima volta, sulla pista di Parigi, a quindici anni di distanza dalla prima vittoria iridata.[1] Si ritirò il 21 gennaio 1951, a quasi 42 anni.[2]

Fra le sue oltre 200[senza fonte] vittorie rientrano anche 23 titoli nazionali, di cui addirittura quindici nella velocità.[1][2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Campionati belgi, Velocità dilettanti
  • 1931 (nove vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati belgi invernali, Velocità
Gran Premio di Angers
Grand Prix de la République
Gran Premio di Cholet
Grand Prix de l'Armistice
Grand Prix de l'Exposition Coloniale
Gran Premio di Roanne
Gran Premio invernale di Bruxelles
  • 1932 (tredici vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati belgi invernali, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Amsterdam
Gran Premio di Anversa
Gran Premio di Berlino
Grand Prix de la République
Gran Premio di Bruxelles
Gran Premio di Copenaghen
Grand Prix de l'UCI
Gran Premio di Roanne
Gran Premio di Tours
Grand Prix de la LVB
  • 1933 (dodici vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Algeri
Gran Premio di Angers
Gran Premio di Anversa
Gran Premio d'Europa
Gran Premio di Lovanio
Gran Premio di Parigi
Grand Prix de l'UVF
Grand Prix de la LVB
Grand Prix du Roi
Gran Premio invernale di Parigi
  • 1934 (quattordici vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Agen
Gran Premio di Cholet
Gran Premio di Copenaghen
Gran Premio di Lorient
Gran Premio di Lovanio
Gran Premio di Lione
Grand Prix de l'UVF
Gran Premio di Roanne
Grand Prix de la LVB
Grand Prix du Roi
Gran Premio invernale di Bruxelles
Gran Premio invernale di Parigi
  • 1935 (otto vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Brest
Gran Premio d'Europa
Gran Premio di Lorient
Gran Premio di Milano
Grand Prix de l'UCI
Grand Prix du Roi
  • 1936 (dieci vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Agen
Gran Premio di Brest
Gran Premio di Bruxelles
Gran Premio di Ginevra
Gran Premio di Copenaghen
Gran Premio di Colonia
Gran Premio di Lorient
Gran Premio di Zurigo
  • 1937 (undici vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio di Anversa
Gran Premio di Berlino
Gran Premio di Cholet
Gran Premio di Copenaghen
Gran Premio di Londra
Gran Premio di Milano
Gran Premio di Parigi
Gran Premio di Torino
Grand Prix de la LVB
  • 1938 (cinque vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio di Londra
Gran Premio di Milano
Grand Prix de l'UCI
Gran Premio invernale di Parigi
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio di Copenaghen
  • 1941 (cinque vittorie)
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio di Gand
Roue d'Or
Gran Premio di Eigenbilzen
Gran Premio di Kessel-Lo
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio invernale di Parigi
Gran Premio di Bordeaux
Gran Premio di Gand
Campionati belgi, Velocità
Grand Prix de la LVB
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio di Zurigo
Campionati belgi, Velocità
Gran Premio di Copenaghen
Gran Premio invernale di Bruxelles
Campionati belgi, Velocità
Campionati del mondo, Velocità
Gran Premio invernale di Parigi

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Copenaghen 1931 - Velocità: 3º
Roma 1932 - Velocità: vincitore
Parigi 1933 - Velocità: vincitore
Lipsia 1934 - Velocità: vincitore
Bruxelles 1935 - Velocità: vincitore
Zurigo 1936 - Velocità: vincitore
Copenaghen 1937 - Velocità: vincitore
Amsterdam 1938 - Velocità: 2º
Parigi 1947 - Velocità: vincitore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Storia - Scherens Joseph, www.tuttobiciweb.it. URL consultato il 31 ottobre 2010.
  2. ^ a b c d (FR) Palmarès de Joseph Scherens (Bel), www.memoire-du-cyclisme.net. URL consultato il 22 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN284896737