Italian Baseball League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italian Baseball League
Logo della competizione
Sport Baseball pictogram.svg Baseball
Tipo squadre di club
Federazione FIBS
Paese Italia Italia
San Marino San Marino
Continente Bandiera d'Europa Europa
Titolo Campione d'Italia
Cadenza annuale
Apertura aprile
Chiusura agosto/settembre
Partecipanti 7 squadre
Formula Girone all'italiana, 3 scontri settimanali, le prime quattro classificate della regular season si qualificano per le semifinali al meglio delle 7 partite, finale al meglio delle 7 partite
Sito Internet http://www.fibs.it
Storia
Fondazione 2007
Detentore Arancione e Nero.svg Rimini Baseball
Edizione in corso Italian Baseball League 2017
Scudetto.svg
Trofeo o riconoscimento

L'Italian Baseball League (IBL) è il massimo campionato italiano di baseball. È stata istituita nel 2007 in previsione del raggiungimento del professionismo in Italia, avvenuto nell'anno 2010 grazie al contributo della Major League Baseball. Corrisponde alla ex serie A1 italiana di baseball.

È composta nel 2017 da 8 squadre che nella prima fase sono divise in due gironi da 4 squadre (formati sulla base delle classifica 2016) con partite di sola andata; la seconda fase prevede invece un girone unico a otto squadre con partite di andata e ritorno partendo dai risultati ottenuti nella prima fase. Le prime quattro si qualificano per i play-off scudetto, con semifinali e finali tornate ad essere al meglio delle cinque partite.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La IBL sostituisce definitivamente la ex Serie A1 (categoria attiva dal 1948) in vista dell'attuazione del professionismo e delle franchigie, avvenuto a partire dal campionato Italian Baseball League 2010.

Il primo campionato nel 2007 fu vinto dal Montepaschi Grosseto mentre l'Avigliana Baseball retrocesse in Serie A2. Quello successivo, nel 2008, fu vinto dal San Marino Baseball Club, a retrocedere in Serie A2 fu invece la Redipuglia B.C., nel 2009 vittoria per Fortitudo Baseball Bologna e retrocessione per Reggio Baseball (Reggio Emilia).

Il sistema a franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Come annunciato, nel 2010 la IBL ha effettuato il primo passo verso il professionismo[1] introducendo il cosiddetto sistema a franchigia[2] che non prevede retrocessioni ma l'assegnazione del primo titolo di campione d'Italia di baseball professionistico, la Italian Baseball League 2010. Otto squadre strutturate a franchigia con una squadra in I divisione e l'altra in II divisione. Le due squadre di ogni franchigia potranno scambiarsi i giocatori liberamente durante la stagione[3].

Le otto società della IBL, nello scegliere la società da affiliare alla franchigia, si sono prevalentemente rivolte a squadre di Serie B (solo tre team, Verona, Riccione e Latina nel 2009 avevano militato in A2), pertanto il campionato nazionale dilettantistico di serie A federale, che assegna anch'esso uno scudetto e non prevede quindi promozioni in IBL, ha assunto una maggiore rilevanza, stante che molte squadre della A2 2009 hanno rifiutato l'invito delle otto big per schierarsi ai nastri nella nuova serie A[4].

Franchigie 2017[modifica | modifica wikitesto]

Città Squadra I
Bologna UnipolSai Bologna
Nettuno Nettuno Baseball City
Novara Novara Baseball
Padova Tommasin Padova
Parma Parma Baseball
Rimini Rimini Baseball
San Marino T&A San Marino
Sesto Fiorentino Padule

Le due squadre della franchigia dovranno avere gli stessi colori sociali e disputeranno tre gare (giovedì, venerdì e sabato sera) in I divisione e due gare (sabato pomeriggio e domenica sera) in II divisione, incontrando la stessa franchigia. L'obbligo di schierare atleti del vivaio nazionale è di sei nella I e sette nella II divisione. Pur non potendo, una franchigia, retrocedere in A federale, due piazzamenti consecutivi all'ultimo posto della regular season comportano l'esclusione dalla IBL[5].

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato italiano di baseball.
Edizione Campione d'Italia
1998 Caffè Danesi Nettuno
1999 Semenzato Rimini
2000 Semenzato Rimini
2001 Caffè Danesi Nettuno
2002 Semenzato Rimini
2003 Italeri Bologna
2004 Prink Grosseto
2005 Italeri Bologna
2006 Telemarket Rimini
2007 Montepaschi Grosseto
2008 T&A San Marino
2009 UGF Banca Bologna
2010 Cariparma
2011 T&A San Marino
2012 T&A San Marino
2013 T&A San Marino
2014 UnipolSai Bologna
2015 Rimini
2016 UnipolSai Bologna
2017 Rimini

IBL in TV[modifica | modifica wikitesto]

In Italia il massimo campionato italiano di baseball viene trasmesso gratuitamente dall'emittente Rai Sport 2, tramite l'anticipo del giovedì sera
Un circuito di 27 emittenti televisive locali, inoltre, garantisce la visione del campionato a livello regionale.
È inoltre possibile seguire molte partite del campionato italiano anche via internet, tramite il sito della Federazione Italiana Baseball Softball[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Baseball Portale Baseball: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di baseball