Athletics Bologna Baseball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Athletics Bologna Baseball
Baseball
Segni distintivi
Uniformi di gara

Casa

Trasferta

Colori sociali Verde, Giallo e Bianco
Dati societari
Città Bologna
Nazione Bandiera dell'Italia Italia
Confederazione CEB
Federazione FIBS
Campionato Serie A
Fondazione 1984
Scioglimento 1992
Rifondazione 1993
Presidente Bandiera dell'ItaliaMassimo Meo
Allenatore Bandiera di CubaAntonio Acea Rosell
Sito web athleticsbaseball.it/
Palmarès
Titoli nazionali Serie B (2004)

Schematic_Silver_Medal 2°A Federale (2013)
Under 16 (2009)

Impianto di gioco
Stadio del Baseball Pilastro di Bologna

Gli Athletics Bologna Baseball sono una società italiana di baseball con sede a Bologna, fondata nel 1984 e attualmente militante nel Campionato italiano di Serie A[1] organizzato dalla Federazione Italiana Baseball Softball.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gli Athletics Bologna sono nati nei primi anni Ottanta, su iniziativa di alcuni appassionati di baseball bolognesi. Venne scelto come emblema la scritta A's (bianca a bordo giallo). Le prime formazioni, che disputarono i campionati dal 1984 al 1987 presso il Centro Sportivo Barca di Bologna, comprendevano giocatori che avevano disputato precedentemente la serie A ed indossato anche la casacca della Nazionale (tra questi, Gianni Lercker e Roberto Saletti) insieme a giovani promesse. Questi ultimi, con il passare delle stagioni agonistiche, non hanno mai abbandonato definitivamente il campo perché successivamente hanno svolto anche il ruolo di dirigente. La permanenza al Centro Sportivo Barca produsse però delle problematiche, ragion per cui appena il quartiere San Donato mise a disposizione un terreno per costruire il campo, la società si buttò con impegno in quest'avventura e, nel giro di alcuni anni e grazie al lavoro di tante persone (dirigenti, tecnici, giocatori, genitori, semplici simpatizzanti), venne costruito l'attuale impianto di gioco del Centro Sportivo Pilastro (Bologna). Nel contempo, la dirigenza si mise in luce organizzando subito eventi importanti, come per esempio la prima tournée della nazionale sovietica di baseball nel 1988. La società mise in piedi, in breve tempo, un grosso settore giovanile, raggiungendo anche buoni risultati tecnici. Nel 1992, la prima squadra raggiungeva la serie B, ma di lì a un anno gli Athletics Bologna Baseball dovettero essere rifondati da quello che ancora oggi è il gruppo dirigente. Da allora e fino ad oggi, la società, che collabora strettamente con la sezione baseball della Società di Educazione Fisica Virtus, ha continuato a lavorare nelle scuole del quartiere ed ha ripreso la sua tradizionale attività con i giovani. Nel 1997, la squadra seniores riusciva a calcare nuovamente i diamanti del campionato di serie B, vincendo la Coppa Italia di Categoria nel 2004,[3][4] e partecipando per la prima volta al campionato di Serie A2 (baseball) nel 2011 in cui ha militato fino al 2021 dove invece parteciperà, per la prima volta nella sua storia, al campionato di Serie A. Nel 1997 è iniziata anche l'avventura del baseball indoor, un movimento che gli Athletics hanno portato avanti con decisione e che in pochi anni ha dato grandi riscontri in termini di partecipazione. La testimonianza sull'importanza che la Società ha dedicato al settore giovanile è data dalle numerose squadre messe in campo in ogni stagione sportiva, dalla partecipazione a numerosi tornei di grande prestigio e da diversi giocatori cresciuti nel vivaio gialloverde che hanno ricevuto la convocazione per le nazionali giovanili di categoria[5] oppure per le selezioni regionali Emilia Romagna di categoria, che offrono agli atleti l'opportunità di raggiungere le Little League World Series che si disputano negli Stati Uniti a Williamsport in Pennsylvania, per infine raggiungere il livello di Serie A. Nel 2009 la squadra Under 16 ha ottenuto la vittoria del Campionato Nazionale.[6]

La Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Gli Athletics Bologna Baseball disputano per la prima volta nella loro storia il massimo campionato federale nel 2011. Dopo questa prima esperienza, nel 2012 ottengono il settimo posto finale che consente di disputare il Campionato di Serie A2 (baseball) anche nella stagione 2013, dove conquistano per la prima volta la qualificazione alla fase di PlayOff. Successivamente, superando prima la fase di Concentramento dei Quarti di Finale e poi la Semifinale disputano la Serie di Finale contro il Padova, classificandosi al secondo posto.[7] Nel 2014, 2015, 2018 e nel 2019 si sono qualificati nuovamente per la fase PlayOff. Nel 2021, con l'unificazione di serie A1 e A2 baseball in un unico campionato, che ha visto partecipare 33 squadre tra le ex della massima serie e della ex serie "cadetta", gli Athletics Bologna Baseball affrontano per la prima volta nella loro storia la Serie A (baseball)[8], campionato nel quale militano tuttora.

Organigramma Serie A[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente: Massimo Meo
  • Direttore Sportivo: Marco Martini
  • Dirigenti Accompagnatori: Marco Ballestri, Franco Del Priore
  • Classificatore di Squadra: Franco Del Priore
  • Preparatore Atletico: Michele Venturi
  • Addetto Stampa: Mirco Monda
  • Social Media Manager: Alessandro Montanari

Roster Serie A 2023[modifica | modifica wikitesto]

La formazione degli Athletics Bologna che nel 2023 ha partecipato al Campionato Italiano di Serie A di Baseball
Tecnici
Bandiera di Cuba Antonio Acea Rosell
Bandiera dell'Italia Luca Draghetti - Pitching Coach
Bandiera dell'Italia Sergio Ghedini
Bandiera dell'Italia Alessandro Giannotti - Pitching Coach
Bandiera dell'Italia Mario Monda
Lanciatori
Bandiera dell'Italia Francesco Giorgi
Bandiera del Venezuela Carlos Enrique Misell Martinez
Bandiera di Cuba Frank Montieth
Bandiera dell'Italia Riccardo Nepoti
Bandiera dell'Italia Luca Righini
Ricevitori
Bandiera dell'Italia Bandiera della Rep. Dominicana Baccelli Marco
Bandiera dell'Italia Alex Contri
Bandiera dell'Italia Michael Corradin
Bandiera dell'Italia Manuel Monda
Interni
Bandiera dell'Italia Luca Accorsi (Capitano)
Bandiera dell'Italia Alex Cocchi
Bandiera dell'Italia Fabio Del Priore
Bandiera dell'Italia Mirko Errico
Bandiera dell'Italia Lorenzo Montanari
Bandiera dell'Italia Bandiera del Venezuela Lino Zappone
Esterni
Bandiera dell'Italia Edoardo Casanova
Bandiera dell'Italia Alessandro Carolingi
Bandiera dell'Italia Riccardo Carolingi
Bandiera dell'Italia Mirco Monda
Bandiera dell'Italia Alessandro Montanari
Bandiera dell'Italia Marco Vignali

Cronistoria dall'anno 2000[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dall'anno 2000 degli Athletics Bologna Baseball
La formazione degli Athletics Bologna che ha vinto la Coppa Italia di Serie B nel 2004.
La formazione degli Athletics Bologna che nel 2013 ha conquistato il secondo posto dopo aver raggiunto la Finale della Serie A Federale

I Campi da Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il Pilastro[modifica | modifica wikitesto]

Il campo da baseball del Pilastro (Bologna) è il campo principale degli Athletics Bologna Baseball. Utilizzato da tutte le categorie (ragazzi a parte) per allenamenti e partite, misura 98 metri ai lati e 115 metri al centro. L'impianto è dotato di una gradinata, posizionata dietro il piatto di Casa Base, per poter ospitare circa 200 spettatori a sedere. Omologato per la Serie A, ospita anche le squadre giovanili per allenamenti e partite.

Il Copernico[modifica | modifica wikitesto]

Il campetto da baseball del Copernico è stato completato nel 2009 e ufficialmente inaugurato con il torneo In e Out del 27 Marzo 2011. Usato principalmente dalla categoria ragazzi, può facilmente ospitare anche il Minibaseball. Costruito su misura per le categorie più giovani, provvisto anche di monte di lancio, dugout e pochi posti a sedere, è situato dietro la palestra del Liceo Scientifico Niccolò Copernico di Bologna, al quale deve il nome.

La Winter League[modifica | modifica wikitesto]

Da sempre dirigenti e tecnici di baseball si sono posti il problema di come fare attività d'inverno. In Italia l'esigenza più sentita era rivolta invece verso i bambini: sia perché gli impianti eventualmente disponibili sono molto più piccoli e quindi più adeguati alle dimensioni ridotte dei campi da loro normalmente utilizzati e sia perché era più sentita soprattutto per loro l'esigenza di dare stimoli sul piano del gioco. L'ostacolo maggiore era l'accesso ad impianti adeguati anche per i materiali che normalmente vengono utilizzati nel baseball. Dopo qualche sporadico tentativo fatto nei primi anni '90 in diverse zone del Nord, gli Athletics di Bologna nel 1997/1998 si assunsero l'onere di dare spinta al movimento indoor, organizzando la prima Winter League, o Lega invernale.[10] La soluzione a tutti i problemi fu trovata nel fare un salto di qualità dal punto di vista dell'immagine per creare interesse intorno all'evento, sul presupposto che anche in questo modo i ragazzi potessero trovare maggiore gratificazione e coinvolgimento verso lo sport che praticavano. In pratica venne realizzato un vero e proprio campionato di baseball giovanile a tutti gli effetti, ove, a differenza purtroppo di quanto avviene nei normali campionati federali, venissero curati al meglio gli aspetti organizzativi, adattate le regole ed i materiali utilizzati alla realtà' degli impianti al coperto, con una particolare attenzione alla sicurezza dei piccoli protagonisti, e garantito un adeguato supporto informativo costante e continuo, che sfruttando soprattutto le potenzialità di Internet diede impulso a tutti coloro che hanno sostenuto l'evento in questi 5 anni di attività. Dopo tre anni di attività a livello emiliano, nel 2001 la Winter League ha tentato il grosso salto di qualità, ponendosi come esperienza a livello nazionale. Con 28 squadre partecipanti, 70 partite giocate e 400 ragazzi coinvolti il torneo si è rivelato una delle più grosse iniziative dell'anno a livello giovanile. Le finali nazionali disputatesi a Bologna il 28 febbraio coinvolsero un pubblico notevole (mille spettatori), creando un grande coinvolgimento emotivo in tutti coloro che vi presero parte, a qualsiasi titolo. Nel 2002 l'esperienza viene riproposta, affinata in molte sue parti, sempre con l'obiettivo di espanderla ulteriormente in tutte quelle zone del nord in cui la sua pratica strutturata e non occasionale potrebbe dare un ulteriore spinta alla rinascita del nostro sport in Italia. Nonostante lo stop forzato causa Covid, la Winter League è riuscita ugualmente a ripartire ed a mantenere inalterati i suoi principi e soprattutto il suo coinvolgimento.[11]

Numeri ritirati[modifica | modifica wikitesto]

# 27
Vittorio Depau
2B

[12]

# 35
Dimes Gamberini
Coach
[13]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le nuove strutture dei campionati di baseball e softball, su fibs.it. URL consultato l'8 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2021).
  2. ^ F.I.B.S. Federazione Italiana baseball Softball, su fibs.it.
  3. ^ Notte dei diamanti 2004, tutti i premi, su baseball.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  4. ^ Gli Athletics Bologna conquistano la Coppa Italia di Serie B 2004, su athleticsbaseball.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  5. ^ Samuel Silvestri Campione Europeo Under18 2013, su baseball.it. URL consultato il 18 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2017).
  6. ^ Athletics e Fortitudo premiate allo Sport Galà 2009, su baseball.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  7. ^ Ronald Duarte e il sogno degli Athletics Bologna 2013, su baseball.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  8. ^ Nuova formula per la Serie A Baseball che assegnerà lo Scudetto a fine Agosto, su fibs.it. URL consultato l'8 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2021).
  9. ^ Quarti di Finale Play Off A2 2019, su baseballmania.eu.
  10. ^ Winter League: al via l'edizione del ventennale 2017, su baseball.it. URL consultato il 6 dicembre 2016 (archiviato dall'url originale il 20 dicembre 2016).
  11. ^ Speciale Madeinbo TV Canale 88 sulla Finale Winter League 2023, su youtube.com. URL consultato il 5 marzo 2023.
  12. ^ Cerimonia Ritiro Casacca Numero 27 - Vittorio Depau, su athleticsbaseball.it. URL consultato il 13 dicembre 2016.
  13. ^ Cerimonia Ritiro Casacca Numero 35 -Dimes Gamberini, su athleticsbaseball.it. URL consultato il 27 Giugno 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Baseball: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di baseball