Italia in miniatura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia in miniatura
Italia in miniatura 3.jpg
StatoItalia Italia
LocalitàViserba di Rimini
Inaugurazione4 luglio 1970
TemiParco tematico
ProprietarioCosta Edutainment S.p.a.
Sito web
Parchi di divertimento

Coordinate: 44°05′24.38″N 12°30′50.53″E / 44.090105°N 12.514037°E44.090105; 12.514037

Italia in miniatura è un parco tematico dell'Emilia-Romagna, fondato nel 1970 da Ivo Rambaldi. Ora di proprietà della Costa Edutainment S.p.a. che annovera tra le sue proprietà anche l'Acquafan e l'Oltremare di Riccione. È situato nel comune di Rimini, nella frazione di Viserbella.

L'area centrale del parco ospita oltre 270 riproduzioni in scala di monumenti, chiese, palazzi e piazze italiane e immersa in un paesaggio naturale in scala costituito da cinquemila veri alberi in miniatura.

Attorno al nucleo sono presenti numerose attrazioni meccaniche e tematiche. La superficie complessiva del parco è di 85.000 m².

Il parco, che dalla sua inaugurazione a oggi resta di proprietà della famiglia Rambaldi, totalizza 500 000 ingressi annui. La stagione di apertura al pubblico va dal mese di marzo all'inizio di novembre.

Italia in miniatura è membro International Association of Miniature Parks (IAMP), l'associazione internazionale che riunisce i parchi in miniatura di tutto il mondo.[1]

Storia e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Italia in miniatura (panoramic).jpg
Ingrandisci
Foto panoramica del parco dal lato sud (lato est dell'Italia)

Italia in miniatura fu fondata nel 1970 da Ivo Rambaldi, titolare di un'azienda di impianti termosanitari, ispirato dalla visita di un parco in miniatura compiuta all'estero. Parchi in miniatura erano stati aperti sino dal primo Novecento, ma è dagli anni Trenta che si affermano in Europa, diventando attrazioni turistiche. Tra i primi esempi Bekonscot in Inghilterra e Madurodam in Olanda vicino a L'Aia.

Il primo monumento a vedere la luce fu la basilica di Sant'Apollinare in Classe di Ravenna, in omaggio alla sua città di nascita. I lavori iniziarono alla fine del 1967 e dopo tre anni di lavoro e una spesa di 300 000 000 di Lire italiane, il 4 luglio 1970 Italia in miniatura apriva i battenti al pubblico, esponendo le prime 50 miniature collocate su una superficie complessiva di 20 000 m².

Il successo del parco e il numero crescente dei visitatori rese necessario un ampliamento, dapprima allo scopo di aumentare la superficie visitabile e introdurre nuove attrazioni, successivamente per estendere ulteriormente la tematizzazione del parco non solo alla geografia e all'architettura italiana, ma anche alle fiabe e agli stili di vita degli italiani.

Miniatura del Colosseo

La mostra miniature[modifica | modifica wikitesto]

Italia in miniatura prende il nome dal nucleo originale del parco: una riproduzione della penisola italiana, sulla quale sono installate 253 miniature dei più noti monumenti, palazzi e chiese italiane, meticolosamente riprodotte in scala e rappresentanti tutte le regioni italiane. Le miniature sono circondate da un paesaggio di colline, fiumi, laghi, mari e ferrovie elettriche in scala funzionanti, fra oltre 5000 veri alberi in miniatura, che rispecchiano la distribuzione della flora italiana. A margine dell'Italia in miniatura esiste un'area più piccola dedicata all'Europa in miniatura, nella quale trovano posto venti monumenti in rappresentanza di tredici paesi europei.

Nel 2012, in occasione del centenario dalla morte di Giovanni Pascoli, è stata aggiunta la miniatura n. 273 del parco, rappresentante la casa natale del poeta romagnolo.

Miniatura della Mole Antonelliana e monorotaia

Le attrazioni[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attrazioni presenti nel parco si contano una torre panoramica, una piccola valle preistorica, una monorotaia a trazione elettrica che percorre il perimetro del parco, una simulazione della discesa delle rapide di un fiume, Pinocchio, la riproduzione di una parte della città di Venezia in scala 1:5, un'area realizzata per ospitare spettacoli ed eventi, un padiglione dedicato alla comprensione di scienza e tecnologia, lo Sling Shot, la scuola guida interattiva, la riproduzione della rocca Malatestiana di Rimini in scala 1:3, un'area dedicata ai videogiochi, un'area riservata ai pappagalli e You Mini un'attrazione che permette di ottenere riproduzioni in scala delle persone.

La mascotte del parco si chiama Emme e rappresenta un extraterrestre di color verde atterrato sulla Terra con la missione di studiare l'Italia e raccontarne le meraviglie. Emme è presente anche nelle strisce a fumetti The M-Files prodotte dal parco e disegnate da Alfredo Boschini e sulla comunicazione rivolta ai target più giovani.

Italia in miniatura e il cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il parco dall'alto

Rimini Rimini, film di Sergio Corbucci (1987) con Jerry Calà, Paolo Villaggio, Andrea Roncato, Gigi Sammarchi, Maurizio Micheli, Serena Grandi, Eleonora Brigliadori, Laura Antonelli.

Da zero a dieci, film di Luciano Ligabue (2002) con Pierfrancesco Favino ed Elisabetta Cavallotti.

Io & Marilyn, di Leonardo Pieraccioni (2009) con Leonardo Pieraccioni, Barbara Tabita, Massimo Ceccherini, Luca Laurenti, Francesco Guccini.

Italy: Love It, or Leave It, documentario di Gustav Hofer e Luca Ragazzi (2011)

Italia in miniatura e la televisione[modifica | modifica wikitesto]

Sigle di trasmissioni e collegamenti con vari programmi Rai e Mediaset sono stati realizzati al parco: Ma che sera (sigla: Tanti Auguri, di Raffaella Carrà) (Rai Uno 1978), Su le mani, con Carlo Conti e Pupo (Rai 2 1996), Melaverde (con Edoardo Raspelli e Gabriella Carlucci, puntata, Rete4, 2005), Occhio alla spesa (con Alessandro di Pietro, puntata, Rai 1, 2006), Quelli che il calcio (con Simona Ventura e Roberto Giacobbo, collegamento, Rai 2, 2007), Luce alle stelle (sigla di Rai2 notte, 2010), Lo show dei record (condotto da Gerry Scotti, puntata, Canale 5, 2011), Ciak, si canta! (Clip di Matilde Brandi, Rai Uno, 2011) e Il viaggio (documentario di Pippo Baudo, Rai Tre, 2012).

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Sito web ufficiale Italia in miniatura
  • [2] Sito web del luna park della Scienza
  • [3] Sling Shot