Madurodam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ingresso a Madurodam
Video dell'inaugurazione del parco
Madurodam: riproduzione dell’Aeroporto di Amsterdam-Schiphol
Madurodam: riproduzione di aerei all’Aeroporto di Amsterdam-Schiphol
Madurodam: riproduzioni di mulini a vento e fattorie della Frisia Occidentale (Olanda Settentrionale)
Madurodam: riproduzione di Piazza Dam di Amsterdam

Madurodam è un parco di circa 18.000 m², realizzato in Olanda, tra L'Aia (Den Haag) e Scheveningen (il sobborgo marittimo de L'Aia), dove sono stati riprodotti in scala 1:25 circa 300 edifici (monumenti principali, mulini a vento, ponti, porti, ecc.) dei Paesi Bassi (per questo noto da noi anche come “Olanda in miniatura”).

Il parco, inaugurato nel luglio del 1952, deve il suo nome a George Maduro, Ebreo, tenente originario di Curaçao (Antille Olandesi), morto nel 1945 nel campo di concentramento di Dachau (Germania) dopo aver combattuto contro l'occupazione nazista nei Paesi Bassi e in onore del quale – per volere dei genitori – è stato costruito il luogo.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

L'idea di una “Olanda in miniatura” venne alla Signora Bep Boon-van der Starp, che nel 1929 ideò – allo scopo di raccogliere fondi per la Stichting Nederlands Studenten Sanatorium, una fondazione in favore di studenti malati di tubercolosi – una cittadina in miniatura chiamata Bekonscot Model Village. Quando in seguito la Van der Starp incontrò i genitori di George Maduro, i proventi vennero utilizzati per un nuovo progetto in onore di quest'ultimo. Iniziò così nel 1950 la costruzione di Madurodam, costruzione che terminò nel luglio del 1952. All'apertura del parco, l'allora principessa Beatrice, all'epoca adolescente, venne eletta “sindaco” di Madurodam (2 luglio 1952), carica a cui rinunciò quando divenne regina dei Paesi Bassi. Attualmente il “sindaco” di Madurodam viene eletto da un comitato composto da 25 alunni delle scuole della regione.

Principali edifici ed oggetti riprodotti a Madurodam[modifica | modifica wikitesto]

Diamo qui di seguito un elenco dei principali edifici e altri oggetti riprodotti nel parco:

Amsterdam[modifica | modifica wikitesto]

Centro della città con il Dam, Jordaan e ponti; Palazzo Reale, Nationaal Monument, Nieuwe Kerk, Magna Plaza, Westerkerk, Rijksmuseum, Munttoren, Concertgebouw, Theater Carré, Sinagoga Portoghese, casa di Anna Frank, Magere Brug, Schreierstoren, Nederlands Scheepvaartmuseum (Museo marittimo dei Paesi Bassi) con la copia della naveAmsterdam”, Museum Het Schip, ufficio dell'ex-banca NMB (porto di Amsterdam), Trippenhuis (KNAW); Aeroporto di Schiphol.

Rotterdam[modifica | modifica wikitesto]

Porto con De Hef ed Erasmusbrug, Euromast, Bibliotheek Rotterdam (ex-Gemeentebibliotheek), Holland-Amerika Lijn, Kantoorgebouwen, Diergaarde Blijdorp, Maeslantkering. Navi: "Rotterdam", Spido "Abel Tasman", navi container, traghetti, HSS-Stena Discovery, tanker, nave a vela “de Eendracht”.

L'Aia[modifica | modifica wikitesto]

Binnenhof, Mauritshuis, Koninklijke Schouwburg, Paleis Huis ten Bosch, Palazzo della Pace, Circustheater, Hotel Des Indes, Huys Clingendael, Johan de Witthuis, Hoge Raad.

Utrecht[modifica | modifica wikitesto]

Centro della città con: Oudegracht, duomo, municipio, Rietveld-Schröderhuis, la futura stazione ferroviaria Utrecht Centraal.

Altre località[modifica | modifica wikitesto]

A Madurodam è stata inoltre riprodotta la casa di Curaçao (costruita in stile palladiano nel 1895), dove è nato George Maduro.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel linguaggio politico olandese, la parola "Madurodam" - riferendosi ad un luogo "sano" e "genuino" - è diventata spesso sinonimo di "ingenuità", "genuinità". Così è accaduto, ad esempio, che un sindaco venisse definito "sindaco di Madurodam" per delle dichiarazioni poco diplomatiche.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Paesi Bassi Portale Paesi Bassi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Paesi Bassi