Iran Airtour

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Iran Air Tours)
Jump to navigation Jump to search
Iran Airtour
Fleet-airtour2 001011 13961104-094935.jpg
StatoIran Iran
Fondazione1973 a Teheran
Sede principaleTeheran
GruppoIran Air
SettoreTrasporto
ProdottiTrasporto aereo
Sito web
Compagnia aerea charter
Codice IATAB9
Codice ICAOIRB
Indicativo di chiamataAIR TOUR
Primo volo1990
HubTeheran-Mehrabad
Flotta5 (nel 2017)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

La Iran Airtour è la compagnia sussidiaria di Iran Air e il suo hub è l'Aeroporto di Mehrabad, a Teheran, la capitale dell'Iran. Il vettore opera voli domestici di linea, ma anche voli internazionali in Medio Oriente e voli charter, tra cui quelli per l'Europa. La compagnia è nata nel 1973 e ha cominciato ad operare nel 1990.

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

A dicembre 2009 la flotta di Iran Airtour è composta dai seguenti velivoli:

Inoltre la compagnia ha ordinato 4 HESA IrAn-140 e 5 Tupolev Tu-204SM, che sono una parte dei 35 ordinati da Iran Air.

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 26 aprile 1992, un Fokker F27 appartenente ad Iran Airtour e diretto a Teheran si è schiantato vicino a Saveh, uccidendo i 39 occupanti.
  • L'8 febbraio 1993, un Tupolev 154 Iran Airtour era in partenza per un volo non di linea da Teheran a Khoram Dareh, quando è stato coinvolto in una collisione aerea con un Sukhoi Su-24 della Iran Air Force, che era in fase di atterraggio proprio all'aeroporto di Teheran. Sono morti tutti i 12 membri dell'equipaggio e i 119 passeggeri a bordo.
  • Il 12 febbraio 2002 un Tupolev 154 di Iran Airtour si è schiantato sulle montagne Sefid Kouh, fuori da Khorramabad. Le condizioni meteo erano avverse, con nebbia, pioggia e perfino neve. L'aereo stava atterrando proprio all'aeroporto di Khorramabad e sono morti tutti i membri dell'equipaggio e i 107 passeggeri a bordo.
  • Il 1º settembre 2006, un Tupolev 154 Iran Air Tours, che stava operando il volo 945 e arrivava da Bandar Abbas ha preso fuoco dopo l'atterraggio a Mashhad, alle ore locali 13.45, uccidendo 28 persone tra gli occupanti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]