In memoria di me

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In memoria di me
Titolo originale In memoria di me
Paese di produzione Italia
Anno 2007
Durata 115 min
Genere drammatico
Regia Saverio Costanzo
Soggetto Furio Monicelli, Saverio Costanzo
Sceneggiatura Saverio Costanzo
Fotografia Mario Amura
Montaggio Francesca Calvelli
Musiche Alter Ego
Interpreti e personaggi
Premi

In memoria di me è un film del 2007 diretto da Saverio Costanzo.

Il soggetto è ispirato al romanzo Lacrime impure di Furio Monicelli pubblicato per la prima volta nel 1960 col titolo Il gesuita perfetto.

È stato presentato in concorso al Festival di Berlino[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Andrea è un giovane che, dopo una vita di successi che però lo delude nell'intimo, sceglie di entrare in noviziato.

Qui passa le sue giornate in silenzio e riflessione, insieme agli altri novizi e sotto la guida di un padre maestro. Andrea viene così a conoscenza dei molti dubbi di alcuni suoi compagni; vede Fausto, uno di questi, abbandonare di notte il convento. Con il tempo si convincerà lui stesso di non avere la vocazione e deciderà di andarsene insieme a Zanna, un altro suo confratello.

Ma, forse anche per merito di un discorso che sente fare a Zanna dal padre superiore, decide invece di restare e di abbracciare totalmente la propria vocazione.

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Il film è girato lasciando ampi istanti di silenzio e inquadrature rigide. I primi piani e la fotografia vogliono riprodurre l'atmosfera claustrofobica e mistica di un convento religioso.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è ambientato nel Monastero di San Giorgio Maggiore nell'isola di San Giorgio Maggiore a Venezia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Simone Pinchiorri, Le reazioni della stampa sul film "In Memoria di Me", http://www.cinemaitaliano.info, 13-2-2007. URL consultato il 1-2-2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema