Il lungo addio (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il lungo addio
Titolo originaleThe Long Goodbye
AutoreRaymond Chandler
1ª ed. originale1953
1ª ed. italiana1955
GenereRomanzo
SottogenereHardboiled
Lingua originaleinglese
ProtagonistiPhilip Marlowe
SeriePhilip Marlowe
Preceduto daLa sorellina
Seguito daAncora una notte

Il lungo addio (The Long Goodbye) è un romanzo noir di Raymond Chandler, pubblicato negli USA nel 1953, vincitore del premio letterario Edgar Award nel 1955.[1][2][3] È il sesto romanzo di Chandler, e, come i precedenti, ha per protagonista e voce narrante il detective Philip Marlowe, esordito nel 1939 nel romanzo Il grande sonno. Il romanzo ha avuto una omonima trasposizione cinematografica, diretta da Robert Altman.[4] È inserito nella lista dei migliori cento romanzi gialli di tutti i tempi della Crime Writers' Association.[5]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

«...Arrivederci, amigo. Non vi dico addio. Vi dissi addio quando significava qualcosa. Vi dissi addio quando ero triste, in un momento di solitudine e quando sembrava definitivo.»

(Raymond Chandler, Il lungo addio)

All'uscita di un night club di Los Angeles, Philip Marlowe si imbatte in Terry Lennox ubriaco fradicio; Lennox spiega a Marlowe che la moglie Sylvia è la figlia di Harlan Potter, uomo ricchissimo e potente, e che il divorzio è avvenuto perché, essendo Sylvia una vera e propria ninfomane, Terry era, di fatto, un marito di facciata, umiliato e ammansito dai quattrini della moglie. Dopo qualche tempo, Terry ricompare nell'ufficio di Marlowe, ben vestito e pieno di soldi in quanto si è risposato con Sylvia, seppur con scarsa convinzione. Successivamente Lennox torna nell'ufficio di Marlowe chiedendogli di aiutarlo: la moglie è stata uccisa ma non è stato lui; Marlowe gli crede e lo aiuta a fuggire.

Interrogato dalla polizia, Marlowe non risponde e per questo viene incarcerato. Appena uscito, Marlowe apprende che il caso Lennox è chiuso in quanto Terry Lennox ha scritto una lettera in cui confessa l'omicidio della moglie, prima di suicidarsi in Messico; Marlowe riceve una missiva di Lennox, con 5000 $.

Archiviato il caso, Spencer, un editore, chiede a Marlowe di andare a vivere nella dimora di uno scrittore, Roger Wade, che, divenuto un alcolista, non riesce a finire il suo ultimo romanzo: compito di Marlowe sarà quello di fare in modo che il romanzo venga terminato e di proteggere la moglie di Wade dal marito ubriaco. Marlowe, accettato il lavoro, una sera partecipa a un ricevimento a casa dei Wade dove conosce Candy, un cameriere cileno, e rincontra Linda Loring e suo marito, amici di famiglia dei Wade. Qualche giorno dopo, Marlowe scopre che Wade ha avuto una relazione con Sylvia e che Terry Lennox, a volte, utilizzava un nome falso, Paul Marston. Wade viene in seguito trovato morto nel suo studio, ucciso da un colpo di pistola. Il caso viene archiviato come suicidio.

Qualche giorno dopo, introdottosi in casa Wade con l'aiuto di Howard Spencer, Marlowe mette alle strette Eileen: è stata lei ad uccidere sia Sylvia Lennox, sia il marito. La prima perché non solo era l'amante di Roger, ma era anche la moglie e la carnefice di quello che era stato il grande amore della giovane Eileen, nonché suo primo marito, dato per morto in guerra: Paul Marston, alias Terry Lennox, che, proprio per amore di Eileen aveva deciso di addossarsi la colpa dell'omicidio, prima di suicidarsi in Messico. Roger, invece, è stato soppresso da Eileen (che si era introdotta in casa per ucciderlo dalla porta sul retro, prima di tornare fuori e farsi aprire la porta da Marlowe) perché questi era presente durante l'uccisione di Sylvia, seppur fosse ubriaco fradicio, ed il pericolo che potesse ricordare ogni cosa si faceva ogni giorno più concreto.

Dopo le accuse di Marlowe, Eileen ovviamente nega ogni cosa e lo scaccia di casa. Il mattino dopo, però, il detective riceve una chiamata di Candy: la signora si è suicidata ed ha lasciato una confessione completa in cui conferma tutte le supposizioni di Marlowe. Nonostante la polizia, la magistratura, Potter e Menendez vorrebbero mettere la cosa a tacere, Marlowe riesce a trafugare una copia della confessione ed a farla pubblicare.

Un giorno, un gentiluomo messicano, un certo Maiorano, si reca nell'ufficio di Marlowe. Maiorano si rivela essere nient'altro che Terry Lennox, opportunamente reso irriconoscibile da un'operazione di chirurgia plastica, che in Messico, grazie all'aiuto di Menendez e Starr, aveva inscenato il suo suicidio per rifarsi una vita. Marlowe, sentendosi tradito dalle bugie dell'amico, lo tratta con freddezza e gli rinfaccia di aver provocato, con i suoi egoistici sotterfugi, la morte di entrambi i Wade. Lennox rimane sconcertato dall'ira di Marlowe, e neanche cerca una giustificazione: si limita a dire "addio" a Marlowe, e ad uscire. I due, dice Marlowe, non si rivedranno più.

Caratterizzazione del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Ne Il lungo addio, la figura di Marlowe, da sempre avvolta da un'aura crepuscolare, si colora di umanità e melanconia, ergendosi come uno dei più rappresentativi archetipi dell'hard boiled: un uomo d'azione all'apparenza cinico e disilluso ma, in realtà, un romantico idealista che nonostante tutto continua a credere in valori quali l'onestà e l'amicizia. Ogni carattere di questo romanzo, seppur spesso riconducibile ad un personaggio tipo, è prima di tutto autenticamente umano e mosso da intime motivazioni: dalle tre femmes fatales, al gangster messicano, fino allo scrittore distrutto dall'alcool, tutti agiscono in maniera realistica, senza nessun automatismo. Chandler scrive romanzi psicologici e umoristici, che hanno come protagonista l'uomo comune, e poco importa se al centro della vicenda ci sono un omicidio o una persona scomparsa.

In questo più che in ogni altro dei suoi libri, poi, Chandler si racconta.[senza fonte] L'alcool, che minò la salute di Chandler per più di quindici anni, portandolo infine alla morte, è anche lo spettro che aleggia sull'intera narrazione, la costante che accomuna le tre principali figure maschili del romanzo: Marlowe, Lennox e Wade. Quest'ultimo è uno scrittore, con la salute e l'animo minati dall'alcolismo e dall'eccessivo successo commerciale, che non di rado si abbandona a lunghe riflessioni sulla letteratura e l'editoria, e che si possono considerare (con le dovute riserve) alter ego di Chandler.

Traduzioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Chandler, Raymond nell'Enciclopedia Treccani, su treccani.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  2. ^ Edgar Allan Poe Award nell'Enciclopedia Treccani, su treccani.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  3. ^ (EN) The Edgar Awards Revisited: The Long Goodbye by Raymond Chandler, su Criminal Element, 11 gennaio 2019. URL consultato il 29 aprile 2021.
  4. ^ CHANDLER, Raymond in "Enciclopedia del Cinema", su treccani.it. URL consultato il 29 aprile 2021.
  5. ^ The Top 100 Mystery Novels of All Time Mystery Writers of America | Book awards | LibraryThing, su librarything.com. URL consultato il 29 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Giallo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giallo