Il giorno del Cobra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il giorno del Cobra
Titolo originale Il giorno del Cobra
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1980
Durata 95 min
Genere poliziesco
Regia Enzo G. Castellari
Soggetto Aldo Lado
Sceneggiatura Aldo Lado, Tito Carpi, Fabio Carpi
Produttore Aldo Lado
Produttore esecutivo Aldo Lado
Casa di produzione Laser Cinematografica, Dina Cinematografica
Distribuzione (Italia) Cleminternazionale Cinematografica
Fotografia Giovanni Bergamini
Montaggio Gianfranco Amicucci
Musiche Paolo Vasile
Interpreti e personaggi

Il giorno del Cobra è un film del 1980 diretto da Enzo G. Castellari.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Larry Stanziani, detto il cobra, radiato dalla polizia e condannato a tre anni di carcere per una ingiusta accusa di connivenza con la mafia, ora vive a San Francisco come investigatore privato. Convocato dal suo ex superiore, Goldsmith, accetta di recarsi a Genova per indagare su Serge Kandinsky, suo avversario di sempre, e ritenuto da lui senza però averne la certezza, l'artefice del suo arresto. Il funzionario Interpol Goldsmith vuole incaricare Stanziani per tre motivi: perché conosce la città di Genova avendo vissuto là infatti ha ancora un figlio, Tim che é ospitato in un collegio genovese; poi perché in effetti é un investigatore fra i migliori che lui ha conosciuto; infine perché sicuramente ha un conto in sospeso con Kandinsky. A Genova lo va a prendere un certo Raoul Papasian, imprenditore ed amico di Goldsmith che gli trova pure un alloggio, ma lo fa seguire da due scagnozzi, Silvestri e Beltrame, ed anche da Mastino, suo oscuro faccendiere. Stanziani va a trovare il figlio ma anche Cases, un suo amico ebreo, sveglio e pragmatico. sempre informato su tutto. Cases gli dice che Papasian é un grosso imprenditore di import-export ma sembra pulito; da Papasian riceve l'informazione che Kandinsky gestisce, quando si reca a Genova dalla Francia, in copertura, dei locali notturni, fra cui l'Astoria. Giunto al locale per indagare si imbatte in due belle donne che gestiscono direttamente il locale: Lola e Brenda. la prima reagisce malamente alle domande su Kandinsky mentre la seconda dice di odiarlo. Larry e Brenda iniziano una relazione e Stanziani nota che Brenda gli nasconde sempre qualcosa. Lola in realtà é un uomo, Ivan Radovic, amante di Kandinsky che é omosessuale. Ivan, irritato dalle troppe domande di Larry, lo malmena selvaggiamente ma viene ucciso da Brenda che arriva in suo aiuto. Insieme a Cases, Larry scopre che dietro la facciata pulita, Papasian é un importante tassello di un traffico internazionale di droga. Stanziani va a chiedergli spiegazioni e Papasian gli rivela che esistono due grosse chiavi che aprono l'accesso a una lista di conti correnti appartenenti ai pesci più grossi che esistono; una delle chiavi è nella cassaforte di Papasian, l'altra é finita nelle mani di Kandinsky; Larry chiede a Papasian chi c'é sopra di lui ma viene ucciso da un cecchino appostato sotto le vetrate dello studio. Larry Stanziani si rende conto che sta diventando una pedina di un gioco troppo grosso e probabilmente pure Kandinsky. Dopo questi eventi Silvestri e Beltrame cercano di sequestrare Tim, il figlio di Larry che però riesce a scappare ma viene travolto da un camion; ma chi può avere ordinato questa cosa se Papasian è stato eliminato? Stanziani e Cases capiscono che non c'é Kandinsky a capo di questa organizzazione e non è lui il nemico da combattere; anzi, sicuramente é venuto in possesso dell'altra chiave e l'unica soluzione é mettersi d'accordo con lui e smascherare insieme il vero puparo. Gli da appuntamento presso una vecchia fornace in cui si reca insieme a Cases ma trova Kandinsky impiccato mentre prima Silvestri e Beltrame e dopo lo stesso Mastino gli tendono una trappola ma vengono neutralizzati. Cases gli rivela che una auto è andata via mentre loro arrivavano ed alla guida c'era Brenda. Larry e Brenda si incontrano in una escalation di tensione e il loro abbraccio si trasforma in un duello, Larry riesce a sparare per primo ed uccide Brenda. Venuto in possesso dell'altra chiave ora può capire la verità. L'ultima scena mostra Stanziani nell'ufficio di Goldsmith, il suo ex capo a San Francisco per consegnargli le due chiavi e dichiarare compiuta la missione, ma gli rivela che ha già visto i numeri di conto corrente ed il primo, cioè quello più importante è proprio il conto di Goldsmith; sopraffatto dal desiderio di vendetta Stanziani rivede tutte le vittime di questa brutta storia, compreso suo figlio Tim; quindi, impugnata la sua pistola, uccide Goldsmith.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema