Il condominio dei cuori infranti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il condominio dei cuori infranti
Il condominio dei cuori infranti.png
Tassadit Mandi e Michael Pitt in una scena del film.
Titolo originale Asphalte
Lingua originale francese, inglese
Paese di produzione Francia
Anno 2015
Durata 100 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 4:3
Genere commedia, drammatico
Regia Samuel Benchetrit
Soggetto Samuel Benchetrit (romanzo)
Sceneggiatura Samuel Benchetrit, Gabor Rassov
Produttore Julien Madon, Eric Pujol
Casa di produzione La Camera Deluxe, Maje Productions, Single Man Productions
Fotografia Pierre Aïm
Montaggio Thomas Fernandez
Musiche Raphaël
Scenografia Jean Moulin
Costumi Mimi Lempicka
Interpreti e personaggi

Il condominio dei cuori infranti (Asphalte) è un film del 2015 sceneggiato e diretto da Samuel Benchetrit, e basato sul primo volume della sua autobiografia Cronache dall'asfalto (Les Chroniques de l'Asphalte), pubblicato nel 2005.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ascensore di un condominio si blocca continuamente. Questo problema e una serie di eventi imprevisti hanno un forte impatto su alcuni degli abitanti dell'edificio: l'impacciato signor Sternkowitz, residente al primo piano che si rifiuta di contribuire economicamente all'installazione del nuovo ascensore, Charly, un adolescente che fa la conoscenza di Jeanne, un'attrice degli anni ottanta appena trasferitasi di fronte al suo appartamento, e la signora Hamida, un'amorevole madre algerina con il figlio in carcere.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono durate dal 15 dicembre 2014 al 6 febbraio 2015 e si sono svolte principalmente nel quartiere di Bel Air a Colmar, nel dipartimento dell'Alto Reno.[1]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La musica del film è stata composta dal cantante francese Raphaël, che aveva già collaborato con il regista per il film Un voyage del 2014.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato in anteprima il 17 maggio 2015 nella sezione "Proiezioni speciali" del Festival di Cannes.[2]

In Francia il film è uscito nelle sale il 7 ottobre 2015, distribuito da Paradis Films, mentre in Italia è uscito il 24 marzo 2016.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 il film è stato candidato al premio César per il miglior adattamento e al Prix Jacques Prévert du Scénario per il miglior adattamento.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema