Samuel Benchetrit

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Samuel Benchetrit nel 2011.

Samuel Benchetrit (Champigny-sur-Marne, 26 giugno 1973) è uno scrittore, sceneggiatore, regista e attore francese di origini marocchine.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Samuel Benchetrit è nato nel 1973 a Champigny-sur-Marne, in un contesto modesto. Suo padre, di origini ebraico-marocchine, era un fabbro, mentre sua madre era una parrucchiera. Ha concluso gli studi all'età di quindici anni e ha iniziato lavorando come assistente fotografo o come usciere nei cinema.[1]

Nel 2000 ha pubblicato il suo primo romanzo, Diario di un cazzeggiatore, e ha realizzato Nouvelles de la tour L, un cortometraggio di nove minuti interpretato da Sami Bouajila.[2] Nel 2003 ha scritto e diretto il suo primo lungometraggio, la commedia Janis et John, nella quale ha recitato sua moglie Marie Trintignant. Nel 2005, all'età di 33 anni, ha iniziato a scrivere una sua autobiografia in cinque volumi intitolata Cronache dall'asfalto. I primi tre volumi sono stati pubblicati rispettivamente nel 2005, nel 2007 e nel 2010.

Nel 2007 ha scritto e diretto il suo secondo lungometraggio, J'ai toujours rêvé d'être un gangster, che gli è valso il premio alla miglior sceneggiatura al Sundance Film Festival 2008 e il Premio Lumière per la migliore sceneggiatura nel 2009.[3] Nel 2009 ha pubblicato un nuovo romanzo, Le Cœur en dehors, che nello stesso anno ha vinto il Prix Eugène Dabit du roman populiste.[4] Nel 2011 è uscito il suo lungometraggio Chez Gino, interpretato da José Garcia, al quale ha fatto seguito Un voyage, uscito nel 2014.

Nel 2015 è uscito Il condominio dei cuori infranti, un adattamento cinematografico del primo volume della sua autobiografia Cronache dall'asfalto, interpretato da Isabelle Huppert, Valeria Bruni Tedeschi, Gustave Kervern e Michael Pitt. Il film gli è valso una candidatura al premio César per il miglior adattamento. Nello stesso anno ha pubblicato il suo romanzo Chien.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Benchetrit è stato sposato con l'attrice francese Marie Trintignant, dal 1998 al 2003, anno della morte dell'attrice. Dalla Trintignant ha avuto un figlio di nome Jules, che ha recitato nei film Chez Gino e Il condominio dei cuori infranti da lui diretti.[1]

Nel 2007 ha avuto una figlia di nome Saül dall'attrice francese Anna Mouglalis, che è comparsa nella locandina del film J'ai toujours rêvé d'être un gangster del padre.[5]

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Diario di un cazzeggiatore (Récit d'un branleur) (2000)
  • Cronache dall'asfalto (Les Chroniques de l'Asphalte), volume 1 (2005)
  • Les Chroniques de l'Asphalte, volume 2 (2007)
  • Le Cœur en dehors (2009)
  • Les Chroniques de l'Asphalte, volume 3 (2010)
  • Chien (2015)

Opere teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Comédie sur un quai de gare (2001)
  • Moins deux (2005)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FR) Cavale amoureuse, Libération. URL consultato il 21 aprile 2016.
  2. ^ (FR) Nouvelles de la tour L, AlloCiné. URL consultato il 21 aprile 2016.
  3. ^ (EN) 2008 Sundance Film Festival Awards, altfg.com. URL consultato il 21 aprile 2016.
  4. ^ (FR) Le prix populiste expliqué par Jean Vautrin, Plaine commune. URL consultato il 21 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2010).
  5. ^ (FR) Samuel Benchetrit – Biographie Samuel Benchetrit, people.plurielles.fr. URL consultato il 4 luglio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN54316235 · LCCN: (ENno2001091719 · ISNI: (EN0000 0000 7837 5428 · GND: (DE139335846 · BNF: (FRcb13581292c (data)