Il caso Kerenes

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il caso Kerenes
Il caso Kerenеs.png
una scena del film
Titolo originale Poziţia copilului
Paese di produzione Romania
Anno 2013
Durata 112 min
Genere drammatico
Regia Călin Peter Netzer
Sceneggiatura Călin Peter Netzer e Razvan Radulescu
Distribuzione (Italia) Teodora Film
Fotografia Andrei Butica
Montaggio Dana Bunescu
Scenografia Malina Ionescu
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il caso Kerenes (Poziţia copilului) è un film del 2013 diretto da Călin Peter Netzer.

Il film esamina il difficile rapporto tra una madre ed un figlio, esaltato da una tragedia causata da quest'ultimo, nel contesto di una società rumena divisa in classi e corrotta.

Ha vinto l'Orso d'oro alla 63ª edizione del Festival di Berlino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cornelia Kerenes è un architetto sessantenne con frequentazioni nell'alta società della Romania di oggi. I rapporti con il figlio Barbu continuano ad essere pessimi nonostante i suoi sforzi (o forse proprio a causa di questi...).

Una sera è chiamata ad accorrere con urgenza, proprio per assistere il figlio Barbu. In un incidente automobilistico, poco fuori Bucarest, questi ha investito ed ucciso un ragazzino che stava attraversando la strada.

Al di là delle evidenti responsabilità dell'uomo, che ha sicuramente infranto il limite di velocità pur risultando sobrio, la madre si adopera per alleviarne la posizione il più possibile, con ogni mezzo.

Portato poi, ancora sotto choc, a casa sua, il giorno successivo la donna prosegue con la sua opera, introducendosi anche nella casa del figlio dove non le era stato possibile entrare da tempo.

Barbu però si ribella e pur capendo di correre più rischi così, preferisce non avere aiuti dai genitori che lascia tornandosene a casa con la compagna Carmen.

La madre in realtà non si ferma e va all'appuntamento con il testimone, l'uomo alla guida della macchina sorpassata nell'incidente, che è disposto a cambiare la sua dichiarazione in merito alla velocità di marcia, ma per fare questo chiede un ricchissimo compenso.

Barbu poi accetta di avvicinare i familiari della vittima per offrire loro le spese del funerale, ma al tempo stesso chiarisce con la madre che con lei ha chiuso.

Recatisi nella modestissima abitazione della famiglia del bimbo investito, Cornelia, accompagnata da Carmen, chiede perdono e comprensione e poi offre del denaro a due genitori distrutti e assetati di giustizia. Quando fanno per andarsene, Barbu, che era rimasto vigliaccamente in macchina, visto il genitore del bimbo si fa coraggio ed esce. Cornelia osserva dallo specchietto retrovisore il ragazzo che, verosimilmente, dopo aver chiesto perdono stringe la mano al papà della sua vittima.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema