Il bello d'esser brutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il bello d'esser brutti
ArtistaJ-Ax
Tipo albumStudio
Pubblicazione27 gennaio 2015
Durata73:59
Dischi1
Tracce20
GenerePop rap
EtichettaWilly L'Orbo, Newtopia
ProduttoreJ-Ax
Registrazione2014
FormatiCD, CD+DVD, 2 LP, download digitale
Certificazioni
Dischi di platinoItalia Italia (3)[1]
(vendite: 150 000+)
J-Ax - cronologia
Album precedente
(2012)
Album successivo
(2016)
Singoli
  1. Uno di quei giorni
    Pubblicato: 5 dicembre 2014
  2. Il bello d'esser brutti
    Pubblicato: 13 febbraio 2015
  3. Maria Salvador
    Pubblicato: 23 aprile 2015
  4. Miss & Mr Hide
    Pubblicato: 24 agosto 2015
  5. La tangenziale
    Pubblicato: 23 ottobre 2015
  6. Intro
    Pubblicato: 27 novembre 2015

Il bello d'esser brutti è il quinto album in studio del rapper italiano J-Ax, pubblicato il 27 gennaio 2015 dalla Newtopia, etichetta discografica indipendente da lui fondata.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Anticipato dal singolo Uno di quei giorni, realizzato in duetto con Nina Zilli ed entrato in rotazione radiofonica a partire dal 5 dicembre 2014,[2] Il bello d'esser brutti presenta venti brani, di cui alcuni hanno visto la partecipazione di artisti appartenenti alla scena hip hop italiana e non, come i Club Dogo, Fedez, Weedo o Neffa.

Per la promozione dell'album sono stati realizzati anche i videoclip per i brani Hai rotto il catso e Intro, pubblicati sul canale YouTube del rapper il 26 e il 28 gennaio 2015.[3][4] Il 20 febbraio 2015 è stato invece pubblicato il secondo singolo, l'omonimo Il bello d'esser brutti,[5] seguito ad aprile da Maria Salvador, realizzato in duetto con Il Cile;[6] quest'ultimo singolo, sebbene abbia raggiunto solo la seconda posizione della Top Singoli,[7] ha ottenuto un ottimo successo, venendo certificato cinque volte disco di platino dalla FIMI.[8]

Il 5 agosto è uscito il videoclip di Miss & Mr Hide, successivamente estratto come quarto singolo il 24 dello stesso mese.[9][10]

Il 23 ottobre è stato pubblicato come singolo una nuova versione del brano La tangenziale incisa in duetto con Elio del gruppo musicale rock demenziale Elio e le Storie Tese.[11] Tale brano, insieme a una nuova versione di Intro incisa con la cantante Bianca Atzei e pubblicata il 27 novembre,[12] ha anticipato la Multiplatinum Edition dell'album, composta da un secondo CD audio e un DVD.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Intro – 3:53
  2. Ribelle e basta – 3:35
  3. La tangenziale – 3:32
  4. Sopra la media – 3:37
  5. Uno di quei giorni (con Nina Zilli) – 3:27
  6. Sono di moda – 3:02
  7. Caramelle (con Neffa) – 3:38
  8. Hai rotto il catso – 3:27
  9. Miss & Mr Hide – 3:52
  10. Santoro e Peyote – 3:43
  11. Rock City – 3:37
  12. Tutto o niente (con Emiliano Valverde) – 3:58
  13. Il bello d'esser brutti – 3:29
  14. Old Skull (coi Club Dogo) – 3:38
  15. Maria Salvador (con Il Cile) – 3:43
  16. Bimbiminkia4life (con Fedez) – 3:45
  17. Nati così – 4:05
  18. Un altro viaggio (con Valerio Jovine) – 4:14
  19. The Pub Song (con Weedo) – 4:01
  20. L'uomo col cappello – 3:43
Traccia bonus nell'edizione di iTunes[13]
  1. Uno di quei giorni (con Nina Zilli) (Lyric Video) – 3:27
DVD bonus nell'edizione Del'Ax
  1. Intro
  2. Studio
  3. Il passato
  4. New York
Contenuto bonus nella Multiplatinum Edition
  • CD
  1. La tangenziale (con Elio) – 3:33
  2. L'uomo col cappello (con Pau) – 3:42
  3. Intro (con Bianca Atzei) – 4:31
  4. Nati così (con Chiara) – 4:05
  5. La tangenziale (con Neffa) (Live @ Blue Note) – 3:34
  6. L'uomo col cappello (Live @ Blue Note) – 3:46
  7. Intro (Live @ Blue Note) – 3:57
  8. Nati così (Live @ Blue Note) – 4:12
  • DVD
  1. Il bello d'esser brutti - Live @ Blue Note

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
massima
Italia[14] 1
Svizzera[14] 24

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2015) Posizione
Italia[15] 6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 29 maggio 2015.
  2. ^ Eleonora Romanò, J-ax - Uno di quei giorni (feat. Nina Zilli) (Radio Date: 05-12-2014), EarOne, 2 dicembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  3. ^ Filmato audio J-Ax, J-AX - MI HAI ROTTO IL CATSO - OFFICIAL VIDEO, su YouTube, 26 gennaio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  4. ^ Filmato audio J-Ax, J-AX - INTRO - OFFICIAL VIDEO, su YouTube, 28 gennaio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  5. ^ Eleonora Romanò, J-ax - il bello d'esser brutti (Radio Date: 13-02-2015), EarOne, 12 febbraio 2015. URL consultato il 13 febbraio 2015.
  6. ^ Chiara Pagura, J-ax - Maria Salvador (con Il Cile) (Radio Date: 23-04-2015), EarOne, 21 aprile 2015. URL consultato il 22 aprile 2015.
  7. ^ Classifica settimanale WK 22 (dal 2015-05-25 al 2015-05-31), Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 2 luglio 2015.
  8. ^ Certificazioni, Federazione Industria Musicale Italiana. URL consultato il 19 agosto 2015.
  9. ^ Filmato audio J-Ax, J-AX - MISS & MR HYDE (OFFICIAL VIDEO), su YouTube, 5 agosto 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  10. ^ Chiara Pagura, J-Ax - Miss and Mr Hyde (Radio Date: 24-08-2015), EarOne, 26 agosto 2015. URL consultato il 28 agosto 2015.
  11. ^ Eleonora Romanò, J-ax - La tangenziale (feat. Elio) (Radio Date: 23-10-2015), EarOne, 23 ottobre 2015. URL consultato il 23 ottobre 2015.
  12. ^ Eleonora Romanò, J-Ax - Intro (feat. Bianca Atzei) (Radio Date: 27-11-2015), EarOne, 24 novembre 2015. URL consultato il 24 novembre 2015.
  13. ^ Il bello d'esser brutti (Special Edition), iTunes. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  14. ^ a b (NL) J-Ax - Il bello d'esser brutti, Ultratop. URL consultato il 16 febbraio 2015.
  15. ^ Classifiche "Top of the Music" 2015 FIMI-GfK: La musica italiana in vetta negli album e nei singoli digitali, Federazione Industria Musicale Italiana, 8 gennaio 2016. URL consultato l'8 gennaio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]