Il Gay più bello d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il Gay più bello d'Italia
LuogoTorre del Lago Puccini, Viareggio, Italia Italia
Anni1997 - presente
Frequenzaannuale
Dateagosto
GenereConcorso di bellezza
Sito ufficialewww.mrgayitalia.it

Il Gay più bello d'Italia è un concorso di bellezza nato nel 1997 come Mister Gay Italia e ribattezzato con l'attuale denominazione nel 2015, che si tiene annualmente a Torre del Lago Puccini, frazione del comune italiano di Viareggio.

Le selezioni avvengono online per poi procedere a 3 macroselezioni a cui segue la finale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il concorso di Mister Gay Italia è nato nel 1997 da un'idea di Corrado Fumagalli, patron del concorso fino al 2009, che volle seguire le orme di simili manifestazioni che già si tenevano negli altri paesi europei. Fino al 2002 la sede della finale è stata la città di Bergamo, mentre dal 2004 l'appuntamento è divenuto itinerante.

Il vincitore della prima edizione è stato Salvatore Inguì[1][2], e la sua storia ispirò un libro. Il vincitore dell'edizione del 1998 è stato Marco Rignanese, atleta della Castelfranco di Sotto, una squadra di pallavolo militante in Serie B.

Il vincitore dell'edizione 2002, Cristiano Luongo ha rischiato di perdere il titolo perché non voleva che la sua identità gay fosse rivelata. Tuttavia ha accettato di fare coming out dal momento che il regolamento prevede che i partecipanti accettino di rendersi visibili.

A partire dall'edizione 2010, il concorso Mister Gay Italia è stato organizzato dal portale Gay.it, con il supporto della sua community Me2.it e lo showman Paolo Tuci [3] al quale viene affidata la conduzione delle selezioni regionali delle successive tre edizioni. Fra le novità introdotte dalla nuova gestione è stata riservata maggiore attenzione ai valori del coming out e dell'impegno sociale dei candidati a partire dalle selezioni regionali.

La finale dell'edizione del 2010, presentata da Fabio Canino e Paola Perego, si è svolta a Torre del Lago Puccini il 19 ed il 20 agosto, nell'ambito di Friendly Versilia.[4] Il concorso è stato vinto dal palermitano Giulio Spatola[4] che l'anno seguente si è aggiudicato anche il titolo di Mister Gay Europa.[5]

La finale dell'edizione 2011, preceduta da una semifinale tenutasi al Gay Village di Roma, si è svolta il 19 agosto 2011 a Torre del Lago Puccini, è stata condotta dal comico livornese Paolo Ruffini ed è stata vinta dal romano Daniel Argentino.[6]

La finale dell'edizione 2014, presentata da Paolo Tuci e dalla drag queen La Wanda Gastrica, si è svolta il 22 agosto 2014 presso il locale Mamamia (Torre del Lago Puccini). Ad aggiudicarsi il titolo è stato Arziom Cristofaro, un ragazzo di origini bielorusse adottato da una coppia pugliese all'età di 7 anni.[7] Dallo stesso anno il concorso muta nome, per problemi di copyright, da Mister Gay Italia a Il Gay Più Bello d'Italia.

Valori[modifica | modifica wikitesto]

Mister Gay Italia è una manifestazione a carattere nazionale[8] volta ad eleggere il ragazzo italiano gay che, a parere di una giuria, oltre ad avere indubbie qualità estetiche, attivi una volta conquistato il titolo il suo impegno sociale.

Attraverso il concorso nazionale, le selezioni sul territorio e attraverso il web, Mister Gay Italia si prefigge l'obiettivo di aumentare la visibilità dei gay italiani e così contribuire al cammino per la pari dignità ed i pieni diritti delle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transessuali) in Italia. Nel regolamento, fra i requisiti, è presente anche l'"essersi dichiarato omosessuale ed esserne orgoglioso".

Vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Vincitore Luogo di provenienza
1997 Salvatore Inguì[1] Palermo, Sicilia Sicilia
1998 Marco Rignanese Pisa, Toscana Toscana
1999 Leonel Alvarez Bologna, Emilia-Romagna Emilia-Romagna
2000 Giovanni Tranchina Palermo, Sicilia Sicilia
2001 Massimiliano Perretta Napoli, Campania Campania
2002 Cristiano Luongo Napoli, Campania Campania
2003 Anastasio Micono Torino, Piemonte Piemonte
2004 Alessandro Tamburrino Alessandria, Piemonte Piemonte
2005 Marco Longo Milano, Lombardia Lombardia
2006 Salvatore Carfora Maddaloni, Campania Campania
2007 Diego Gerolimi Desenzano del Garda, Lombardia Lombardia
2008 Antony Cortinovis Bergamo, Lombardia Lombardia
2010 Giulio Spatola[4] Palermo, Sicilia Sicilia
2011 Daniel Argentino[6] Roma, Lazio Lazio
2012 Alessio Cuvello Palermo, Sicilia Sicilia
2013 Giovanni Licchello[9] Ferrara, Emilia-Romagna Emilia-Romagna
2014 Arziom Cristofaro Bari, Puglia Puglia
2015 Lello Serio[10] Massafra, Puglia Puglia
2016 Alessandro Falcinelli[11] Livorno, Toscana Toscana
2017 Sergio Genna Erice, Sicilia Sicilia
2018 Iacopo Laghi Ravenna, Emilia-Romagna Emilia-Romagna
2019 Mattia Martone Genova, Liguria Liguria
2020 Antonio Veneziani Bari, Puglia Puglia

Vittorie per regione[modifica | modifica wikitesto]

Numero Regione Anni
5 Sicilia Sicilia 1997, 2000, 2010, 2012, 2017
4 Campania Campania 2001, 2002, 2006, 2009
3 Lombardia Lombardia 2005, 2007, 2008
Emilia-Romagna Emilia-Romagna 1999, 2013, 2018
Puglia Puglia 2014, 2015, 2020
2 Piemonte Piemonte 2003, 2004
Toscana Toscana 1998, 2016
1 Lazio Lazio 2011
Liguria Liguria 2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Mister Gay ' 99 e di Roma, in Corriere della Sera, 24 maggio 1999, p. 48. URL consultato il 23 maggio 2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  2. ^ Marolina Iossa, Eletto "Mister gay". E la famiglia scopre la verità, in Il Corriere della Sera, 22 dicembre 1997. URL consultato il 23 maggio 2010 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  3. ^ Intervista esclusiva di Queerblog a Paolo Tuci, performer e presentatore del concorso Mister Gay Italia
  4. ^ a b c È un giovane di Palermo il nuovo mister gay d'Italia Archiviato il 22 agosto 2010 in Internet Archive.
  5. ^ Giulio Spatola è Mister Gay Europe 2011, in Gay.it, 17 aprile 2011. URL consultato il 18 aprile 2011.
  6. ^ a b Mister Gay Italia 2011 Daniel Argentino, in Corriere della Sera, 20 agosto 2011. URL consultato il 20 agosto 2011.
  7. ^ Arziom Cristofaro, Mister Gay Italia 2014: "Contro ogni pregiudizio", Gay.it, 23 agosto 2014. URL consultato il 24 agosto 2014.
  8. ^ Laura Vincenti, Mister Gay la finale, in Corriere della Sera, 20 luglio 2008, p. 11. URL consultato il 23 maggio 2008 (archiviato dall'url originale in data pre 1/1/2016).
  9. ^ Mister Gay Italia: vince la Puglia. Giovanni è il reginetto 2013, Gay.it, 2 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 14 agosto 2014).
  10. ^ Gay, Lello Serio il più bello d'Italia
  11. ^ È il livornese Alessandro Falcinelli il gay più bello d'Italia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]