Howard Cunningham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Howard Cunningham
Cunningham family Happy Days 1974.JPG
Howard Cunningham (a destra) con il resto della sua famiglia
UniversoHappy Days
AutoreGarry Marshall
Interpretato daTom Bosley
Voce italianaLino Troisi (s. 1-3),
Gil Baroni (s. 4-11)
SessoMaschio
Professione
  • Proprietario di una ferramenta

Howard Cunningham è uno dei personaggi immaginari della celebre serie televisiva statunitense Happy Days (1974-1984 ambientata negli anni 50-60), interpretato da Tom Bosley,[1] e doppiato in italiano prima da Lino Troisi, poi da Gil Baroni.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Howard è il padre di uno dei ragazzi della serie, il co-protagonista, Richard "Richie" Cunningham, quindi del figlio maggiore Chuck (quest'ultimo però, scompare già dalla seconda stagione della serie), e della terzogenita Joanie "Sottiletta" Cunningham.

È sposato con Marion, e lo si vede spesso in casa, insieme agli altri componenti della famiglia, in una graziosa villetta a due piani nella cittadina di Milwaukee (Wisconsin). Insieme a Marion, Richie e Warren "Potsie" Weber, nasce come personaggio di una puntata del 1972 della serie statunitense Love, American Style (l'anteprima di quello che diventerà Happy Days), nella quale però era interpretato da Harold Gould.[3] In quell'anno, Tom Bosley era già attore di successo, impegnato a girare il film To find a man.

Il signor Howard discute spesso con la moglie Marion, ma il suo carattere rimane pressoché semplice anche se, a tratti un po' scontroso. Il suo aspetto fisico è grassoccio e un po' basso, tanto da sembrare un bonaccione, tuttavia spesso rimane fermo e autorevole nella retta educazione di Joanie e di Richie.

Conduce un negozio di ferramenta e, nel tempo libero, oltre che leggere il giornale a casa, frequenta la "Loggia del Leopardo", una sorta di piccola ed esclusiva associazione dove si riuniscono i padri di famiglia, per organizzare le più disparate iniziative, e dove è obbligatorio portare un bizzarro cappellino leopardato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Morto Tom Bosley, l'Howard Cunningham di Happy Days, su ansa.it, 20 ottobre 2010. URL consultato il 5 settembre 2018.
  2. ^ Happy Days, su Il mondo dei doppiatori, AntonioGenna.net. URL consultato il 5 settembre 2018.
  3. ^ (EN) Bruce Weber, Harold Gould, Longtime Character Actor, Is Dead at 86, The New York Times, 13 settembre 2010. URL consultato il 5 settembre 2018.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione