Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ho-Oh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ho-Oh
Ho-Oh
Ho-Oh

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese ホウオウ Houou
Tedesco Ho-Oh
Francese Ho-Oh
Pokédex
Colore Rosso
Classico 250
Johto 248
Hoenn 385
Caratteristiche
Categoria Pokémon Arcobaleno
Altezza 380 cm
Peso 199 kg
Generazione Seconda
Stato Base
Tipi Fuoco
Volante
Abilità Pressione
Rigenergia
Legenda · progetto Pokémon

Ho-Oh (in giapponese ホウオウ Houou, in tedesco e francese Ho-Oh) è un Pokémon della Seconda generazione di tipo Fuoco/Volante. Il suo numero identificativo Pokédex è 250.

È il primo Pokémon leggendario apparso nell'anime Pokémon, oltre ad essere il primo Pokémon della seconda generazione visto dall'allenatore Ash Ketchum nel primo episodio della serie animata.[1]

Ho-Oh compare nella copertina dei videogiochi Pokémon Oro e Pokémon Oro HeartGold.[2] Al Pokémon leggendario è associato l'oggetto Ceneremagica.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome giapponese, ホウオウ Houou, deriva da 鳳凰 Hōō (fenice, Fenghuang).

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Homa

Ho-Oh è basato sull'Homa. Potrebbe essere inoltre ispirato alla fenice o al Fenghuang. Ha inoltre caratteristiche del corvo a tre zampe o del Simurg. Il suo aspetto ricorda inoltre l'Achiyalabopa.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Questo Pokémon non possiede evoluzioni o pre-evoluzioni.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Oro/HeartGold: Narra la leggenda che questo Pokémon sorvoli instancabilmente il mondo con splendide ali dai sette colori.
  • Argento/RossoFuoco/SoulSilver/X: Narra la leggenda che il suo corpo brilli di sette colori. Volando lascia un arcobaleno dietro di sé.
  • Cristallo: Può mostrarsi ad un allenatore puro di cuore spiegando le ali, che hanno i colori dell'arcobaleno.
  • VerdeFoglia: Narra la leggenda che questo Pokémon sorvoli instancabilmente il mondo con splendide ali dai sette colori.
  • Rubino/Zaffiro: Il piumaggio di Ho-Oh brilla in sette colori a seconda dell'angolazione dei raggi luminosi. Si dice che le sue piume portino felicità a chi le possiede. Si narra che viva ai piedi di un arcobaleno.
  • Smeraldo: Il piumaggio di Ho-Oh emana sette colori a seconda dell'angolazione dei raggi. Si dice che le sue piume portino felicità e che viva ai piedi di un arcobaleno.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2: Le sue piume sono di sette colori. Si dice che chiunque lo veda sarà per sempre felice.
  • Y: Può mostrarsi a un Allenatore puro di cuore spiegando le ali, che hanno i colori dell'arcobaleno.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Ho-Oh selvatico

Nei videogiochi Pokémon Oro e Argento, Pokémon Cristallo e Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver Ho-Oh è disponibile all'interno della Torre Campana[3], situata ad Amarantopoli.

Per catturare il Pokémon leggendario è necessario lo strumento Ala d'Iride (Rainbow Wing), ottenibile dal manager della stazione radio di Fiordoropoli[4], da un uomo situato nella città di Plumbeopoli[5] o dal guardiano della torre dopo aver catturato i tre Pokémon leggendari Raikou, Entei e Suicune[6].[7][8]

Nei videogiochi Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia e Pokémon Smeraldo Ho-Oh è ottenibile al livello 70 all'interno del Monte Cordone, l'ottava isola del Settipelago, raggiungibile solamente con lo strumento Biglietto Mistero (Mysticticket). Sull'isola è inoltre presente il Pokémon leggendario Lugia.[9][10]

In Pokémon X e Y Ho-Oh può partecipare alle Lotte Aeree.[11] Nella versione Rubino Omega è possibile catturare Ho-Oh nei pressi di Ciclamare se si è in possesso dello strumento Campana Chiara.[12]

Nel videogioco Pokémon Colosseum è possibile ottenere Ho-Oh purificando ogni Pokémon ombra nella Modalità Storia (Story Mode) e in seguito usando il party con cui il giocatore ha completato questa modalità per vincere l'equivalente di Mt. Battle per la Modalità Storia (non è necessario usare un party di Orre). È possibile importare Pokémon da Rubino, Zaffiro, Smeraldo, Rosso Fuoco o Verde Foglia per utilizzarli nella Modalità Storia.

In Pokémon Mystery Dungeon: Squadra Rossa e Squadra Blu Ho-Oh si trova al quarantesimo piano del Monte Remoto (Mt. Faraway). Il Pokémon è anche disponibile in Pokémon Mystery Dungeon: Esploratori del Tempo e Esploratori dell'Oscurità all'interno del Monte Mistral (Mt. Mistral) disponendo di Lastraenigma (Secret Slab) o di Pezzoenigma (Mystery Part).

Infine Ho-Oh è presente in una delle Poké Ball del videogioco Super Smash Bros. Melee. Una volta liberato, Ho-Oh volerà lungo lo schermo utilizzando l'attacco Magifuoco.

Informazioni[modifica | modifica wikitesto]

Altro disegno di Ho-Oh, presente nella custodia e nella cartuccia di Pokémon Oro

La storia di Ho-Oh viene narrata sia nei videogiochi che nel corso della serie animata. In Oro e Argento un Saggio racconta al protagonista:

(EN)

«When the BRASS TOWER burned down, three nameless POKEMON were said to have perished. It was tragic. However... A rainbow-colored POKEMON... In other words... HO-OH descended from the sky and gave new life to the three POKEMON. They are...SUICUNE, ENTEI and RAIKOU.»

(IT)

«Quando la Torre d'Ottone venne bruciata, si disse che perirono tre Pokémon senza nome. Fu tragico. Tuttavia... Un Pokémon color arcobaleno... In altre parole... Ho-Oh discese dal cielo e diede una nuova vita ai tre Pokémon. Loro erano... Suicune, Entei e Raikou

(Primo Saggio della Torre di Latta[13])

Un altro personaggio racconta in Cristallo come avvenne l'incendio e che la Torre d'Ottone, una volta estinto il fuoco, prese in nome di Torre Bruciata:

(EN)

«However... About 150 years ago, a lightning bolt struck one of the TOWERS. It was engulfed in flame that raged for three days. A sudden downpour finally put out the blaze. And that is how the BURNED TOWER came to be.»

(IT)

«Circa 150 anni fa, un fulmine colpì una delle due torri. Fu divorata dalle fiamme che infuriarono per tre giorni. Un acquazzone improvviso finalmente pose fine all'incendio. Ed è così come divenne la Torre Bruciata.»

(Saggio Masa ad Amarantopoli[13])

L'unione tra i tre Pokémon leggendari Raikou, Entei e Suicune (rispettivamente di tipo Elettro, Fuoco ed Acqua) ed Ho-Oh viene ancora evidenziata nel passaggio:

(EN)

«The legendary POKEMON are said to embody three powers... The lightning that struck the TOWER. The fire that burned the TOWER. And the rain that put out the fire...»

(IT)

«Si dice che il Pokémon leggendario incarni tre poteri... Il fulmine che colpì la torre. Il fuoco che bruciò la torre. E la pioggia che spense il fuoco...»

(Terzo Saggio della Torre di Latta[13])

Ceneremagica[modifica | modifica wikitesto]

La Ceneremagica (せいなるはい Sacred Ash?), o Magicenere, è uno strumento in grado di far recuperare i Punti Salute a tutti i Pokémon in squadra. Nei videogiochi ambientati a Johto ed in Pokémon Colosseum il Pokémon leggendario Ho-Oh sarà in possesso dell'oggetto. È inoltre possibile ottenere lo strumento all'interno del Monte Cordone, sconfiggendo Mew in Pokémon XD: Tempesta Oscura o lungo il Percorso 2 nei titoli della quarta generazione.[14][15]

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Ho-Oh può apprendere numerose mosse di Fuoco come Giornodisole e Fuocobomba. Oltre ad utilizzare attacchi di tipo Volante tra cui Raffica e Baldeali, il Pokémon impara naturalmente le mosse Psico Extrasenso, Divinazione e Calmamente.

Condivide con Lugia gli attacchi Punizione (Buio), Forzantica (Roccia) ed Aeroattacco (Volante), a cui si aggiungono mosse di tipo Normale tra cui Palla Clima e Dononaturale.

Ho-Oh può apprendere le mosse MN Volo, Forza, Flash, Scacciabruma e Spaccaroccia.

Nel gioco di carte collezionabili Ho-Oh è in grado di utilizzare l'attacco Fiammabaleno (レインボーバーン Rainbow Burn?).

Magifuoco[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla sesta generazione Ho-Oh è stato l'unico Pokémon in grado di apprendere la mossa di tipo Fuoco Magifuoco (せいなるほのお Sacred Fire?). L'attacco di Potenza 100, Precisione 95% e con 5 Punti Potenza (PP) ha il 50% di probabilità di causare lo status Scottatura.[16] Nelle versioni X, Y, Rubino Omega e Zaffiro Alpha l'attacco può essere utilizzato dal Pokémon leggendario Entei.[17]

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Ho-Oh appare per la prima volta al termine dell'episodio L'inizio di una grande avventura (Pokémon, I Choose You!) in cui Ash Ketchum scorge un grande uccello dorato.[18] Quando consulta il suo Pokédex, gli viene spiegato che non sono disponibili informazioni sulla creatura, aggiungendo che esistono molti Pokémon non ancora identificati.[19]

In I campanelli rubati (For Ho-Oh the Bells Toll) Ash viene a conoscenza del nome e della storia del Pokémon da Angelo, capopalestra di Amarantopoli, e da Eugenius, esperto di Pokémon leggendari, in particolare di Suicune.[20]

Il ragazzo avvista di nuovo Ho-Oh nel corso di Addii e partenze (Gotta Catch Ya Later!), quando si appresta a partire per la regione di Hoenn.[21] È inoltre apparso in Il Leggendario Ho-Oh (Battling the Enemy Within)[1][22] e nel sesto episodio di Pokémon Generazioni, Il ritorno.

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Ho-Oh appare in 11 carte, prevalentemente di tipo Fuoco, appartenenti a 7 set:[23][24]

  • Neo Revelation (due carte, una delle quali Olografica, l'altra di tipo Incolore)
  • Skyridge (Olografica di tipo Incolore)
  • EX Forze Segrete (due carte, una delle quali Ho-Oh ex)
  • Prodigi Segreti (Olografica)
  • HeartGold & SoulSilver (come Ho-Oh LEGGENDA)
  • Richiamo delle Leggende (due carte Olografiche, una delle quali Pokémon Shiny)
  • Stirpe dei Draghi (due carte come Ho-Oh-EX)

Il Pokémon è visibile nella carta Energia Fuoco di HeartGold & SoulSilver.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ho-Oh (anime) da Bulbapedia
  2. ^ (EN) Scopri le star delle copertine dei giochi Pokémon!, su Nintendo, 23 settembre 2016.
  3. ^ Torre di Latta nei titoli della seconda generazione
  4. ^ In Pokémon Oro e Pokémon Oro HeartGold.
  5. ^ In Pokémon Argento e Pokémon Argento SoulSilver.
  6. ^ In Pokémon Cristallo.
  7. ^ (EN) Rainbow Wing da Serebii.net
  8. ^ (EN) Pokémon Heart Gold & Soul Silver - Legendary Pokémon
  9. ^ (EN) Pokémon Emerald Legendaries
  10. ^ (EN) Nintendo Events
  11. ^ (EN) Pokémon X & Y - Sky Battles da Serebii.net
  12. ^ (EN) Pokémon Omega Ruby & Alpha Sapphire - Legendary Pokémon da Serebii.net
  13. ^ a b c (EN) Pokemon Gold/Silver/Crystal Game Script
  14. ^ (EN) Sacred Ash da Serebii.net
  15. ^ (EN) Sacred Ash da Bulbapedia
  16. ^ (EN) Sacred Fire da Serebii.net
  17. ^ (EN) Sacred Fire, su Attackdex XY, Serebii.net.
  18. ^ (EN) Episode 001 - Pokémon I Choose You da Serebii.net
  19. ^ (EN) EP001 da Bulbapedia
  20. ^ (EN) Episode 229 - For Ho-oh the Bells Toll da Serebii.net
  21. ^ (EN) Episode 275 - Gotta Catch Ya Later! da Serebii.net
  22. ^ (EN) Episode 454 - Battling the Enemy Within da Serebii.net
  23. ^ (EN) Ho-Oh (TCG) da Bulbapedia
  24. ^ (EN) #250 Ho-Oh - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 89, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 132, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 155, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 138, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 456, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 315, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 323, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon