Henry Rathbone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Henry Rathbone (Albany, 1º luglio 1837Norimberga, 14 agosto 1911) è stato un diplomatico e militare statunitense, famoso per essere stato presente all'assassinio di Abraham Lincoln.

Da sinistra e destra: Henry Rathbone, Clara Harris, Mary Todd Lincoln, Abraham Lincoln e John Wilkes Booth.

Era figlio di Jared L. Rathbone, un mercante e uomo d'affari, che in seguito divenne sindaco della città. L'11 luglio 1867 sposò la sorellastra Clara Harris, un legame piuttosto insolito poiché il padre di lei aveva in precedenza sposato la madre di Rathbone; dall'unione nacquero tre figli.

Insieme a Clara, ai tempi fidanzati, Rathbone fu presente all'assassinio di Abraham Lincoln, del quale erano amici; dopo l'omicidio del presidente, tentò invano di ostacolare e sopraffare John Wilkes Booth, ma l'assassino di Lincoln ebbe la meglio su Rathbone sul quale gli affondò un coltello sulla testa e su un braccio, senza però causargli lesioni fatali.

Nel 1882, Rathbone fu nominato Console degli Stati Uniti presso la Provincia di Hannover (in Germania), dove la famiglia si trasferì. Studiò legge presso l'Union College.

Nel 1883, Rathbone subì un deterioramento mentale e finì per uccidere la moglie a coltellate il 23 dicembre, prima di girare il coltello su sé stesso in un tentativo di suicidio. Salvatosi, Rathbone venne giudicato folle e impegnato in un manicomio in Germania, dove morì nel 1911. I loro figli andarono a vivere con lo zio, William Harris.

Suo figlio maggiore, Henry Riggs Rathbone (1870-1928), divenne membro del Congresso per lo Stato dell'Illinois.

Rathbone oggi riposa nel cimitero cittadino di Engesohde, ad Hannover.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN33685497 · LCCN (ENn94033155