Guido d'Ivrea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marchesato d'Ivrea-
Dinastia degli Anscarici
Ivrea-Stemma.png
Figli
Figli
Figli
Figli
Figli

Guido d'Ivrea (94025 giugno 965) fu Marchese d'Ivrea dal 951 al 965.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Berengario II d'Italia e Willa III d'Arles, fratello di Adalberto II e Corrado, venne investito della marca d'Ivrea dopo la salita al trono del padre e del fratello Adalberto al trono d'Italia.

Combatté con Berengario ed Adalberto contro l'imperatore Ottone I di Sassonia. Berengario ed Adalberto nel 963, dopo una strenua resistenza si ritirarono presso la fortezza di San Leo. Berengario venne catturato e Adalberto fuggì a Fraxinetum nel sud della Francia che a quel tempo era sotto il dominio saraceno. Da lì raggiunse la Corsica.

Anche la moglie di Berengario, Willa (che nel frattempo si era asserragliata nella fortezza del lago d'Orta), venne catturata e con il marito trasferita a Bamberga dove morirono.

L'imperatore ridimensionò la marca d'Ivrea e ne mise a capo Guido. Nel 964, Adalberto tornò in Italia e con l'aiuto di Guido e Corrado, cercò di riappropriarsi della corona.

Nel 965 in seguito agli scontri con l'esercito svevo guidati dal duca di Svevia Bucardo III, Guido rimase ucciso ed Adalberto si ritirò definitivamente in Borgogna.

Predecessore Marchese d'Ivrea Successore Corona de marqués.svg
Adalberto II 951 - 965 Corrado d'Ivrea

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabiani N., Asti nei principali suoi ricordi storici vol 1, 2,3. Tip. Vinassa 1927-1934

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie