Gröstl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gröstl
Tiroler Gröstl Herrsching.jpg
Origini
Altri nomiGröstel[1]
Luoghi d'origineItalia Italia
Austria Austria
RegioneTrentino-Alto Adige
Zona di produzioneTirolo
Dettagli
Categoriasecondo piatto
Ingredienti principali
  • patate
  • burro
  • carne
  • cipolle
[2]
VariantiInnsbrucker Gröstl, Kalbsgröstl

Il Gröstl ['grœʃtəl] o Tiroler Gröstl (dal tedesco rösten, abbrustolire), in ladino e dialetto trentino patate rostide, è un piatto tipico del Tirolo storico (oggi quindi della cucina trentina, cucina altoatesina e del Land Tirolo)[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gröstl con uova all'occhio di bue (Gröstl mit Spiegeleier)

Nella sua versione più semplice consiste in Röstkartoffeln (patate prima lessate e poi ripassate in padella con le cipolle soffritte nel burro) arricchite con avanzi di carne: un tipico piatto destinato al riciclo degli avanzi, alla stregua dei canederli.

Le versioni più elaborate prevedono una preparazione al forno, nella quale la carne non è ricavata da avanzi, ma appositamente preparata. La carne è tipicamente collo di maiale, ma esistono varianti che impiegano carne bovina (Herrengröstl, "gröstl dei signori") oppure castrato (talvolta chiamato Innsbrucker Gröstl, ovvero "gröstl di Innsbruck"). Talvolta, al posto della carne, si impiegano würstel.

Spesso viene accompagnato da uova all'occhio di bue, o insalata di cavoli cappucci.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anthony Haywood, Caroline Sieg, Kerry Christiani, Austria, EDT srl, 2011, p. 430, ISBN 88-6040-766-4.
  2. ^ Rosticciata “Gröstl“, su Tirolo austriaco. URL consultato il 20/4/2015.
  3. ^ Grostl, metti il Tirolo in tavola!, su amando.it. URL consultato il 20/4/2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]