Glycyrrhiza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Glycyrrhiza
Illustration Glycyrrhiza glabra0.jpg
Glycyrrhiza glabra,
la liquirizia comune
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Tribù Galegeae
Genere Glycyrrhiza
L., 1753
Specie

vedi testo

Glycyrrhiza L., 1753 è un genere di piante della famiglia delle Fabacee (o Leguminose)[1] che comprende erbe perenni, più o meno lignificate in forma di frutici o piccoli arbusti.

Tra le varie specie, particolarmente nota è Glycyrrhiza glabra, la liquirizia comune.

Il nome viene dalle parole greche γλυκύς (glykýs, dolce) e ῥἰζα (rhiza, radice).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Radici troncate di Glycyrrhiza glabra

Il genere Glycyrrhiza comprende erbe perenni piuttosto alte (fino a un metro circa), che possono ricordare piccoli arbusti (frutici).

Le foglie sono composte, imparipennate, con un numero di foglioline variabile da tre a quindici secondo le specie.

I fiori sono irregolari e hanno il tipico aspetto dei fiori delle Faboideae (corolla "papilionacea"). Sono riuniti in infiorescenze all'ascella delle foglie. I colori più comuni sono il viola e il bianco, con le relative sfumature intermedie.

I frutti sono baccelli con pochi semi.

La radice è costituita da un grosso rizoma, che può raggiungere anche due metri. È la radice che viene sfruttata in erboristeria e in pasticceria per i suoi principi attivi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Glycyrrhiza è rappresentato nei climi temperati di tutti i continenti (esclusa l'Africa meridionale).

In Italia sono presenti, allo stato spontaneo, due specie[2]: Glycyrrhiza glabra e Glycyrrhiza echinata, quest'ultima limitata all'Italia meridionale.

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Da sempre attribuita alla famiglia delle Leguminose o Fabacee, il genere Glycyrrhiza viene collocato nella tribù delle Galegee.

L'International Legume Database & Information Service (ILDIS) riconosce come valide le seguenti specie:[3]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Molte specie di questo genere sono state usate in erboristeria nonché nella produzione di liquori e dolciumi. La parte che viene usata è la radice.

In Europa è tradizionale l'uso di Glycyrrhiza glabra, mentre nella tradizione cinese prevale l'uso di Glycyrrhiza uralensis, la liquirizia cinese (anche se non è ignota la stessa G. glabra nonché G. inflata). G. uralensis è inclusa nella lista delle 50 erbe fondamentali della medicina tradizionale cinese.

La liquirizia americana (Glycyrrhiza lepidota) era usata dagli Indiani d'America per scopi medicinali[4]; in genere veniva usata la radice, ma i Dakota ne usavano anche le foglie. Oggi in America viene usata più che altro come pianta foraggera, analoga all'erba medica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Glycyrrhiza, in The Plant List. URL consultato il 30 marzo 2015.
  2. ^ Specie di Glycyrrhiza, su Flora Italiana. URL consultato il 14 aprile 2015.
  3. ^ (EN) Glycyrrhiza, su ILDIS World Database of Legumes. URL consultato il 14 aprile 2015.
  4. ^ (EN) American Licorice (Glycyrrhiza lepidota Pursch.) (PDF), U.S. Department of Agriculture (USDA). URL consultato il 14 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]