Giovanni De Stefanis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Destefanis
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1948
Carriera
Squadre di club
1938 Individuale
1939 C.C. Venaria Reale
1940 Dopolavoro Bemberg
Gerbi
1941-1943 Bianchi
1944 Benotto
U.S. Ausonia Torino
1945 U.S. Ausonia Torino
1946 Bianchi
1947-1948 Viscontea
 

Giovanni De Stefanis (Castellinaldo, 9 luglio 1915Agliano Terme, 23 ottobre 2006) è stato un ciclista su strada italiano, professionista tra il 1938 ed il 1948.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Corse per la C.C. Venaria Reale, la Gerbi, la Dopolavoro Mater, la Bamberg, la Bianchi, la Benotto - U.S. Azzini e la Viscontea, distinguendosi come scalatore.

Vinse a Cuorgnè nel 1938, ad Asti nel 1940, la Schio-Cimone di Tonezza e la Trento-Monte Bondone nel 1941 e nel 1942 e la Coppa Marcello Sacchetto nel 1944. Fu ottavo al Giro d'Italia 1940 nel quale si aggiudicò la Maglia bianca[senza fonte], terzo al Giro dell'Umbria del 1939, dietro Giordano Cottur e Vasco Bergamaschi, ed al Giro di Romagna del 1946, dietro Fausto Coppi e Vito Ortelli.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1938 (individuale, una vittoria)
Coppa Città di Cuorgnè
  • 1940 (Gerbi, una vittoria)
Coppa Città di Asti
  • 1941 (Bianchi, due vittorie)
Schio-Cimone di Tonezza
Trento-Monte Bondone
  • 1942 (Bianchi, due vittorie)
Schio-Cimone di Tonezza
Trento-Monte Bondone
  • 1944 (Benotto, una vittoria)
Coppa Marcello Sacchetto - San Damiano d'Asti

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1940: 8º
1946: 21º
1947: 13º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

1940: 46º
1941: 24º
1942: 8º
1943: 17º
1946: 30º
1938: 25º
1940: 33º
1941: 11º
1945: 13º
1947: 44º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Valkenburg 1938 - In linea: 16º (cat. Dilettanti)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Mazzocco, Il gregario di Fausto. Vita sportiva di Giovanni Destefanis, Empoli, 2001, Geo Edizioni

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]