Giovanni Bersani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Bersani
Giovanni Bersani.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature I, II, III, IV, V, VI
Gruppo
parlamentare
DC
Collegio Bologna
Incarichi parlamentari
  • I
    • membro della I commissione affari interni (11 giugno 1948 - 1º luglio 1949)
    • membro della II commissione affari esterni (8 ottobre 1952 - 24 giugno 1953)
    • membro della X commissione industria e commercio (1º luglio 1949 - 8 ottobre 1952)
    • membro della commissione speciale per l'esame e l'approvazione dei disegni di legge sulla stampa (C. nn. 223 e 227) (14 marzo 1949 - 24 giugno 1953)
    • membro della commissione parlamentare consultiva per l'ente per la colonizzazione del delta padano (21 giugno 1951 - 24 giugno 1953)
  • II
    • membro della XI commissione lavoro e previdenza sociale (1º luglio 1953 - 11 giugno 1958)
    • membro della giunta per i trattati di commercio e la legislazione doganale (6 ottobre 1953 - 11 giugno 1958)
  • III
    • membro della IV commissione giustizia (1º luglio 1959 - 30 giugno 1962)
    • membro della VI commissione finanze e tesoro (1º luglio 1962 - 15 maggio 1963)
    • membro della XI commissione agricoltura e foreste (12 giugno 1958 - 30 giugno 1959)
    • membro della commissione speciale per l'esame delle proposte di legge nn. 82 e 945 e della proposta di inchiesta parlamentare n. 1797, concernenti le abitazioni della gente rurale (22 luglio 1959 - 15 maggio 1963)
    • membro della commissione parlamentare per il parere sulle norme di cui agli articoli 31 e 32 della legge 2 giugno 1961, n. 454, concernente il piano quinquennale per lo sviluppo dell'agricoltura (12 dicembre 1961 - 15 maggio 1963)
    • membro della rappresentanza della Camera nell'assemblea parlamentare europea (15 dicembre 1960 - 15 maggio 1963)
  • IV
    • membro della I commissione affari costituzionali (21 gennaio 1965 - 4 giugno 1968)
    • membro della V commissione bilancio e partecipazioni statali (1º luglio 1963 - 20 gennaio 1965)
  • V
    • membro della III commissione esteri (10 luglio 1968 - 24 maggio 1972)
    • membro della rappresentanza della Camera nel parlamento europeo (21 gennaio 1969 - 24 maggio 1972)
  • VI
    • membro della III commissione esteri (26 giugno 1972 - 7 luglio 1973)
    • membro della XI commissione agricoltura e foreste (25 maggio 1972 - 4 luglio 1976)
    • membro della rappresentanza della Camera nel parlamento europeo (26 ottobre 1972 - 4 luglio 1976)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature VII
Gruppo
parlamentare
Democrazia Cristiana
Collegio Cuneo - Saluzzo
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza e in scienze politiche
Professione Impiegato

Giovanni Bersani (Bologna, 22 luglio 1914Bologna, 24 dicembre 2014[1]) è stato un politico italiano.

Esponente della Democrazia Cristiana, è stato membro del Parlamento italiano e del Parlamento europeo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Bologna e lì laureatosi in Giurisprudenza, dal 1943 combatte nella Resistenza italiana fra le formazioni cattoliche nel territorio bolognese[2]. Dopo la fine della Guerra, entra nel Parlamento italiano dalla prima legislatura. Fu poi tra i fondatori del Movimento Cristiano Lavoratori, vicepresidente delle ACLI[3], deputato per sei legislature e senatore per una. Fu sottosegretario al Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale nel Governo De Gasperi VII nel periodo 1952-1953.

Nel 1972 fondò il CEFA (Comitato Europeo per la Formazione e l'Agricoltura),[4] ONG di cooperazione allo sviluppo con sede a Bologna e che da allora opera nei paesi dell'Africa subsahariana, balcanici e dell'America Latina.

Membro del Parlamento europeo dal 1960, è stato eletto alle elezioni europee del 1979 per le liste della DC e riconfermato nel 1984. È stato vicepresidente della commissione per lo sviluppo e la cooperazione, membro della commissione per le relazioni economiche esterne e della delegazione alla commissione parlamentare mista CEE-Turchia. Aderì dapprima al gruppo democratico cristiano, successivamente al gruppo parlamentare del Partito Popolare Europeo. Principale promotore dell'Associazione Fondazione Nord Sud[5], che nel 2014 assumerà il suo nome.

Nel 1980 gli viene conferito il "Premio Africa" dal Consiglio africano dei Capi di Stato; nel 1999 viene insignito della Medaglia d'oro al merito cooperativo[2].

Nel 2004 il consiglio regionale dell'Emilia-Romagna approvò una risoluzione per chiedere alle istituzioni locali di attivarsi per presentare una segnalazione in favore della nomina di Giovanni Bersani a senatore a vita, descrivendolo come chi ha dedicato la sua vita ai più deboli nelle sedi istituzionali e nel ruolo di volontariato internazionale.[6]

Il 29 settembre 2008 il Comune di Medicina gli ha conferito la cittadinanza onoraria.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN261406090 · ISNI: (EN0000 0003 8155 8032