Gianfranco Mingozzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gianfranco Mingozzi (Molinella, 5 aprile 1932Roma, 7 ottobre 2009) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Passa l'adolescenza presso il paese d'origine, San Pietro Capofiume, una frazione di Molinella, in provincia di Bologna.

Si laurea in legge e si diploma poi al Centro sperimentale di cinematografia di Roma. È assistente alla regia di Federico Fellini in La dolce vita (1960), in cui compare anche come attore.

Successivamente comincia a realizzare documentari, e ottiene diversi riconoscimenti tra cui il Leone d'oro al Festival di Venezia[1] e la selezione agli Oscar del 1966 per Con il cuore fermo, Sicilia (1965), per il suo lavoro di documentarista.

Ha realizzato anche qualche film a soggetto: Trio (1967), Sequestro di persona (1968), La vita in gioco (Morire a Roma) (1972), Flavia, la monaca musulmana (1974), Fantasia, ma non troppo, per violino (1976), La vela incantata (1983, ispirato ai ricordi d'infanzia), L'iniziazione (1987), L'appassionata e Il frullo del passero (1988), Tobia al caffè (2000).

Lascia parte del suo archivio cinematografico alla Cineteca di Bologna, che gli dedica un fondo [2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nello spazio di pochi chilometri dalla città d'origine di Mingozzi - per la precisione nella frazione Guarda - ha avuto i natali anche l'attore Gabriele Tinti, al quale Mingozzi intendeva dedicare un documentario biografico[3].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gli uomini e i tori (1959)
  • Via dei Piopponi (1962)
  • I mali mestieri (1963)
  • Il sole che muore (1964)
  • Per un corpo assente (1968)

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Festa a Pamplona (1959)
  • Tarantula (1962)
  • Le finestre (1962)
  • Il putto (1963)
  • Notte su una minoranza (1964)
  • Al nostro sonno inquieto (1964)
  • Con il cuore fermo, Sicilia (1965)
  • Michelangelo Antonioni storia di un autore (1966)
  • Corpi (1969)
  • Mille e una vita (1978)
  • Il tuffatore (1979)
  • Sulla terra del rimorso (1982)
  • L'ultima diva: Francesca Bertini (1982)
  • Bellissimo: Immagini del cinema italiano (1985)
  • La terra dell'uomo (1986)
  • Arriva Frank Capra (1986)
  • Giorgio/Giorgia - Storia di una voce (2008)
  • Noi che abbiamo fatto la dolce vita (2009)

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Saggi[modifica | modifica wikitesto]

  • La vita in gioco, Cooperativa Prove 10, 1976
  • con Claudio Barbati e Annabella Rossi, Profondo Sud. Viaggio nei luoghi di Ernesto De Martino a vent'anni da 'Sud e Magia', Feltrinelli, 1978
  • La vela incantata, ERI, 1982
  • Dolce Dolce vita. Immagini da un set di Federico Fellini, Giorgio Amad' Studio Menna editore, 1999

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Centro Sperimentale di Cinematografia - Il Centro Sperimentale di Cinematografia ricorda Gianfranco Mingozzi, su www.fondazionecsc.it. URL consultato l'11 gennaio 2018.
  2. ^ Fondo Gianfranco Mingozzi - Cineteca di Bologna, su www.cinetecadibologna.it. URL consultato l'11 gennaio 2018.
  3. ^ Gianfranco Mingozzi - Cinematografo, in Cinematografo. URL consultato l'11 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La terra dell'uomo. Storie e immagini su Danilo Dolci e la Sicilia, a cura di Sebastiano Gesù, Kurumuny, Martignano Lecce, 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN18114202 · ISNI: (EN0000 0000 7824 4532 · SBN: IT\ICCU\RAVV\016827 · LCCN: (ENn78006611 · GND: (DE122775570 · BNF: (FRcb139878282 (data)