Flavia, la monaca musulmana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Flavia, la monaca musulmana
Flavia, la monaca musulmana, Florinda Bolkan e Guido Celano.png
Una scena del film con gli attori Florinda Bolkan e Guido Celano.
Titolo originaleFlavia, la monaca musulmana
Paese di produzioneItalia, Francia
Anno1974
Durata100 min
Generedrammatico, erotico
RegiaGianfranco Mingozzi
SoggettoRaniero Di Giovanbattista, Sergio Tau, Francesco Vietri
SceneggiaturaGianfranco Mingozzi, Fabrizio Onofri, Sergio Tau
FotografiaAlfio Contini
MontaggioRuggero Mastroianni
MusicheNicola Piovani
ScenografiaGuido Josia
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Flavia, la monaca musulmana è un film del 1974 diretto da Gianfranco Mingozzi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

1480. Dopo una gioventù traumatica, Flavia entra in convento per volere del padre che la fa seguire dall'ebreo Abraham come segretario e uomo di fiducia. Gli orrori e le tragedie del mondo induriscono l'animo di Flavia e la portano a proclamare la superiorità delle donne sugli uomini, crudeli e ignoranti. Così si allea con le truppe musulmane che, durante la Battaglia di Otranto, sbarcano a Otranto e mettono la città a ferro e fuoco e con il loro capo Amhed, da cui riceve una terra per un incontro amoroso, e che incoraggia a trucidare suore, frati e soldati che si sono opposti allo sbarco. Flavia capeggia la rivolta contro i cristiani, ma dopo aver rifiutato di entrare nell'harem di Amhed viene da questi abbandonata sulla spiaggia, mentre i Saraceni partono. Viene quindi catturata dai cristiani, che le pongono al collo una croce e la fanno avviare verso un colle dove avverrà il supplizio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato girato in Puglia, in particolare nelle località di Trani (presso la cattedrale), Barletta (presso il castello per la battaglia finale e la tortura) e Ostuni.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda del film di Apulia film commission.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]