Giacinto Arcangeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giacinto Arcangeli
vescovo della Chiesa cattolica
Bishop Giacinto Arcangeli.jpg
Arcangeli-stemma.jpg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Asti (1898-1909)
 
Nato13 febbraio 1833 a Sarnico
Ordinato presbitero22 dicembre 1854
Nominato vescovo28 novembre 1898 da papa Leone XIII
Consacrato vescovo8 dicembre 1898 dal cardinale Antonio Agliardi
Deceduto6 febbraio 1909 (75 anni) ad Asti
 

Giacinto Arcangeli (Sarnico, 13 febbraio 1833Asti, 6 febbraio 1909) è stato un vescovo cattolico italiano. È stato vescovo di Asti tra il 1899 ed il 1908, principe della Chiesa di Asti.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Sarnico sul lago d'Iseo, venne ordinato sacerdote il 22 dicembre 1854.

Insegnò storia e filosofia per più di un ventennio e divenne canonico teologo e poi canonico arcidiacono nel 1877.

Nel 1880 venne eletto vicario capitolare ed in seguito vicario generale della diocesi di Bergamo.

Nel concistoro del 28 novembre 1898 fu preconizzato da papa Leone XIII come vescovo di Asti e l'8 dicembre dello stesso anno fu consacrato nella chiesa delle Figlie del S.Cuore a Roma.

Sotto l'episcopato del vescovo Arcangeli nasce il giornale La Gazzetta d'Asti, un nuovo periodico religioso, cattolico, politico e amministrativo che nella pagina d'apertura contiene un articolo del nuovo vescovo astigiano[1].

Il 22 agosto 1901, il vescovo indisse la prima "Adunanza diocesana astese", rivolta a rafforzare e consolidare il movimento sociale cattolico astigiano, nel periodo della nascita dei movimenti cattolico-democratico-sociali in Italia che confluiranno con la nascita della Democrazia Cristiana.

Nell'astigiano, la nascita di questi movimenti cattolici, presero piede principalmente nel settore agricolo influenzato anche dalla maggior parte del clero astigiano che era di estrazione contadina[2].

Genealogia episcopale e successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G.Visconti, La Diocesi di Asti tra '800 e '900, Asti 1995, p. 295
  2. ^ G.Visconti, La Diocesi di Asti tra '800 e '900, Asti 1995, p. 296

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gaspare Bosio, Storia della Chiesa di Asti, Asti 1894
  • Lorenzo Gentile, Storia della Chiesa di Asti, Asti 1934
  • Vanna Mazzaroli, Paolo Maurizio Caissotti Vescovo di Asti, Asti 1974
  • Ughelli, in Italia Sacra, Astenses Episcopi, Venezia 1719
  • Guglielmo Visconti, Diocesi di Asti e Istituti di vita religiosi, Asti 2006
    • La Diocesi di Asti tra '800 e '900, Asti 1995
    • Storia di Fede e di Fatiche, la Diocesi di Asti nell'800 e nel '900, Asti 1993

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Asti Successore BishopCoA PioM.svg
Giuseppe Ronco 28 novembre 1898 - 6 febbraio 1909 Luigi Spandre
Controllo di autoritàVIAF (EN88628759