Geraniaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Geraniaceae
Geranium molle-02 (xndr).jpg
Geranium molle
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Geraniales
Famiglia Geraniaceae
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Rosidi
Ordine Geraniales
Famiglia Geraniaceae
Generi

vedi testo

Le Geraniaceae sono una famiglia di piante angiosperme dicotiledoni erbacee o arbustive a ciclo vitale annuo o perenne.[1]
È la famiglia a cui appartengono i gerani selvatici (genere Geranium) e quelli coltivati (cioè il genere africano Pelargonium).
È una famiglia a distribuzione cosmopolita.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le specie hanno fusti nodosi e foglie di forma variabile, per lo più palmato-composte, di norma stipolate, a disposizione alterna od opposta. Hanno fiori a simmetria per lo più raggiata (Pelargonium mostra un debole zigomorfismo), solitari o in infiorescenze, con 5 sepali, 5 petali, 10 stami.

Caratteristica della famiglia è il tipico frutto allungato (uno schizocarpo con cinque singoli loculi, detti pericarpi, contenenti ognuno un seme) che ricorda la testa di un uccello.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia, come da regole di nomenclatura internazionale, prende il nome dal genere più importante (Geranium), dal greco géranos = gru, per la forma dei frutti.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Alla famiglia Geraniaceae appartengono:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Geraniaceae, su theplantlist.org.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4183425-2
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica