GARR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
GARR, Rete italiana dell'istruzione e della ricerca
GARR logo.svg
Abbreviazione GARR
Tipo Organizzazione non a scopo di lucro
Fondazione 2002[1]
Fondatore MIUR, CNR, ENEA, INFN, Fondazione CRUI
Scopo Fornire connettività ad altissime prestazioni alla comunità dell'istruzione, della ricerca e della cultura
Sede centrale Italia Roma
Presidente Sauro Longhi
Direttore Federico Ruggieri
Sito web 

GARR (Gruppo per l'Armonizzazione delle Reti della Ricerca) è il nome della rete italiana a banda ultralarga dedicata alla comunità dell'istruzione, della ricerca e della cultura.

La rete GARR, realizzata fin dal 1991, i cui i primi inizi risalgono agli anni '80, è gestita dal Consortium GARR, fondato nel 2002 con il patrocinio del Ministero dell’istruzione, dell'Università e della Ricerca. I soci fondatori sono: CNR, ENEA, INFN e Fondazione CRUI in rappresentanza di tutte le università italiane.

Ha sede in Roma,[2] dove è ubicato anche uno dei maggiori nodi della sua rete.

Compiti e funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il suo principale obiettivo è quello di fornire connettività ad altissime prestazioni e servizi innovativi alla comunità scientifica, accademica e della cultura favorendo la collaborazione internazionale attraverso l'interconnessione con le altre reti della ricerca e l'Internet mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rete GARR è nata dalla volontà di unificare e armonizzare le differenti reti informatiche precedentemente esistenti nei centri di ricerca e nelle università. La prima rete unica è stata realizzata nel 1991[3], grazie all'impegno del Gruppo per l'Armonizzazione della Rete della Ricerca (da cui deriva l'acronimo GARR), costituitosi alla fine degli anni '80 per rappresentare organicamente il mondo degli enti pubblici di ricerca e dell'università italiana.

L'attuale rete, che oggi implementa la banda ultralarga, è ideata e gestita dal Consortium GARR, fondato nel 2001 con il patrocinio del Ministero dell’istruzione e i cui soci fondatori sono: CNR, ENEA, INFN e Fondazione CRUI come rappresentanza di tutte le università italiane.

Organi[modifica | modifica wikitesto]

  • Direttore
  • Presidente
  • Consiglio di Amministrazione
  • Assemblea
  • Collegio Sindacale
  • Comitato Tecnico Scientifico

L'infrastruttura[modifica | modifica wikitesto]

Alla rete GARR sono connesse circa 1000 sedi su tutto il territorio nazionale per un totale di oltre 2 milioni di utenti finali tra docenti, studenti e ricercatori. Tutte le discipline di studio e ricerca sono rappresentate, in modo particolare GARR collega:

La rete si articola sul territorio con oltre 90 point of presence e dispone di un'infrastruttura in fibra ottica con capacità massima di 100 Gbit/s. L'interconnessione alla rete internet avviene attraverso un doppio collegamento a 100 Gbit/s verso la rete GÉANT (a cui GARR partecipa[4]) e con collegamenti multipli a 10 Gbit/s (complessivamente oltre 100 Gbit/s) verso le reti degli operatori commerciali Google, Cogent Communications e Level 3, oltre a vari collegamenti verso diverse reti regionali. Il peering è effettuato principalmente presso i punti di interscambio del MIX (40 Gbit/s), il NaMeX (20 Gbit/s), il TOP-IX (10 Gbit/s), il Tix (1 Gbit/s), il VSIX (1 Gbit/s) e il PIX (1 Gbit/s) rispettivamente a Milano, Roma, Torino, Firenze, Padova, Palermo.[5][6] Tutta la rete GARR ha implementato sia IPv4 che IPv6.

I servizi per gli utenti[modifica | modifica wikitesto]

GARR offre alla sua comunità di utenti una serie di servizi ad alto tasso di innovazione. Si tratta di servizi legati al funzionamento e l'utilizzo della rete, e altri di livello più applicativo destinati agli utenti finali.

  • Gestione della rete. GARR-NOC (Network Operations Center) è responsabile della gestione e del funzionamento dell'infrastruttura telematica. Tra le sue attività ci sono la gestione degli eventuali guasti, le attivazioni dei collegamenti, la raccolta e pubblicazione dei dati statistici di traffico. A questo scopo GARR ha realizzato la suite di monitoring GINS (GARR Integrated Network Suite) che è in grado di monitorare in tempo reale l'andamento della rete ad ogni livello dell'infrastruttura, semplificando la risoluzione dei problemi e consentendo l'interoperabilità con altri sistemi.
  • Domini, Indirizzi IP, DNS. GARR–LIR e GARR-NIC sono servizi per la registrazione dei domini .it e .eu e per l'assegnazione e gestione degli indirizzi IP.
  • Sicurezza informatica. GARR-CERT ha il compito di assistere gli utenti GARR in ambito di sicurezza informatica, gestendo gli incidenti e prevenendone il rischio.
  • Sicurezza informatica. GARR-SCARR è un nuovo servizio per effettuare test di vulnerabilità sulle macchine della rete GARR effettuando una serie di scansioni ripetute a richiesta.
  • Videoconferenza. GARR Vconf è il servizio di multivideoconferenza che permette di collegare fino a 80 sedi contemporaneamente. Il servizio è gratuito per tutti gli utenti della comunità accademica e della ricerca italiana.
  • Identità digitali. GARR IDEM AAI è l'infrastruttura di Autenticazione e Autorizzazione (AAI) che consente di semplificare l'accesso a risorse online grazie all'utilizzo di una procedura standard di autenticazione.
    La scelta di un approccio federato (Federazione IDEM) permette agli utenti delle organizzazioni che ne fanno parte di utilizzare le credenziali del proprio ufficio anche quando accedono a risorse di altre organizzazioni.
  • Wi-Fi in mobilità. eduroam è un servizio che, in ambito universitario e degli enti di ricerca, offre la possibilità di accedere a reti wireless in tutto il mondo senza dover richiedere credenziali specifiche all'organizzazione ospitante.
  • Personal data storage. GARRbox è il primo servizio di cloud storage riservato agli utenti della comunità italiana dell'istruzione e della ricerca e che garantisce che le risorse siano mantenute su server GARR localizzati in Italia.
  • Trasferimento file di grandi dimensioni. Filesender è un'applicazione web che permette agli utenti di inviare a qualsiasi destinatario, in modo facile e sicuro, file di grandi dimensioni, ovviando ai limiti solitamente imposti alla posta elettronica.
  • Certificati digitali. GARR-CA è il servizio di Certification Authority per il rilascio di certificati digitali per persone e server. L'utilizzo dei certificati digitali è necessario per firmare e cifrare documenti e per proteggere e certificare l'autenticità dei siti a cui ci si collega.
  • Distribuzione software. GARR MIRROR fornisce la distribuzione dei più usati software disponibili in rete. L'archivio del GARR ftp-mirror è dell'ordine di 240 Terabyte[7].
  • VoIP. GARR NRENUM VOIP, nell'ambito della telefonia su IP, GARR amministra per il blocco italiano +39 lo spazio di numerazione, valido in ambito delle reti della ricerca, NRENum.net, consiglia e indirizza nell'implementazione del VoIP.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia
  2. ^ In via dei Tizii, dove hanno sede anche il CINECA e il NaMeX, Internet Exchange Point di Roma.
  3. ^ Da 20 anni nel futuro. La nascita della rete della ricerca italiana
  4. ^ (EN) Rappresentanti in GÉANT
  5. ^ Vedi mappa della rete.
  6. ^ Statistiche del peering.
  7. ^ GARR Web Site - GARR Mirror, garr.it. URL consultato il 1º aprile 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]