Istituto nazionale di astrofisica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Istituto nazionale di astrofisica
INAF logo.svg
Roma - Osservatorio INAF.jpg
Torretta dell'ex osservatorio dell'INAF di Monte Mario.
Stato Italia Italia
Tipo Ente pubblico di ricerca
Sigla INAF
Istituito 1999
Presidente Nicolò D'Amico
Direttore Umberto Sacerdote
Bilancio 86 mln (2011)
Impiegati 1 400 (2011)
Sede Roma
Sito web http://www.inaf.it

L'Istituto nazionale di astrofisica (in acronimo INAF) è il principale ente di ricerca italiano per l'astronomia e l'astrofisica. Raccoglie l'eredità culturale, e anche storica, degli osservatori astronomici e degli istituti italiani già del CNR che vi afferiscono.

Il campo delle ricerche svolte in ambito INAF si estende a tutto l'arco delle scienze dell'Universo, dagli studi del sistema solare alla cosmologia, sia dal punto di vista osservativo e sperimentale che teorico. L'INAF mantiene anche una stretta collaborazione con gli altri organismi che svolgono ricerca astronomica in Italia e all'estero, in particolare con l'Istituto nazionale di fisica nucleare (INFN), per l'astrofisica delle particelle, l'ASI, l'ESA e la NASA.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

L'INAF conta oltre 1.200 dipendenti, operanti in 20 unità di ricerca. Di esse, 19 sono distribuite sul territorio nazionale e una è ubicata alle Canarie:

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Tra le numerose interfacce internazionali che vedono direttamente coinvolto l'INAF citiamo:

L'INAF, in rappresentanza della comunità italiana, partecipa inoltre al consorzio europeo OPTICON (Optical and Infrared Coordination Network for Astronomy), finanziato dall'Unione europea e finalizzato a elaborare piani di intervento coordinato a livello europeo in settori avanzati della ricerca astronomica, e al progetto EGEE, per lo sviluppo di una GRID di calcolo per la ricerca e l'industria europea.

I ricercatori dell'INAF sono altresì impegnati allo sviluppo dei programmi scientifici e alle ricerche condotte con le missioni spaziali dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) e della NASA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Curriculum vitae di Nicolò D'Amico
  2. ^ Curriculum vitae di Giovanni Fabrizio Bignami
  3. ^ Curriculum vitae di Tommaso Maccacaro

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]