Forbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Forbach
comune
Forbach – Stemma
(dettagli)
Forbach – Veduta
Localizzazione
StatoFrancia Francia
RegioneGrand Est
DipartimentoBlason département fr Moselle.svg Mosella
ArrondissementForbach
CantoneForbach
Amministrazione
SindacoAlexander Cassaro
Territorio
Coordinate49°11′N 6°54′E / 49.183333°N 6.9°E49.183333; 6.9 (Forbach)Coordinate: 49°11′N 6°54′E / 49.183333°N 6.9°E49.183333; 6.9 (Forbach)
Altitudine192-388 m s.l.m.
Superficie16,32 km²
Abitanti21 987[1] (2009)
Densità1 347,24 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale57600
Fuso orarioUTC+1
Codice INSEE57227
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Forbach
Forbach
Sito istituzionale

Forbach è un comune francese di 21.987 abitanti situato nel dipartimento della Mosella nella regione del Grand Est.

Cultura locale e patrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Edifici civili[modifica | modifica wikitesto]

  • Passaggio di una via romana.
  • Vestigia di una città nella foresta.
  • Il castello dello Schlossberg, con la sua torre, la sua sala dei cavalieri, il suo parco disseminato di vestigia, il suo roseto e il suo ristorante gastronomico.
  • Il castello Barrabino, dal nome dell'antico sindaco, costruito nel 1716 prr Henning, barone di Stralenheim, diplomatico svedese al servizio del re di Svezia Carlo XII, residenza della contessa di Forbach Marianne Camasse. Acquistato nel 1905 dalla città, esso è dallꞌinizio del 2010 lꞌedificio che ospita lꞌUfficio del Turismo della città.
  • Stele dei «Dimenticati dalla Storia», all'ingresso del cimitero di Forbach, rue Bauer, dedicato alle migliaia di giovani lorenesi che furono strappati alla vita durante le guerre fratricide tra la Francia e la Germania[2].
  • Cimitero Israelita, costruito verso il 1800. Secondo una tradizione locale, esso si trova tra le prime tombe del cimitero, quella di una zia di Heinrich Heine[3].
  • La siège Simon, antica miniera di carbone. Un monumento rende omaggio alle vittime di una catastrofe avvenuta in questa miniera.

Edifici religiosi[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Saint-Rémi, costruita in stile neogotico nel 1866.
  • Chiesa del Cristo Re, XX secolo, quartiere Bellevue
  • Chiesa di San Giuseppe, XX secolo, quartiere del Bruch
  • Chiesa di Santa Croce, XX secolo, quartiere Creuzberg
  • Chiesa di Notre-Dame-du-Rosaire, XX secolo, quartiere Marienau
  • Chiesa di Notre-Dame, XX secolo, quartiere Wiesberg
  • La cappella Sainte-Croix, monumento storico datato dal XIII secolo e dominante tutta la zona del Warndt. Essa è una tappa del Cammino di Santiago di Compostela.
  • Cappella di Notre-Dame-du-Bon-Secours, XIX secolo
  • Cappella dell'ospedale Sainte-Barbe, XIX secolo
  • Chiesa luterana, rue des Alliés, costruita tra il 1891 e il 1892.
  • Chiesa neo-apostolica, rue du Général-Houchard.
  • Sinagoga, avenue Saint-Rémy. Costruita nel 1835 sul terreno d'una piccola sinagoga più antica, inaugurata nel 1836, danneggiata durante la seconda guerra mondiale (trasformata dall'occupante tedesco in deposito) e restaurata dopo la guerra, essa aveva conservato la sua Arca santa d'origine, decorata sul modello dell'antica sinagoga di Strasburgo. Essa è uno dei monumenti più antichi della città. I nomi di 114 membri della comunità ebraica di Forbach, vittime del nazismo, sono scolpite sulla placca-ricordo nel salone d'ingresso della sinagoga. En 2013[4], essa è stata adibita ad altro uso su richiesta del concistoro israelita della Mosella. L'edificio, affidato al municipio di Forbach, è destinato a diventare un centro culturale.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ (FR) Jean-Gérard Guldner, Un combat contre l'oubli, Société d'histoire et d'archéologie des Pays de la Nied.
  3. ^ Benjamin Cahen, ex-présidente de la comunautà ebraica di Forbach, intervistato in Israele da Alphonse Cerf
  4. ^ (FR) Edizione locale di Forbach del Républicain lorrain del 19 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN242271853 · LCCN (ENn82160572 · GND (DE4387429-0 · BNF (FRcb15265734w (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82160572
Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Francia