Festa a sorpresa per Topolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Festa a sorpresa per Topolino
Mickey's Surprise Party.png
Titolo originaleMickey's Surprise Party
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1939
Durata5 min
Rapporto1,37:1
Genereanimazione
ProduttoreWalt Disney
Casa di produzioneWalt Disney Productions
Distribuzione (Italia)Buena Vista Home Entertainment
MusicheOliver Wallace
AnimatoriOllie Johnston, Walt Kelly
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Festa a sorpresa per Topolino (Mickey's Surprise Party) è un film del 1939 prodotto da Walt Disney. È un cortometraggio d'animazione della serie Mickey Mouse che sponsorizza i prodotti Nabisco. Più breve degli altri corti della serie, è noto per essere il primo film Disney pubblicitario e determina la prima apparizione di Topolino e Minni con il nuovo design creato da Fred Moore.[1] Fu distribuito negli Stati Uniti dalla stessa Nabisco il 18 febbraio 1939.[2] Successivamente fu proiettato alla Fiera di New York del 1939.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Topolino mostra a Minni i Fig Newtons

Minni sta cucinando a Topolino dei biscotti come quelli che faceva sua madre. Quando se ne va, la sua cagnolina Fifi fa cadere accidentalmente dei popcorn nell'impasto mentre insegue una mosca. Ignara del guaio, Minni inforna l'impasto e si prepara ad accogliere il fidanzato. Quando Topolino e Pluto arrivano, Minni accetta i fiori di Topolino, ma Fifi respinge l'osso di Pluto. Nel frattempo i biscotti si stanno bruciando, e mentre Minni li tira fuori il granturco inizia a scoppiare. Minni si mette allora a piangere sul divano, continuando malgrado i tentativi di Topolino di consolarla e facendo piangere anche Fifi. Topolino ha improvvisamente un'idea, e se ne va con Pluto. I due tornano con diversi prodotti Nabisco, tra cui Lorna Doone, Social Tea, Oreo, Ritz e Barnum's Animal Crackers, mentre Pluto offre a Fifi i Milk-Bones. Quando Topolino offre a Minni i Fig Newtons, lei lo copre di baci.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

L'unico doppiaggio italiano del corto fu realizzato quando esso fu inserito nel film di montaggio direct-to-video I capolavori di Minni, uscito solo in VHS nel marzo 2000. Il doppiaggio fu eseguito dalla Royfilm in collaborazione con la Angriservices Edizioni e diretto da Leslie La Penna su dialoghi di Giorgio Tausani, e fu poi utilizzato anche per la distribuzione del corto integrale in DVD.

Edizioni home video[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio fu distribuito in DVD come Easter egg nel secondo disco della raccolta Topolino star a colori, facente parte della collana Walt Disney Treasures e uscita in America del Nord il 4 dicembre 2001[3] e in Italia il 21 aprile 2004. A differenza degli altri corti inclusi nella raccolta, non è restaurato ed è preceduto da un'introduzione di Leonard Maltin.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Steven Watts, The Magic Kingdom: Walt Disney and the American Way of Life, Columbia, University of Missouri Press, 2001, p. 135, ISBN 0-8262-1379-0.
  2. ^ (EN) Dave Smith, Disney A to Z: The Official Encyclopedia, 2ª ed., Disney Editions, 1998, p. 370, ISBN 0-7868-6391-9.
  3. ^ (EN) David Willis, Mickey Mouse in Living Color DVD Review, su dvdizzy.com, p. 2. URL consultato il 19 agosto 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]