Ferruccio Pinotti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ferruccio Pinotti (Padova, 12 giugno 1959) è un giornalista e saggista italiano.

Già redattore a l'Arena di Verona, ha scritto per Il Corriere della Sera, per L'Espresso ed Il Sole-24 Ore. A New York ha lavorato per la CNN, collaborando anche con L'International Herald Tribune.

È un giornalista d'inchiesta, autore di numerosi libri d'indagine su temi scomodi come Poteri forti (2005) sul caso Calvi-Ambrosiano, Opus Dei segreta (2006) sull'ascesa dell'Opus Dei, L'unto del signore (2009) sui rapporti tra Silvio Berlusconi e il Vaticano, La lobby di Dio (2010) su Comunione e Liberazione e Compagnia delle Opere, e Wojtyla Segreto. La prima controinchiesta su Giovanni Paolo II (2011) sull'altro volto di Papa Wojtyla.

Si è occupato anche di temi sociali e di attualità di particolare rilievo come l'immigrazione extracomunitaria[1] e le vicende della finanza italiana, ripercorse a partire dagli anni ottanta, talvolta tradotte in libro.

Nel 2008 si è cimentato con la narrazione, pubblicando il suo primo romanzo storico La società del sapere, ambientato nel mondo delle università.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Trasmissioni televisive[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37251558 · ISNI (EN0000 0000 7779 2596 · SBN IT\ICCU\CFIV\230043 · BNF (FRcb15868641n (data)