Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Fatima (nome)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Fatima è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Fatima in calligrafia araba

Deriva dal nome arabo فاطمة (Fatimah), basato sul verbo fatam ("svezzare"), e vuol dire quindi "colei che svezza [i bambini]"[2][3][7]; occasionalmente, il significato viene indicato con "astensione" o "astenersi"[3][4] o anche con "donzella"[5]: si tratta di un nome tipicamente islamico, dato che era portato da Fatima, una figlia di Maometto che andò in sposa al califfo Ali, considerata nella cultura islamica una delle tre donne più perfette, degna di entrare in Paradiso[2][3][4][7].

La diffusione all'esterno del mondo islamico (attestata, di recente, anche in Italia[1]) è dovuta alla devozione verso l'apparizione mariana di Fátima, una piccola cittadina del Portogallo che, secondo la leggenda, deve il suo nome ad una principessa Moresca di nome Fatimah convertitasi al cristianesimo durante la Reconquista[1][2][3][5][6].

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si festeggia il 13 maggio, giorno della prima apparizione della Madonna di Fatima[8].

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Variante Fatma[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Galgani, pp. 266, 267.
  2. ^ a b c d e f La Stella T., p. 147.
  3. ^ a b c d e Sheard, p. 221.
  4. ^ a b c d e f g (EN) Fatimah su Behind the Name. URL consultato il 7 maggio 2015.
  5. ^ a b c d Albaigès i Olivart, p. 112.
  6. ^ a b c (EN) Fátima su Behind the Name. URL consultato il 7 maggio 2015.
  7. ^ a b Burgio, p. 161.
  8. ^ Beata Vergine Maria di Fatima su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 7 maggio 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Enzo La Stella T., Santi e fanti - Dizionario dei nomi di persona, Roma, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-06345-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi