Fabio Lovino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Fabio Lovino (Roma, 1963) è un fotografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Lovino inizia a lavorare come fotografo professionista durante gli anni ottanta, realizzando fotografie per la pubblicità e ritratti di vari musicisti.[1] In seguito, Lovino realizzerà anche le copertine degli album di importanti artisti italiani e stranieri (Mark Knopfler, Elisa, Caparezza, Subsonica, Marina Rei, Alex Britti, Sergio Cammariere, Morrissey), i ritratti di attori come Robert De Niro, Al Pacino, Benicio del Toro, Charlotte Rampling, Terry Gilliam, Martin Scorsese, Francis Ford Coppola, David Cronenberg e David Lynch e le copertine di riviste come Max, Elle, Vogue, Vanity Fair e Rolling Stone. Dal 2002 lavora con l'agenzia Contrasto.

Nel 2007 per Fox Life realizza Photocall, programma di 10 puntate in cui incontra 10 attrici italiane.[2] Lo stesso anno la Mondadori ha realizzato una mostra intitolata A riveder le stelle con i ritratti da lui realizzati di quarantacinque fra attori e registi italiani.[3] Nel 2011 realizza la mostra Una festa mobile: Ritratti di cinema, attori, amici per la Fondazione FORMA di Milano.[4] La mostra è stata esposta anche alla Casa del Cinema di Roma.[5]

Nel 2012 fa parte della giuria tecnica di Miss Italia.[6] Nel 2014 è protagonista di una puntata della serie-documentario Fotografi di Sky Arte HD.[7] Nel 2016 realizza con la ONG WeWorld il film documentario e la mostra fotografica Mothers. L’Amore che cambia il Mondo, presentati al Taormina Film Fest e alla Camera dei deputati.[8][9][10]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabio Lovino, Portraits italian cinema, Bologna, Damiani, 2013.
  • Francesco Schlitzer e Fabio Lovino, Imbizzarriti. Com'è stato possibile restituire dignità e diritti agli artisti italiani, Milano, Contrasto, 2014.
  • Fabio Lovino, Mothers, Milano, We World, 2015, ISBN 978-88-9409-192-2.

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Lovino[collegamento interrotto], Contrasto. URL consultato il 9 marzo 2018.
  2. ^ Photocall. Il ritratto delle 9 giovani attrici italiane del momento, Film.it, 31 ottobre 2007. URL consultato il 9 marzo 2018.
  3. ^ Fabio Lovino, FotoUp - Photo Movement. URL consultato il 9 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 17 maggio 2009).
  4. ^ Fabio Lovino, Una festa mobile: Ritratti di cinema, attori, amici, Fondazione Forma per la fotografia, maggio 2011. URL consultato il 9 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2018).
  5. ^ Fabio Lovino, Una festa mobile. Ritratti di cinema, attori, amici, Casa del Cinema. URL consultato il 9 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2018).
  6. ^ Miss Italia, ci siamo. Conto alla rovescia per la prima serata, Corriere Fiorentino, 9 settembre 2012. URL consultato il 9 marzo 2018.
  7. ^ Fotografi - Fabio Lovino EP.6, Sky on Demand - Sky Guida TV. URL consultato il 9 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2018).
  8. ^ Serena Dandini, Mothers, il documentario di Fabio Lovino che celebra la maternità in tutto il mondo, Io Donna, 2 luglio 2016. URL consultato il 9 marzo 2018.
  9. ^ Simona Santoni, Mothers, il doc di WeWorld sull'amore che cambia il mondo, Panorama, 12 giugno 2016. URL consultato il 9 marzo 2018.
  10. ^ "Mothers" alla Camera dei Deputati, CinemaItaliano.info, 7 settembre 2016. URL consultato il 9 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2018).
  11. ^ Le facce da cinema di Fabio Lovino, su milano.repubblica.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  12. ^ Il cinema secondo Fabio Lovino, su www2.stile.it. URL consultato il 9 marzo 2018 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2018).
  13. ^ I "Ritratti" di Fabio Lovino mostra all’Istituto di Cultura (13 novembre 2013), su conslosangeles.esteri.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  14. ^ Fabio Lovino: Le mie Mothers, come Robert De Niro, su amica.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  15. ^ 'L'amore che cambia il mondo', il reportage dedicato alle mamme, su milano.repubblica.it. URL consultato il 9 marzo 2018.
  16. ^ Milano, ecco gli scatti di Fabio Lovino sulle madri del mondo, su vita.it. URL consultato il 9 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN313275927 · GND (DE1064777139