FIA Alternative Energies Cup 2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FIA AEC (Cat. VII/VIII)
Dati generali
Inizio20 maggio
Termine9 ottobre
Prove5
Titoli in palio
Campionato PilotiPolonia Artur Prusak
Campionato Co-pilotiFrancia Thierry Benchetrit
Campionato CostruttoriGiappone Toyota
Altre edizioni
Precedente - Successiva
FIA AEC (Cat. III)
Dati generali
Inizio20 maggio
Termine9 ottobre
Prove4
Titoli in palio
Campionato PilotiItalia Nicola Ventura
Campionato Co-pilotiItalia Guido Guerrini
Campionato CostruttoriFrancia Renault
Altre edizioni
Precedente - Successiva

La FIA Alternative Energies Cup 2016 è stata la stagione 2016 del Campionato del mondo per auto ad energia alternativa organizzato dalla Federazione Internazionale dell'Automobile, e si è disputata dal 20 maggio al 9 ottobre.

Per quanto riguarda la categoria VII/VIII, riservata ai veicoli ibridi ed endotermici, il campionato, composto di cinque prove in altrettanti Paesi, è stato vinto per il secondo anno consecutivo dalla coppia formata dal polacco Artur Prusak e dal francese Thierry Benchetrit su Toyota. La scuderia giapponese si è laureata campione del mondo costruttori per la settima volta.

Il campionato della categoria III (veicoli elettrici) è invece stata ad appannaggio del duo italiano Nicola Ventura-Guido Guerrini su Renault Zoe, con la squadra francese che ha vinto il titolo costruttori.

Calendario e vincitori[modifica | modifica wikitesto]

Gara Vincitori cat. VII/VIII Veicolo Vincitori cat. III Veicolo

Spagna VIII Eco Rallye Vasco Navarro

Polonia Artur Prusak
Francia Thierry Benchetrit

Giappone Toyota

Spagna Adrián Oyarbide Rodas
Spagna Maite Ibarbarriaga

Giappone Nissan

Rep. Ceca Rallye Český Krumlov

Rep. Ceca František Vahala
Rep. Ceca Ondrej Kroutil

Germania Audi

Italia Nicola Ventura
Italia Guido Guerrini

Francia Renault

ItaliaEcorally della Mendola

Polonia Artur Prusak
Francia Thierry Benchetrit

Giappone Toyota

Italia Nicola Ventura
Italia Guido Guerrini

Francia Renault

San Marino 11° Ecorally di San Marino

Polonia Artur Prusak
Francia Thierry Benchetrit

Giappone Toyota

non previsto

non previsto

Grecia Hi-Tech Ecomobility Rally

Bulgaria Elvis Georgiev
Bulgaria Elena Georgieva

Giappone Infiniti

Italia Nicola Ventura
Italia Guido Guerrini

Francia Renault

Classifiche cat. VII/VIII[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Pilota (Prime posizioni)
60 Polonia Artur Prusak
48 Italia Massimo Liverani
24 Italia Fabio Loperfido
20 Bulgaria Elvis Georgiev
18 Canada Lukasz Nytko
16 Spagna Joan Aymerich Roura
12 Bulgaria Kalin Dedikov, Spagna Txema Foronda Antiza
10 Rep. Ceca Frantisek Vahala, Italia Guido Guerrini, Grecia Nik Karapanagiotis

Co-piloti[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Co-pilota (Prime posizioni)
60 Francia Thierry Benchetrit
34 Italia Fulvio Ciervo
32 Italia Valeria Strada
24 Italia Alessandro Moretti
20 Bulgaria Elena Georgieva
18 Canada Piotr Nytko
16 Spagna Gerard Aymerich Roura
12 Bulgaria Georgi Pavlov, Spagna Pilar Rodas Andujar
10 Rep. Ceca Ondrek Kroutil, Italia Francesca Olivoni, Grecia Evangelos Karras

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Costruttore (Prime posizioni)
60 Giappone Toyota
48 Italia Alfa Romeo
24 Italia Abarth
20 Giappone Infiniti
12 Cina Great Wall

Classifiche cat. III[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Pilota (Prime posizioni)
30 Italia Nicola Ventura
10 Spagna Adrian Oyarbide Rodas
8 Spagna Albert De La Torre Chavalera, Italia Walter Kofler

Co-piloti[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Co-pilota (Prime posizioni)
30 Italia Guido Guerrini
10 Spagna Maite Ibarbarriaga
8 Spagna Albert Sanchez Pane, Italia Franco Gaioni

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Punti[1] Costruttore (Prime posizioni)
30 Francia Renault
17 Corea del Sud Kia
16 Giappone Nissan

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Per il computo della classifica generale vengono sommati i migliori tre risultati.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]