Episodi de La mafia uccide solo d'estate (seconda stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La seconda stagione della serie televisiva La mafia uccide solo d'estate, formata da 12 episodi, è stata trasmessa in prima visione in Italia da Rai 1 dal 26 aprile al 31 maggio 2018.

Titolo Prima TV
1 L'apostolo rosa 26 aprile 2018
2 Pezzo di fango e cornuto
3 Santuzze e pitonesse 3 maggio 2018
4 Finché c'è disperazione c'è speranza
5 Rime Baciate 10 maggio 2018
6 Carbone per il presidente
7 Bulli e Pupe 17 maggio 2018
8 La mafia è un parallelepipedo
9 Un fatto di chimica 24 maggio 2018
10 La fortuna è lieve
11 L'inno del carrubo 31 maggio 2018
12 Il posto dei civili

L'apostolo rosa[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La seconda stagione della serie inizia proprio da dove era terminata la prima e cioè in cui la famiglia Giammarresi decide di rimanere in Sicilia pur essendo, tutti i componenti, dei potenziali obbiettivi di vendetta da parte di Cosa nostra dopo le dichiarazioni fatte da Lorenzo in seguito all'uccisione di Boris Giuliano, in quanto Salvatore è il testimone che ha visto in viso Leoluca Bagarella, essendone l'esecutore materiale.

Lorenzo però non riesce a stare tranquillo e teme per la sua incolumità e di quella della sua famiglia al punto da arrivare talvolta all'esasperazione come nei casi di uscire ed entrare in orari diversi dal lavoro o di parcheggiare l'automobile in punti sempre differenti. Angela nel frattempo approfondisce la sua storia d'amore con Marco e i due ragazzi, di comune accordo, decidono di avere un rapporto sessuale per consolidare la loro relazione; Salvatore invece, affranto per la mancanza di Alice, tenta di mettersi in contatto con lei inviandogli diverse lettere al collegio svizzero in cui si dovrebbe trovare.

Lorenzo, stanco delle sue angosce, ritiene sia il caso di andare via dalla Sicilia e va inoltre su tutte le furie quando Massimo gli rivela che la sua incolumità e quella degli altri componenti della famiglia è stata garantita da Tommaso Buscetta dopo l'omicidio di Boris Giuliano. Pia, che vorrebbe evitare il trasferimento in una città del nord Italia, si confida con Massimo sul da farsi e questo gli propone un posto d'insegnante in una scuola, ciò nonostante, quella cattedra è in realtà una raccomandazione avuta da un consigliere regionale corrotto che in seguito all'entrata del nuovo presidente della giunta Piersanti Mattarella, viene indagato.

Totò Riina, intanto, è in collera con il cognato Leoluca Bagarella perché distratto da una storia d'amore e di conseguenza non abbastanza solerte su un delitto già deciso e che deve portare a termine; tutto lascia pensare che l'obbiettivo da colpire sia Lorenzo, data la vicinanza tra il punto di appostamento e l'abitazione della famiglia Giammarresi, ma alla fine, si scopre che il bersaglio del noto boss mafioso corleonese era il giudice Cesare Terranova che in seguito viene ucciso proprio a ridosso della sua nomina a capo dell'ufficio istruzione, essendo ritornato da pochi mesi, in magistratura.

Pezzo di fango e cornuto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I cugini Salvo affidano ad una promozione a Massimo mettendolo a lavorare in ufficio, ma le cose per lui si complicano quando Pia decide di protestare contro la scuola dove ha ottenuto la cattedra perché l'edificio non è a norma.

Lorenzo conosce Marina, una giovane donna che lavora alla Regione in Sicilia, e grazie a lei riesce ad assistere al famoso incontro tra Piersanti Mattarella e il Presidente Sandro Pertini; l'idea che le cose in Sicilia possano cambiare, fa decidere a Lorenzo di tentare il concorso alla Regione insieme a Cosumano.

I genitori di Marco sono scontenti del suo rendimento scolastico e per questo gli impediscono di vedere Angela, ma il ragazzo le racconterà delle balle per non ferirla; tuttavia la verità verrà a galla e Angela non prenderà bene la notizia.

Salvatore, Sebastiano e Santina decidono di partecipare alla protesta di Pia contro la sua scuola, ma l'assenza di Fofò (il quale alla fine aveva deciso di frequentare le scuole medie che il padre aveva deciso) fa insospettire Salvatore, e quando telefonerà a casa verrà a sapere che l'amico ha accompagnato Alice a danza.

Salavatore si reca alla scuola di danza dove scopre che Alice è tornata a Palermo ed è arrabbiata con lui perché è convinta che lui non le abbia mai scritto.

Massimo decide di partecipare alla protesta di Pia e fa ottenere la gestione della scuola a Rosario Spatola (1940), ma tuttavia quando si ritroverà a chiedere a Tommaso Buscetta di non occuparsi più dell'esazione delle tasse, riceverà una risposta negativa e inizierà seriamente a temere per la sua vita

Santuzze e Pitonesse[modifica | modifica wikitesto]

Diretto da: Luca Ribuoli

Scritto da: Pif (conduttore televisivo)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lorenzo e Cosumano iniziano a studiare per il concorso che permetterà loro di entrare in Regione, anche se questo susciterà la gelosia di Pia perché Lorenzo si ritroverà a studiare fino a notte fonda con Marina.

Tommaso Buscetta decide di perdonare Massimo e gli permetterà di fare un salto di qualità nella sua carriera lavorativa: deve occuparsi dei mafiosi americani Frank Costello e John Gambino.

Salvatore tenta disperatamente di parlare con Alice, ma la ragazzina non vuole parlare con lui perché è ancora convinta che lui l'abbia presa in giro e l'abbia dimenticata mentre era in Svizzera, ma le cose cambieranno quando a Salvatore torneranno indietro le lettere che aveva inviato ad Alice.

Angela ha un ritardo e scopre di essere incinta.

Massimo porta Costello e Gambino in un locale per la loro ultima sera a Palermo e lì rimangono ammaliati dalla bella cantante Iolanda Rubino; Buscetta dirà a Massimo che la cantante deve incidere un disco: lo scopo è quello di portare la droga in America tramite il disco.

Finché c'è disperazione c'è speranza[modifica | modifica wikitesto]

Diretto da: Luca Ribuoli

Scritto da: Pif (conduttore televisivo)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Massimo inizia la sua carriera di produttore discografico insieme a Iolanda, anche se questo provocherà la gelosia di Patrizia, la quale teme che il marito possa tradirla.

Pia e Lorenzo sono preoccupati per Angela e, ignari della verità, temono che la tristezza della figlia sia dovuta a causa della morte di un suo compagno di scuola per overdose;per cercare di tirarle su il morale decidono di organizzare una cena con i genitori di Marco.

Angela e Marco decidono di approfittare della cena per rivelare ai genitori della gravidanza, ma tuttavia non lo fanno perché si rendono conto che sono troppo giovani e il bambino porterebbe via tutti i loro sogni.

Alice legge tutte le lettere di Salvatore e gli chiede perdono e decidono di ritornare insieme.

Angela vuole abortire, ma siccome è minorenne ha bisogno del consenso dei suoi genitori, per questo decide di effettuare l'operazione in una clinica privata.

Il giorno dell'operazione si presenta la madre di Marco in ospedale, ed Angela vedendo che il fidanzato ha rotto il loro patto di non rivelare nulla ai suoi genitori, decide di rompere con lui.

Rime baciate[modifica | modifica wikitesto]

Diretto da: Luca Ribuoli

Scritto da: Pif (conduttore televisivo)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lorenzo vince il concorso anche se l'ufficio dove viene assegnato non era proprio ciò che voleva, Massimo inizia una relazione extraconiugale con Iolanda, mentre Angela racconta tutta la verità a Pia, la quale promette di non dire nulla a Lorenzo fino a quando la figlia non si sentirà pronta a parlare con lui.

Alice è preoccupata per Fofò e insieme a Salvatore scopre che compie dei piccoli furti nella cartoleria del signor Pellerito, una delle tante vittime del pizzo; mentre Salvatore cerca di dissuadere Fofò nel compiere il furto, i due ragazzini vengono portati in questura dove Lorenzo avrà modo di incontrare anche il procuratore Gaetano Costa.

Lorenzo è molto deluso dal figlio, ed a peggiorare la situazione sarà Angela, la quale decide di raccontare tutta la verità al padre riguardo il suo aborto clandestino.

Lorenzo, in preda all'ira, si recherà nella villa dei genitori di Marco e aggredirà il padre.

Carbone per il presidente[modifica | modifica wikitesto]

Diretto da: Luca Ribuoli

Scritto da: Pif (conduttore televisivo)

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il Natale si avvicina e ognuno dei personaggi lo vive in maniera differente: Salvatore Riina si prepara a commissionare l'omicidio di Piersanti Mattarella, Massimo cerca di trovare una soluzione che gli permetta di trascorrere le feste sia con la sua famiglia e con Iolanda, Pia si prepara a mettere in scena lo spettacolo natalizio con la scuola, Salvatore dovrà iniziare a lavorare gratuitamente presso la cartoleria del signor Pellerito per ripagare al furto commesso, mentre tra Angela e Lorenzo cresce una forte tensione, e questa tensione familiare porta l'uomo ad avvicinarsi sempre di più a Marina.

Angela inizia a frequentare un gruppo di giovani femministe e lì rincontra Rosario, il suo primo fidanzato, ma non si tratta di un bel incontro perché la ragazza è ancora delusa da come è stata trattata.

Lorenzo dopo aver avuto un incontro con Mattarella decide di riappacificarsi con entrambi i figli, mentre Leoluca Bagarella viene arrestato.

Il 6 gennaio del 1980, Piersanti Mattarella verrà ucciso mentre si recava a messa con la sua famiglia.

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione

Bulli e pupe[modifica | modifica wikitesto]

  • Diretto da Luca Ribuoli
  • Scritto da: Pif

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'assassinio di Piersanti Mattarella a Palermo prevale un senso di smarrimento

Lorenzo trova delle carte sospette su un appalto e con l'aiuto di Marina decide di far luce sulla questione, i due trascorrono molto tempo insieme facendo così crescere il loro sentimento

Salvatore, che continua ad andare nel negozio del Sig. Pellerito, scopre dei pupi bruciati, ancora ignaro della storia di mafia che si cela.

Massimo entra in crisi quando si rende conto che dietro la storia dei cd c'è un giro di droga internazionale

Il riavvicinamento di Angela e Rosario vive un momento turbolento

La mafia è un parallelepipedo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Salvatore scopre con i suoi amici che il Signor Pellerito è taglieggiato dalla mafia per pagare il pizzo e decide di esporsi in prima persona andando a denunciare tutto.

Lorenzo vuole consegnare il dossier al quale ha lavorato ma si scontra con il muro di gomma del suo superiore, in preda allo sconforto e aiutato da Marina, decide di farlo recapitare in forma anonima ai giornali denunciando così gli appalti.

Massimo cerca una via d'uscita per far partire l'ultimo carico di droga, ma il piano fallirà

Un fatto di chimica[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A Palermo si prepara un'importantissima operazione antimafia che farà da sfondo alla tempesta che sta per abbattersi sulla vita dei protagonisti

Per paura di essere arrestato, Massimo si nasconde a casa dei Giammarresi accampando mille scuse. Lorenzo vive con trepidazione gli effetti della sua denuncia ai giornali e insieme alla moglie Pia decide di passare qualche giorno in un albergo in riva al mare, dove si confesseranno dei segreti importanti.

I due coniugi non sanno però che nell’hotel è in atto un’importante operazione anti droga. Angela e Rosario intanto si riavvicinano e lei lo accompagna alla visita del militare per il rinvio.

La fortuna è lieve.[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Su Palermo si prepara un’importantissima operazione antimafia guidata dal giudice Gaetano Costa e il blitz porterà all’arresto pezzi grossi della mafia, compreso il padre di Alice

Pia e Lorenzo sono in rotta dopo che la moglie gli ha confessato di essere stata raccomandata e, intanto, gli effetti della denuncia di Lorenzo cominciano a sentirsi: il suo capo viene infatti mandato via e Lorenzo ottiene una promozione, così l'uomo si convince di avere vinto la battaglia. Presto però scoprirà che il suo avanzamento è in realtà a una retrocessione: d'ora in avanti lavorerà infatti al Cerimoniale, dove non può dar fastidio a nessuno

L'inno del carrubo[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lorenzo Giammaresi arriva a chiedere una raccomandazione a Massimo per ottenere il posto in un ufficio che gli permetta di prendere decisioni importanti. Intanto il giudice Costa firma la convalida dell’arresto di grossi esponenti della mafia e questo lo condanna inconsapevolmente a morte. Rosario decide poi di confessare il suo amore per Angela