Enrico Fermi (nave)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico Fermi
Descrizione generale
Naval Jack of Italy.svg
TipoNave
OrdineDicembre 1966
CostruttoriItalcantieri (oggi Fincantieri S.p.A.)
Caratteristiche generali
Dislocamento18 000
Lunghezza175 m
Propulsione1 reattore nucleare "ROSPO" da 80 MW elettrici
voci di navi presenti su Wikipedia

La nave Enrico Fermi della Marina Militare Italiana doveva essere un'unità di supporto logistico e di rifornimento di squadra a propulsione nucleare.

Il progetto nasce nel dicembre 1966 sulle ceneri di quello per la realizzazione del sottomarino a propulsione nucleare "Guglielmo Marconi" arenatosi in seguito al veto statunitense.

La nave, la cui costruzione era affidata a Italcantieri (oggi Fincantieri S.p.A.), avrebbe dovuto possedere una lunghezza di 175 metri e un dislocamento di 18 000 tonnellate e la propulsione (così come la potenza necessaria per tutte le attività di bordo) sarebbe stata garantita da un reattore nucleare "ROSPO" da 80 MW elettrici.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Cacace. Cap. Fra autonomia e protettorato (1961-1972) - Par. Dubbi e progetti dell'Italia, in L'atomica europea. 1a ed. Roma, Fazi Editore (collana Le terre/Interventi 82), 2004. p. 119. ISBN 88-8112-526-9.
  • Cosentino e Stanglini. La Marina Militare Italiana. EDAI.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina