Reattore nucleare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In ingegneria nucleare con il termine reattore nucleare si intende un sistema tecnologico, più o meno complesso, in grado di innescare, alimentare e controllare una reazione nucleare a catena a partire da combustibile nucleare, sfruttandone l'energia nucleare rilasciata a fini civili per produrre energia termica e/o energia elettrica. Esistono due tipologie di reattori nucleari che si basano sulle due reazioni nucleari note come fonte di energia primaria dell'intero processo energetico di trasformazione:

  • Reattore nucleare a fissione, un elemento viene bombardato da neutroni e uno di questi rompe il nucleo di un atomo in altri due nuclei più piccoli, producendo così energia. Questo procedimento è una reazione a catena che va avanti fino all'esaurimento degli atomi;
  • Reattore nucleare a fusione, unione di due o più nuclei per formarne un altro con un'emissione di energia, una tipica forma di reazione energia reale è quella che avviene nel sole.

Si tratta dunque di applicazioni civili dell'energia nucleare del XX secolo contrapposte agli ordigni bellici di tipo atomico (armi atomiche) che ne rappresentano invece l'applicazione militare, dove invece la reazione a catena è incontrollata dando vita appunto all'esplosione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]