Dionisio Dolfin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Dionisio Delfino)
Dionisio Dolfin
patriarca della Chiesa cattolica
5968 - Udine - Chiesa di Sant'Antonio Abate.JPG
Busto del patriarca Dionisio Dolfin, Chiesa di sant'Antonio Abate, Udine
PatriarchNonCardinal PioM.svg
Incarichi ricoperti Patriarca di Aquileia
Nato 1663, Venezia
Elevato patriarca 1699
Deceduto 13 agosto 1734, San Vito al Tagliamento

Dionisio Dolfin, spesso italianizzato in Delfino (Venezia, 1663San Vito al Tagliamento, 13 agosto 1734), è stato un patriarca cattolico italiano.

Nipote del patriarca Giovanni Dolfin e suo coadiutore, contemporaneamente fu nominato anche vescovo titolare di Lorea. Divenne patriarca il 20 luglio 1699, dopo morte dello zio.

Tra le opere civili che intraprese in Udine, si deve menzionare la ristrutturazione del Palazzo Patriarcale, affrescato da Giovan Battista Tiepolo. Inoltre sempre ad Udine nel 1731 fondò l'Accademia delle scienze e nel 1711 aprì la prima biblioteca pubblica, che dotò di oltre 9.000 volumi.

Nel 1703 approvò le Costituzioni del Patriarcato di Aquileia, che contemplavano l'uso della lingua friulana sia per l'omelia che per l'insegnamento della dottrina cristiana.

È sepolto nella chiesa di Sant'Antonio abate in Udine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Patriarca di Aquileia Successore PatriarchNonCardinal PioM.svg
Giovanni Dolfin 1699 - 1734 Daniele Dolfin
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie