Daniel Grassl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniel Grassl
Daniel Grassl at the Junior World Championships 2019 - Awarding ceremony.jpg
Daniel Grassl ai Campionati mondiali juniores 2019
Nazionalità Italia Italia
Pattinaggio di figura Figure skating pictogram.svg
Specialità Pattinaggio artistico su ghiaccio singolo
Record
Punteggio totale 278.07[1] (XXIV Giochi olimpici invernali 2022)
Programma corto 97.62 (Mondiali 2022)
Programma libero 187.43 (XXIV Giochi olimpici invernali 2022)
Palmarès
Europei 0 1 0
Mondiali juniores 0 0 1
Campionati italiani 4 0 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate all'11 febbraio 2022

Daniel Grassl (Merano, 4 aprile 2002) è un pattinatore artistico su ghiaccio italiano.[2] É medaglia d'argento ai Campionati europei di pattinaggio di figura nel 2022[3] e medaglia di bronzo ai campionati mondiali juniores del 2019.[4][5][6] Inoltre è la medaglia d'oro, nel 2018, al Golden Bear di Zagabria, dove esegue correttamente tre salti quadrupli e diviene il primo europeo ad atterrare un quadruplo loop in una competizione internazionale.

Vincitore dei Campionati italiani di pattinaggio di figura dal 2019 al 2022.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Daniel Grassl ha iniziato a pattinare nel 2009, allenandosi inizialmente con Ludmila Mladenova a Merano.[7] Ha esordito nelle competizioni internazionali di livello novizio nella stagione 2012-2013.

Si è in seguito trasferito ad Egna per allenarsi con Lorenzo Magri. Ha debuttato a livello juniores nella stagione 2015-2016, ottenendo la medaglia di bronzo al Lombardia Trophy e il primo posto ai Campionati italiani di livello juniores.[4]

Stagione 2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 ha partecipato alle tappe del Grand Prix ISU juniores di pattinaggio di figura in Francia e in Giappone, classificandosi al settimo posto in entrambe le competizioni, e ha nuovamente vinto la medaglia d'oro ai Campionati italiani di livello juniores.

Nel febbraio 2017 ha vinto la medaglia d'argento all'European Youth Olympic Winter Festival di Erzurum in Turchia.[4]

Stagione 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della stagione ha partecipato alle tappe del Grand Prix ISU juniores in Australia e in Italia, classificandosi al sesto e settimo posto rispettivamente.

Debutta quindi a livello senior partecipando al Golden Bear di Zagabria, conquistando la medaglia d'oro dopo essersi piazzato al primo posto sia nel corto che nel programma libero. In campo senior conquista anche la medaglia d'oro nell'Ice Challenge di Graz, n Austria, e il bronzo nella Merano Cup.[4]

A dicembre 2017 durante il Golden Spin di Zagabria, tappa del circuito Isu Challenger Series, benché si sia classificato solo in decima posizione nella classifica finale ha superato per la prima volta il punteggio di 200 punti e ha completato con successo un quadruplo lutz, diventando il pattinatore più giovane a riuscirvi in una competizione internazionale.[8]

Stagione 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

In agosto ha vinto la medaglia di bronzo nella tappa del Grand Prix ISU juniores in Slovacchia e a ottobre ha nuovamente conquistato l'oro nel Golden Bear di Zagabria, dopo aver completato correttamente un salto quadruplo nel programma corto e due nel programma libero, diventando il primo europeo ad atterrare correttamente un quadruplo loop in una competizione internazionale.[6]

A dicembre si è classificato al primo posto nei Campionati italiani di pattinaggio di figura di livello senior, superando per 4,48 punti Matteo Rizzo e guadagnandosi il diritto di partecipare ai Campionati europei di pattinaggio di figura 2019, dove ha ottenuto il sesto posto complessivo. Dal momento che Rizzo ha vinto la medaglia di bronzo al campionato europeo, è stato assegnato a lui l'unico posto a disposizione dell'Italia ai Campionati mondiali di pattinaggio di figura 2019, mentre Daniel Grassl ha preso parte ai Campionati mondiali juniores di pattinaggio di figura, dove ha conquistato la medaglio di bronzo.[4]

Stagione 2019-2020[modifica | modifica wikitesto]

Pur essendo eleggibile in categoria senior, per la stagione 2019-2020, decide di partecipare al Grand Prix Juniores e prende parte a due competizioni: l'ISU JGP Baltic Cup e l'ISU Junior Grand Prix of Figure Skating - Egna-Neumarkt.

La stagione comincia con la Baltic Cup, che si tiene a Danzica dal 18 al 21 settembre in cui ha l'opportunità di presentare due nuovi programmi, entrambi coreografati da Benoit Richaud.

Nel corto, pattinato sulle note del requiem Lacrimosa di Mozart, presenta il triplo axel, il triplo loop e la combinazione triplo lutz-triplo toe-loop, collocata nella seconda parte del programma. Grazie anche alle tre trottole, tutte valutate di livello 4, e la step sequence, valutata di livello 3, totalizza un punteggio tecnico di 44.94, a cui si aggiunge un PCS di 36.07, per un totale di 81.01 che lo colloca in terza posizione provvisoria.

Nel lungo, pattinato sulle musiche A single man e Nocturnal animals di Abel Korzeniowski, totalizza un punteggio di 147.63 (76.93 per il tecnico e 70.70 per le componenti) e si classifica terzo in entrambi i segmenti, concludendo la gara sul gradino più basso del podio con un punteggio totale di 228.64.[9]

Dal 2 al 5 ottobre partecipa all'ISU Junior Grand Prix Egna/Neumarkt, che si tiene alla Würtharena Neumarkt di Egna. Nel corto migliora la precedente prestazione, ottenendo un punteggio tecnico di 46.10 e un PCS di 36.67. Il totale di 82.77 gli consente di chiudere il primo segmento di gara in prima posizione. Nel programma libero ottiene un punteggio tecnico di 84.40 e 74.38 per le componenti artistiche. Il punteggio di 158.76 gli consente di chiudere la gara in testa alla classifica, con un totale di 241.53. Diviene così il primo atleta italiano a prendere parte ad una finale maschile dell' ISU Grand Prix juniores.[10]

Dal 18 al 20 ottobre, è impegnato a Minsk, dove ha luogo l’Arena Ice Star 2019, Trofeo Internazionale inserito nel circuito di seconda fascia ISU Challenger Series 2019-2020. Nel corto, pattinato sulle note del Requiem Lacrimosa, migliora il precedente risultato di Egna, ottenendo 49.26 per il punteggio tecnico e un PCS di 36.15, concludendo il primo segmento in gara in testa alla classifica con un punteggio totale di 85.42. Nel programma libero, sulle note di Single Man e Nocturnal Animals di Abel Korzeniowski, raggiunge il totale di 158.40, frutto di un punteggio tecnico di 84.00 e un PCS di 74.40. Conclusi entrambi i segmenti in testa alla classifica, termina la tappa in prima posizione, portando il suo primato personale a 243.82.

La stagione prosegue a Dongguan, in Cina, dove, dal 30 ottobre al 3 novembre, si svolge il CS Asian Open Figure Skating Trophy, gara internazionale inserita nel circuito di seconda fascia ISU Challenger Series 2019-2020. Qui si impone sia nel programma corto, dove totalizza 77.09, che nel programma lungo, dove ottiene 152.99, nonostante alcune imprecisioni abbiano macchiato entrambe le performance. Il totale di 230.08 lo porta agevolmente in testa alla classifica generale, distanziando l'americano Andrew Torgashev di quasi tredici punti e l'altro americano in gara, Ryan Dunk, di trentuno lunghezze.

La finale maschile dell' ISU Grand Prix juniores, in scena a Torino dal 5 all'8 dicembre, inizia da subito in salita: un problema tecnico al pattino destro, compromette, nel programma corto, la combinazione triplo lutz-triplo toeloop, inserita strategicamente nella seconda parte del programma, permettendogli di raggiungere, al termine del primo segmento, solo la quinta posizione provvisoria con un punteggio di 71.95, suddiviso in 34.95 di TES e 37.00 di PCS.[11] Le problematiche tecniche compromettono anche diversi elementi del programma libero, come il quadruplo lutz iniziale, che viene atterrato con caduta, il triplo axel, il doppio axel e il triplo lutz, che vengono invece atterrati con step-out. A causa di ciò, raggiunge, nel secondo segmento, il punteggio di 123.71, frutto di 55.99 di TES e 69.72 di PCS. Il totale di 195,66, molto inferiore rispetto agli altri risultati raggiunti in stagione, gli permette di concludere la competizione solo in sesta posizione.[12]

I campionati italiani si svolgono nell'impianto Ice Lab di Bergamo dal 12 al 15 dicembre. Nel programma corto, presenta il quadruplo lutz, atterrato in maniera fallosa, il quadruplo loop e il triplo axel, intervallati da tre trottole e dalla step sequence, chiamate dal pannello di livello 4. Il totale di 81.53, frutto di 43.68 di TES e 38.85 di PCS, vale la seconda posizione provvisoria, alle spalle di Matteo Rizzo. Nel programma lungo, riesce a capovolgere il risultato, soprattutto grazie all'importante bagaglio tecnico. Nonostante due atterraggi non puliti nel quadruplo lutz iniziale e nel triplo axel, chiamato sottoruotato dal pannello tecnico, Daniel Grassl riesce ad imporsi attraverso un buon quadruplo loop e le importanti combinazioni triplo flip-triplo toe-loop, triplo lutz-triplo toe-loop e triplo loop-euler-triplo salchow. Grazie anche ad un buon triplo lutz, le tre trottole, chiamate di livello 4 e la step sequence, anch'essa valutata di livello 4, riesce a guadagnare nel segmento lungo 163.87, dovute ad un TES di 85.57 e un PCS 77.30. Il punteggio totale di 245.40 gli permette di riconfermare, di misura, il titolo di campione nazionale.[13][14]

A gennaio, partecipa ai Campionati europei di pattinaggio di figura che si svolgono a Graz, in Austria, dal 20 al 26 gennaio 2020. Il programma corto, macchiato dal quadruplo loop sottoruotato in combinazione con il triplo toe-loop, dal triplo axel sottoruotato e la caduta sul quadruplo lutz, inserito strategicamente nella seconda parte del programma viene valutato, dal punto di vista tecnico 41.22 grazie anche a tre trottole e la sequenza di passi valutati di livello quattro. Il PCS di 36.39 gli consente di raggiungere solo 76.61 nel punteggio totale e l'undicesimo posto parziale. Nel programma lungo, è autore di una rimonta, sebbene anche nel segmento lungo, perda punti preziosi nel quadruplo loop, nella combinazione triplo loop-triplo toe-loop e nella combinazione triplo lutz-euler-triplo salchow a causa dei consueti problemi di rotazione. Completando correttamente il quadruplo lutz, il quadruplo flip, il triplo axel e la combinazione triplo lutz-triplo toe-loop ed ottenendo il massimo livello in due delle tre trottole e nella sequenza di passi, Grassl ottiene un punteggio tecnico di 93.35 e un PCS di 74.92 per un totale di 168.27. Il punteggio totale di 244.88 lo collocano a 1.74 punto dal podio e davanti all'altro italiano in gara, Matteo Rizzo.

In questa annata avrebbe dovuto fare il suo debutto nel campionato mondiale senior a Montréal, ma la competizione è stata cancellata a causa dell'emergenza sanitaria causata dalla pandemia di Covid-19.

Stagione 2020-2021[modifica | modifica wikitesto]

Grassl ha vinto il CS Budapest Trophy 2020 ed è stato assegnato a fare il suo debutto nel Grand Prix agli Internationaux de France 2020, ma anche questo evento è stato annullato a causa della pandemia.

Grassl ha vinto il suo terzo titolo italiano consecutivo a dicembre, poco dopo il quale è risultato positivo al COVID-19, a causa del quale è stato fuori dal ghiaccio per un mese e mezzo a causa della quarantena e delle successive preoccupazioni per le condizioni del suo cuore. Grassl è stato assegnato a competere ai Campionati del Mondo 2021 a Stoccolma, dove si è classificato dodicesimo. I piazzamenti di Grassl e Matteo Rizzo hanno qualificato due posti per uomini italiani alle Olimpiadi invernali 2022 di Pechino. Entrambi sono stati successivamente nominati alla squadra italiana per il World Team Trophy 2021. Rizzo si è poi ritirato a causa di un test COVID positivo, a seguito del quale Grassl è stato l'unico italiano in gara. Era decimo nel programma corto e settimo nel pattino libero, mentre il Team Italia ha concluso al quarto posto.

Stagione 2021-2022[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la stagione olimpica con il Lombardia Trophy Memorial Anna Grandolfi, inserito nel circuito delle ISU Challenge Series, in scena a Bergamo dal 10 al 12 settembre. In questa occasione presenta i programmi scelti per la stagione olimpica; il corto è pattinato sulle di note di Nureyev, colonna sonora del film The White Crow, composta da Ilan Eshkeri mentre per il programma libero presenta un medley delle colonne sonore di Interstellar, composta da Hans Zimmer ed Armageddon, composta da Trevor Rabin. Ottiene 74.26 nel programma corto, frutto di un 38.06 di valutazione tecnica e di 37.20 per le componenti del programma, posizionandosi al quinto posto. Nel programma lungo, ottiene il miglior riscontro di giornata, formato da un 96.04 per gli elementi tecnici e 77.50 per le componenti del programma; il totale di 173.54 nel segmento lungo di gara, consentono a Daniel di risalire la classifica ed aggiudicarsi la gara con un overall di 247.80.

Il secondo appuntamento della stagione è rappresentato da Skate America, pianificato a Las Vegas dal 22 al 24 ottobre, che rappresenta anche il suo debutto nel circuito senior dell'ISU Grand Prix. Nel segmento corto paga la caduta sia nel salto iniziale del programma, il quadruplo lutz che nel terzo salto pianificato, il triplo axel, completando, invece correttamente la combinazione triplo lutz-triplo toe-loop. A metà gara, si posiziona all'ottavo posto, con 70.88, frutto di 35.74 di valutazione tecnica e di 37.14 per le componenti del programma. Anche il programma lungo si rivela ostico, soprattutto per quanto concerne i tre quadrupli pianificati, ovvero il quadruplo lutz, il quadruplo flip, e la combinazione quadruplo loop-euler-triplo salchow. Il secondo segmento viene valutato 78.35 per la parte tecnica e 73.20 per le componenti del programma. La valutazione complessiva di 150.55, consente a Daniel di risalire, nel totale, di una posizione rispetto al corto, chiudendo la gara in settima posizione con 221.43 punti.

La stagione prosegue con la terza tappa del circuito ISU Gran Prix, il Gran Premio d'Italia,tappa sostitutiva della Cup of China,in programma a Torino dal 5 al 7 novembre. Nel programma corto, riesce a completare egregiamente i tre elementi di salto pianificati, il quadruplo lutz, la combinazione triplo lutz-triplo toe-loop e il triplo axel. Ricevendo il massimo livello in due delle tre trottole pianificate e nella sequenza di passi, raggiunge l'elevato punteggio di 95.67, abbattendo il suo precedente personal best di 85.42, ottenuto nello short dell'ISU CS Ice Star del 2019. Grazie a questa valutazione,frutto di 53.52 di valutazione tecnica e 42.15 per le componenti del programma, si posiziona al secondo posto, dietro al cinese Jin Boyang e stabilisce il nuovo primato italiano nello short program.

Nel programma lungo, sebbene con un po' più di fatica, riesce comunque a completare tutti gli elementi pianificati, tra cui il quadruplo lutz, il quadruplo flip e la combinazione quadruplo loop-euler-triplo salchow all'inizio del programma e le importanti combinazioni triplo lutz-triplo toe-loop e triplo flip-triplo loop inserite, insieme al triplo lutz singolo nella seconda parte del programma. Pur perdendo qualche punto nelle tre trottole, tutte valutate di livello 3 e nella sequenza di passi, valutata di livello 2 e nonostante qualche rotazione al limite nella combinazione iniziale, nel triplo axel e nel triplo flip-triplo loop, Daniel riesce comunque a raggiungere l'elevato punteggio di 92.39 negli elementi tecnici e di 80.94 nei components. Il programma lungo viene quindi valutato 173.33, poco lontano dal personal best raggiunto due mesi prima al Lombardia Trophy. Nel punteggio totale, raggiunge il suo nuovo primato di 269.00 che gli valgono il terzo gradino del podio e la sua prima medaglia in una competizione senior del circuito ISU Gran Prix.

Partecipa, in seguito, alla Warsaw Cup, competizione inserita nel circuito delle Challenge Series, in programma in Polonia dal 17 al 21 novembre. Nel corto, la caduta sul primo quadruplo, il quadruplo lutz, giudicato anche sottoruotato dal pannello, compromette in parte il programma, in cui esegue anche la combinazione triplo lutz-triplo toe-loop e il triplo axel, inserito nella seconda metà del programma. Ricevendo il massimo livello nella sequenza di passi e nelle tre trottole, raggiunge il punteggio di 81.74, risultato dal 42.84 del punteggio tecnico e dal 39.90 delle componenti del programma, che lo collocano in quarta posizione provvisoria. Nel programma lungo, riesce ad operare una buona rimonta; nonostante alcune défaillance sui tre quadrupli, l'atleta completa correttamente la combinazione triplo axel-euler-triplo salchow, le due combinazioni triplo lutz-triplo toe-loop e triplo flip-triplo-toeloop e il triplo lutz, inserite come elementi bonus nell'ultima parte del programma. Ottenendo il livello 4 nelle tre trottole pianificate e nella sequenza di passi, Daniel ottiene, nel secondo segmento, 162.22, frutto di 83.22 di valutazione tecnica e 78.00 per le componenti del programma. Complici anche i diversi errori degli atleti che lo precedevano nella classifica dopo lo short program, riesce, al termine della competizione, a difendere la seconda posizione complessiva alle spalle del giapponese Sota Yamamoto.

A dicembre, partecipa ai campionati italiani, in scena al Palavela di Torino il 4 e il 5 dicembre. Nello short program, presenta il quadruplo lutz, la combinazione triplo lutz-triplo toeloop e il triplo axel, inserito nella seconda metà del programma. Ottenendo il massimo livello nelle tre trottole pianificate e nella step sequence, ottiene l'elevato punteggio di 96.66, risultato di 54.76 per la parte tecnica e 41.90 per le componenti del programma. Nel programma lungo, presenta tre quadrupli, lutz, flip e loop, il triplo axel combinato con l'euler e il triplo salchow, le combinazioni triplo lutz-triplo toe-loop e triplo flip-triplo toe-loop e il triplo lutz, posizionati come ultimi elementi del programma. Ottenendo il livello 4 nelle tre trottole pianificate e nella step sequence, nonostante alcune imprecisioni nella rotazione di alcuni elementi, come il quadruplo loop e la combinazione triplo flip triplo toe-loop, ottiene 94.50 per gli elementi tecnici ed 82.80 per le componenti del programma, per un totale di 177.30. Al termine della competizione, riesce a confermare, per la quarta volta consecutiva, il titolo italiano, raggiungendo il totale di 273.96.

Partecipa, poi, ai Campionati Europei, in programma a Tallin, in Estonia, dal 10 al 16 gennaio. Il 12 gennaio,nello short program, presenta il quadruplo lutz, la combinazione triplo-lutz triplo toe-loop e il triplo axel. Nonostante le tre trottole presentate siano di livello 4 e la step sequence di livello 3, complici due chiamate di filo non chiaro in entrambi i lutz, ottiene, nel primo segmento di gara 49,82 punti di tecnico e 41,93 nei components. Il totale di 91,75 punti lo pone, a metà gara, al quinto posto parziale.

Il 14 gennaio, nel free program, presenta tre quadrupli, lutz, flip e loop, combinato con l'euler e il triplo salchow, il triplo axel, le combinazioni triplo lutz-triplo toe-loop e triplo flip-triplo toe-loop e il triplo lutz, posizionati come ultimi elementi del programma. Nonostante una defaillance sull'ultimo triplo lutz e chiamata di filo non chiaro per entrambi i lutz, grazie anche alle trottole e la step sequence, valutate di livello 4, ottiene un punteggio nel segmento 182,73 punti, frutto di 100,31 punti di tecnico, che rappresenta anche il miglior riscontro tecnico della gara, e 82,42 di components. Il totale di 274.48 punti gli consente di recuperare tre posizioni rispetto al corto e di posizionarsi sul secondo gradino del podio alle spalle del russo Mark Kondratiuk.

Daniel diviene, in questo modo, il sesto italiano a vincere una medaglia agli europei, ottenendo il miglior risultato dalle vittorie di Carlo Fassi nel 1953 e 1954, [15] stabilendo anche i nuovi record italiani nel programma libero (182,73 punti) e nel punteggio complessivo (274,48 punti).

Stagione 2022-2023[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione post-olimpica, Daniel Grassl decide di lasciare temporaneamente il team di Lorenzo Magri ad Egna e trasferirsi allo Skating Club di Boston per allenarsi sotto la supervisione di Alexei Letov e Olga Ganicheva. Contestualmente a questo importante cambiamento decide di collaborare con Jason Brown per la coreografia del suo programma corto mentre continua la proficua collaborazione con il coreografo francese Benoît Richaud per la coreografia del programma libero.

La stagione inizia con l' U.S. International Figure Skating Classic, evento appartenente alle Challenge Series in scena a Lake Placid dal 12 al 16 settembre. Nel programma corto, pattinato sulle note di "I feel love" di Sam Smith, Daniel commette diversi errori, come la caduta nel quadruplo lutz iniziale e il difficoltoso atterraggio del quadruplo flip successivo, in combinazione con il toe-loop. Al termine di questo programma, in cui l'atleta completa il triplo axel, la sequenza di passi, chiamata di livello 3 e tre trottole chiamate, rispettivamente di livello 3, 2 e 4, Daniel ottiene 73.69 derivato da un punteggio tecnico di 36.61 e di un punteggio di 38.08 per le componenti del programma. Daniel non disputa il programma libero per evitare maggiori problematiche fisiche a seguito della caduta nel programma corto.

In seguito partecipa al Japan Open, una competizione a squadre, in cui è previsto il solo programma libero, che si tiene a Saitama. In tale occasione, presenta, il quadruplo lutz e il quadruplo flip, due tripli axel, di cui uno in combinazione con l'euler e il triplo salchow, le combinazioni triplo lutz-triplo toeloop e triplo lutz-triplo loop ed un triplo flip. Pur ottenendo il livello 4 nella sequenza di passi e in due delle tre trottole presentate Daniel ottiene, nel punteggio tecnico solo 84.36 in virtù di diversi elementi valutati negativamente per il limite di rotazione o pulizia del filo. Ottenendo 81.85 nelle componenti del programma, Grassl termina la gara in quarta posizione a 166.21.

Sempre ad ottobre, partecipa a Skate America, in programma a Norwood dal 21 al 23 . In questa occasione, Daniel presenta il nuovo programma corto, pattinato sulle note di "Silhouette" del duo inglese Aquilo e coreografato nuovamente da Jason Brown. Nel segmento più breve di gara, Grassl completa il quadruplo lutz, il triplo axel e la combinazione triplo lutz-triplo toeloop, inserita come ultimo elemento di salto. Ottenendo il livello 4 su due delle tre trottole presentate ed il livello 3 nella step sequence, il pattinatore raggiunge, a metà gara, il punteggio di 88.43 come risultato di 47.40 ottenuti per gli elementi tecnici e 41.03 per le componenti del programma, ponendosi provvisoriamente al terzo posto. Nel programma lungo, Daniel esegue correttamente i due quadrupli previsti, flip e lutz, due tripli axel, di cui uno in combinazione con l'euler e il triplo salchow, le combinazioni triplo lutz-triplo toeloop e triplo lutz-doppio axel ed un triplo flip singolo. Ottenendo il livello 4 solo in una delle tre trottole eseguite, il livello 2 nella step sequence e in virtù di alcuni errori tecnici, tra cui la caduta sul triplo axel e l'atterraggio sul quarto del triplo toe-loop in combinazione con il triplo lutz, Daniel raggiunge il punteggio di 169.25, risultato dagli 88.29 punti per gli elementi tecnici e di 81.96 nei components. Con il punteggio complessivo di 257.68, l'atleta conclude la gara al quarto posto, alle spalle dello statunitense Ilia Malinin, del giapponese Kao Miura e del coreano Junhwan Cha.

Successivamente, Grassl prende parte al MK John Wilson a Sheffield Trophy, inedita tappa londinese di Gran Prix, in programma a Sheffield dal 10 al 13 novembre. Nel programma corto, Daniel presenta il consolidato layout composto da quadruplo lutz, triplo axel e dalla combinazione triplo lutz-triplo toeloop, inserita nella seconda parte del programma. Nonostante l'atterraggio al limite sul toeloop della combinazione, al termine di questo segmento, l'atleta ottiene il punteggio tecnico 45.69, raggiunto anche grazie al livello 4 di due delle tre trottole presentate ed al livello 3 nella step sequence. In virtù dei 41.16 punti nelle componenti del programma, Daniel termina la prima parte della gara con un punteggio di 86.85 che lo pone al secondo posto, alle spalle dell'atleta canadese Roman Sadovsky.

Nel programma libero, Daniel presenta il medesimo layout visto a Skate America. Nonostante la caduta sul quadruplo flip, l'atleta ottiene l'importante punteggio tecnico di 95.48 raggiunto anche in virtù del massimo livello attribuito dal pannello tecnico sia alle tre trottole che alla step sequence. Raggiungendo il punteggio di 83.02 nelle componenti del programma, Grassl confeziona un libero da 177.50. Il punteggio complessivo di 264.35 consentono a Daniel di vincere la gara. In questa occasione, Grassl stabilisce i propri primati stagionali per il programma libero e per il punteggio totale, divenendo, al contempo, il primo pattinatore italiano a vincere una medaglia d'oro in una gara di singolo maschile del circuito ISU Grand Prix.

Grazie ai risultati ottenuti nelle due tappe di Grand Prix disputate, Daniel Grassl diviene il primo pattinatore di singolo maschile italiano a qualificarsi per le finali senior del circuito Grand Prix, in programma a Torino dall'8 all'11 dicembre.

Record[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017, all'età di 15 anni, al Golden Spin di Zagabria completa correttamente un quadruplo lutz, diventando il pattinatore più giovane a riuscirvi in una competizione internazionale.[16] Tale record è stato battuto nel 2018 dal canadese Stephen Gogolev, che è riuscito a completare il salto all'età di 13 anni.[17]

Il 29 ottobre 2018 al Golden Bear di Zagabria diventa il primo europeo ad atterrare correttamente un quadruplo loop in una competizione internazionale. Il primo in assoluto è stato il giapponese Yuzuru Hanyū nel 2016.[6]

Il 5 ottobre 2019, con la vittoria nella tappa dell'ISU Junior Grand Prix di Egna, diviene il primo pattinatore italiano a qualificarsi, nel settore maschile, per una finale junior del Grand Prix.

Il 12 novembre 2022, con la vittoria nella tappa dell'ISU Grand Prix Trofeo MK John Wilson a Sheffield diviene il primo pattinatore di singolo maschile italiano a vincere una medaglia d'oro in un Grand Prix. Grazie a questo risultato, Daniel diviene anche il primo pattinatore di singolo maschile italiano a qualificarsi per una finale senior del circuito Gran Prix.

Programmi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Programma corto Programma libero
2022–2023
  • Silhouette by Aquilo coreografia di Jason Brown
  • Struggling Brain by Guy Skornik & Zab Skornik; Korea Town by Danny Bensi, Saunder Jurriaans; Hour of the Ruler by Joseph Alexander; Dans la maison by Philippe Rombi; arrangiati da Cédric Tour

coreografia di Benoît Richaud

2021–2022
  • Nureyev (da The White Crow) di Ilan Eshkeri coreografia di Benoît Richaud
  • Interstellar di Hans Zimmer arrangiato da Cédric Tour
  • Armageddon di Trevor Rabin coreografia di Benoît Richaud
2020–2021
  • Dig Down di Muse coreografia di Benoît Richaud
  • Joker di Cédric Tour coreografia di Benoît Richaud
2019–2020
  • Lacrimosa (Requiem) di Wolfgang Amadeus Mozart coreografia di Benoît Richaud
  • A Single Man di Abel Korzeniowski
  • Nocturnal Animals di Abel Korzeniowski coreografia di Benoît Richaud
2018–2019
  • Rain, In Your Black Eyes di Ezio Bosso coreografia di Benoît Richaud
  • Dance Pieces di Philip Glass coreografia di Benoît Richaud
2017–2018
  • Smile di Charlie Chaplin eseguito da Nat King Cole
  • City Lights di Charlie Chaplin
  • Cirque du Soleil di Benoît Jutras
2016–2017
  • Sabre Dance (da Gayane) di Aram Khachaturian
  • Smile di Charlie Chaplin eseguito da Nat King Cole
  • City Lights di Charlie Chaplin

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

CS: Challenger Series; JGP: Junior Grand Prix; R: ritirato; C = Evento cancellato
N: novice; J: juniores; S = Risultato della squadra; P = Risultato personale

Gare internazionali[4]
Evento 14–15 15–16 16–17 17–18 18–19 19-20 20-21 21-22 22-23
Olimpiadi
Campionati mondiali C 12°
Campionati europei C
GP Cup of China C
GP Trophée Eric Bompard C
GP d'Italia
GP Skate America
CS Alpen Trophy
CS Budapest Trophy
CS Golden Spin 10º
CS Lombardia Trophy
CS Ondrej Nepela Trophy R
CS Warsaw Cup
Egna Spring Trophy
Golden Bear
Ice Challenge
Challenge Cup
Merano Cup
Warsaw Cup
Gare internazionali juniores
Mondiali juniores
ISU Junior Grand Prix Final
JGP Australia
JGP Austria
JGP Francia
JGP Giappone
JGP Italia
JGP Polonia
JGP Slovacchia
EYOF
Cup of Tyrol
Egna Spring Trophy
Golden Bear
Hellmut Seibt
Ice Challenge
Lombardia Trophy
Merano Cup 2*
MNNT Cup
Santa Claus Cup
Nazionali
Campionati italiani 4º J 1º J 1º J
Gare a squadre
Olimpiadi 7° S
5° P
World Team Trophy 6° S
11° P
4° S
9° P

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda di Daniel Grassl su isuresults.com, su isuresults.com. URL consultato il 05-10-2019.
  2. ^ (EN) Scheda di Daniel Grassl su isuresults.com, su isuresults.com. URL consultato il 22-09-2019.
  3. ^ LIVE Pattinaggio artistico, Europei 2022 in DIRETTA: DANIEL GRASSL NELLA STORIA! E’ ARGENTO! Frangipani nono, su oasport.it.
  4. ^ a b c d e f (EN) Risultati di Daniel Grassl su isuresults.com, su isuresults.com. URL consultato il 22-09-2019.
  5. ^ Figura, Daniel Grassl mattatore al Golden Bear 2018, su fisg.it. URL consultato il 22-09-2019.
  6. ^ a b c Due quadrupli per Daniel Grassl, primo europeo ad atterrare il 4Loop, su artonice.it. URL consultato il 22-09-2019.
  7. ^ ESCLUSIVA Pattinaggio artistico: intervista al giovane talento Daniel Grassl, su oasport.it. URL consultato il 22-09-2019.
  8. ^ Pattinaggio di figura, Golden Spin Of Zagabria: Guignard-Fabbri conquistano la seconda posizione. Daniel Grassl entra nella storia, su oasport.it. URL consultato il 22-09-2019.
  9. ^ Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Danzica 2019: Daniel Grassl conquista la terza posizione, nella danza settimi Riga-Dubrovin, su oasport.it. URL consultato il 22-09-2019.
  10. ^ Pattinaggio artistico, ISU Junior Grand Prix Egna-Neumarkt 2019: Daniel Grassl magistrale! L’azzurro vince la tappa e vola alle Finali di Torino, su oasport.it. URL consultato il 05-10-2019.
  11. ^ Pattinaggio artistico, Finali Grand Prix 2019: Andrei Mozalev domina lo short program juniores, Daniel Grassl 5º, su oasport.it. URL consultato il 16-12-2019.
  12. ^ Figura, Finali di Isu Grand Prix: Daniel Grassl chiude 6º tra gli Junior, su fisg.it. URL consultato il 16-12-2019.
  13. ^ Campionati Italiani pattinaggio figura 2020 – Grassl si conferma campione: i risultati, su sportfair.it. URL consultato il 16-12-2019.
  14. ^ Pattinaggio artistico, Campionati Italiani Bergamo 2019: Daniel Grassl si riconferma Campione d’Italia, battuto Matteo Rizzo, su oasport.it. URL consultato il 16-12-2019.
  15. ^ Pattinaggio, Eurofigura: Grassl, impresa d’argento. In 131 anni per l’Italia meglio solo Fassi, su La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  16. ^ Due quadrupli per Daniel Grassl, primo europeo ad atterrare il 4Loop, su video.corriere.it. URL consultato il 22-09-2019.
  17. ^ (EN) Canada's next figure skating star weighs 88 pounds, su cbc.ca. URL consultato il 22-09-2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]