Corrado Guerzoni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Corrado Guerzoni

Corrado Guerzoni (Modena, 27 luglio 1930Roma, 1º ottobre 2011) è stato un giornalista e conduttore radiofonico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò l'attività giornalistica alla Gazzetta di Modena, poi nel 1954 entrò in Rai, dapprima come praticante e quindi come giornalista. Per quasi 19 anni fu stretto collaboratore di Aldo Moro, prima come capoufficio stampa, poi come portavoce e assistente alla comunicazione[1].

Dal 1969 al 1977 diresse il Radiocorriere TV. Nel 1977 diventò direttore del secondo canale della Radiorai, Rai Radio 2. Restò in carica fino al 1990.

Dal 1981 condusse - per nove anni, fino al 1990 - Radiodue 3131, la popolarissima trasmissione radiofonica in onda dal lunedì al venerdì, erede di Chiamate Roma 3131, nata il 7 gennaio 1969 e precedentemente condotta tra gli altri da Gianni Boncompagni e Paolo Cavallina.

Scrisse diversi libri di saggistica e poesia (Il valore della parola, con Maurizio Ciampa e altri, SEI, 1988; Una striscia di terra, Lucarini, 1990; La faccia nascosta, Lucarini, 1991; L'uomo che speravi, Gribaudo, 1992) e la biografia Aldo Moro, pubblicata nel 2008 per i tipi di Sellerio Editore.[2]

È scomparso nel 2011 all'età di 81 anni.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Lo stato decise di non salvarlo' di Annachiara Valle, su dongiorgio.it. URL consultato il 17-05-2011 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2011).
  2. ^ Sellerio Editore, su sellerio.it. URL consultato il 12-05-2011 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2008).
  3. ^ Notizia della morte da La Stampa Archiviato il 16 ottobre 2011 in Internet Archive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4965955 · ISNI (EN0000 0000 3011 7200 · LCCN (ENn88195648 · BNF (FRcb12136526r (data)