Corona del Corvo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Corona del Corvo (in dzongkha: དབུ་ཞྭ་བྱ་རོག་ཅན་; traslitterato: dbu-zhva bya-rog-can) è la corona ufficiale dei re del Bhutan.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La corona del corvo indossata dai Re del Bhutan
Il primo prototipo di corona del corvo realizzata in forma di elmo.
Rappresentazione della corona del corvo.

La monarchia ereditaria della dinastia Wangchuck nello stato himalayano del Bhutan venne fondata nel 1907. Il primo re della dinastia Wangchuk, Ugyen Wangchuck (1862–1926), fu una figura carismatica che sorse al potere dopo un periodo turbolento personale e dello stato. Egli adottò come unico simbolo della sua autorità una corona sormontata dalla testa di un corvo. L'uccello rappresenta ancora oggi una sorta di "Mahakala", divinità guardiana del Buthan. La forma di questa corona venne a sua volta derivata dall'elmo da battaglia del padre di Ugyen, Jigme Namgyel (1825–81). noto col nome di "reggente nero", il quale l'aveva indossata in tutti gli scontri che poi avevano portato i suoi nemici a sottomettersi a lui.

La corona del corvo è attualmente la corona ufficiale indossata dai re del Buthan ed il corvo è divenuto l'uccello nazionale, al punto che un tempo ucciderne uno era un crimine punibile con la morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Bhutan Portale Bhutan: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Bhutan