Coppa (salume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa, Capocollo
Sweetcapicola.JPG
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna
Puglia
Calabria
Basilicata
Lazio
Toscana
Umbria
Marche
Campania
Molise
Abruzzo
Veneto
Sardegna
Dettagli
Categoriasecondo piatto
RiconoscimentoP.A.T.
Settoresalumi
 

La coppa, detta anche capocollo, capicollo (Campania e Calabria), ossocollo (Veneto), finocchiata (Siena), capicollo (alto Lazio), lonza (Lazio) o lonzino (Marche e Abruzzo), capicollu (Corsica) [1] è un insaccato che è presente nel territorio italiano e nell'isola Francese della Corsica [1] con varie interpretazioni e ricette, ottenuto dalla lavorazione della porzione superiore del collo del maiale e da una parte della spalla (questo ne giustifica il nome).

Le carni vengono salate e massaggiate (questa operazione è necessaria per favorire la distribuzione uniforme del sale) poi vengono insaccate in un budello naturale e fatte stagionare per diversi mesi.

Nel corso della lavorazione vengono aggiunte spezie ed erbe aromatiche tipiche delle diverse località di produzione del salume. Per la sua stagionatura in passato si avvolgeva la carne in una tela grezza o la si legava con spago di canapa.

Con questo nome si intende anche una parte del maiale, ottima per la cottura alla brace, alla griglia o pietra ollare. Prende nomi differenti a seconda della regione.

Prodotti riconosciuti[modifica | modifica wikitesto]

La coppa di Corsica
Il lonzino

Marchi di tutela attribuiti dall'Unione europea[modifica | modifica wikitesto]

D.O.P.[modifica | modifica wikitesto]

I.G.P.[modifica | modifica wikitesto]

A.O.C.[modifica | modifica wikitesto]

  • Coppa di Corsica/Coppa de Corse (dal 2012) [2]

Prodotti agroalimentari tradizionali italiani[modifica | modifica wikitesto]

  • Regione Sicilia
    • capocollo di suino nero

Altri salumi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Schapira (1994) p. 52
  2. ^ (FR) C Guelfucci, Actualité du 2 avril 2012 : la charcuterie corse passe en mode AOC, su cguelfucci.free.fr. URL consultato il 5 dicembre 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Christiane Schapira, La bonne cuisine corse, Parigi, Solar, 1994, ISBN 2-263-00177-8.


Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina