Colle di Pra Martino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colle di Pra Martino
StatoItalia Italia
RegionePiemonte Piemonte
ProvinciaTorino Torino
Località collegateVal Chisone
Val Lemina
Altitudine916 m s.l.m.
Coordinate44°32′40.56″N 7°09′51.48″E / 44.5446°N 7.1643°E44.5446; 7.1643Coordinate: 44°32′40.56″N 7°09′51.48″E / 44.5446°N 7.1643°E44.5446; 7.1643
Infrastrutturaasfalto
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Colle di Pra Martino
Colle di Pra Martino

Il Colle di Pra Martino, detto anche Pra Martino, (916 m) è un passo che collega la bassa Val Chisone alla Val Lemina in Piemonte. Il colle è anche base per escursioni ai monti Pianas (1042 m) e Rocciacotello (1035 m).

Fin dal passato è stato un luogo di collegamento tra Villar Perosa ed il comune di S. Pietro Val Lemina, attraverso il piccolo colle omonimo. Oggi è famoso soprattutto per gli sportivi, in quanto meta ciclistica apprezzata proprio per la possibilità di collegamento con la Val Lemina e la Valle di Grandubbione (comune di Pinasca). Inoltre i numerosi sentieri, soprattutto verso S. GIuliardo, la Fraita e S. Benedetto, sono apprezzati anche dagli amanti della corsa, del softair, del cavallo e, in inverno, per il fondo e le passeggiate con le ciaspole.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Stefano Garzelli, protagonista di giornata e autore di una fuga di oltre 130 km (di cui 100 in solitaria)

.

La salita di Pra Martino è stata inserita come Gran Premio della Montagna di 2ª categoria per la prima volta nella storia del Giro d'Italia il 19 maggio 2009, in occasione della 10ª tappa; la Cuneo-Pinerolo. La frazione di gara, che con i suoi 262 km è stata la più lunga dell'edizione del centenario, avrebbe dovuto ripercorrere la storica tappa vinta in solitaria nel 1949, con 192 chilometri di fuga, da Fausto Coppi su Gino Bartali.

Problemi di transito in alta montagna e difficoltà con le frequenze radio in Francia hanno imposto la modifica del tracciato facendo saltare il lungo sconfinamento in territorio transalpino, e sostituendo il passaggio sui colli della Maddalena, del Vars, dell'Colle dell'Izoard e del Monginevro con i valichi del Colle del Moncenisio e del Sestriere, l'ascesa di Pra Martino, lo scollinamento a San Maurizio e l'attraversamento del centro storico di Pinerolo. La tappa è stata vinta da Danilo Di Luca che, avvantaggiatosi sull'erta finale di Via Tosel, è riuscito a precedere di una decina di secondi sul traguardo i suoi diretti inseguitori.

Il Tour de France è transitato a Pra martino per la prima volta nell'edizione del 2011, durante la 17ª tappa Gap-Pinerolo di 179 km, vinta per distacco dal norvegese Edvald Boasson Hagen.

Lista delle tappe transitate a Pra Martino:

Giro d'Italia[modifica | modifica wikitesto]

Profil for 17. etape
Edizione Tappa Percorso km Vincitore di tappa
2009 (19 maggio) 10ª Cuneo-Pinerolo 262 Italia Danilo Di Luca

Tour de France[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Tappa Percorso km Vincitore di tappa
2011 (20 luglio) 17ª Gap-Pinerolo 179 Norvegia Edvald Boasson Hagen

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Leggenda della Val Chisone: Tra l'impervia Roccia Cotello ed i boschi di Pra Martino vissero secondo la leggenda il brigante Barabio Cotello (o Coltello), in omaggio alla sua specialità, richiamata anche nell'aspetto morfologico delle rocce che celavano il suo nascondiglio, e dei misteriosi soldati che una tradizione ed il toponimo locale "Camp d'arlanda", liberamente interpretato, vogliono irlandesi. Il loro fortino che qui sarebbe sorto, sarebbe stato costruito con i pali rubati dai vigneti di S.Pietro Val Lemina.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]