Colle Prenestino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Colle Prenestino
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.svg Roma
ComuneInsigne Romanum coronatum.svg Roma Capitale
Territorio
Coordinate41°53′33″N 12°37′49″E / 41.8925°N 12.630278°E41.8925; 12.630278 (Colle Prenestino)Coordinate: 41°53′33″N 12°37′49″E / 41.8925°N 12.630278°E41.8925; 12.630278 (Colle Prenestino)
Superficie3,2 km²
Abitanti7 500 (2004)
Densità2 343,75 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale00132
Prefisso06
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Colle Prenestino
Colle Prenestino

Colle Prenestino è una frazione di Roma Capitale, situata nelle zone Z. IX Acqua Vergine e Z. XIII Torre Angela, nel territorio del Municipio Roma VI (ex Municipio Roma VIII).

Sorge a cavallo della via Prenestina, a circa 800 metri esternamente al Grande Raccordo Anulare, poco oltre l'incrocio con via dell'Acqua Vergine a nord e via di Torrenova a sud e, insieme alla vicina frazione di Colle Monfortani, fa parte della Zona "O" 15+16 Colle Mentuccia.[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Si forma negli anni sessanta-settanta come borgata spontanea, inizialmente come zona agro-industriale, poi come zona abitata.
È situata su di un colle, nel mezzo dei vasti terreni agricoli prenestini e di secolare proprietà della famiglia Vaselli.
Il suo primo nome fu "Colle Mentuccia", per l'allora abbondante presenza della mentuccia, un'erba aromatica. Tale nome sarà poi ripreso in maniera ufficiale dal comune per definire la Zona O che lo comprende.

Con il piano regolatore generale, la borgata crebbe demograficamente in maniera vertiginosa, abusivamente, con un'edilizia disordinata ai lati della via Prenestina, che taglia in due la frazione tra Acqua Vergine a nord e Torre Angela a sud.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

In zona sono presenti le sorgenti da cui l'acquedotto dell'Acqua Vergine (anno 19 a.C.) raccoglie le acque utilizzate per rifornire quattro importanti fontane di Roma: la fontana della Barcaccia, la fontana di Trevi, la fontana dei Quattro Fiumi e la fontana del Nicchione.

Dagli scavi, iniziati nel 2003, per la costruzione della chiesa di San Patrizio, sono state portate alla luce alcune tombe etrusche, attualmente site sotto il basamento della chiesa e visibili da un'apertura vetrata posta sul pavimento a destra all'entrata.
Una villa romana, ancora interrata, si trova vicino al comprensorio scolastico intitolato dal 2002 alla giornalista Maria Grazia Cutuli.

Scuole[modifica | modifica wikitesto]

Odonimia[modifica | modifica wikitesto]

Tranne via Pedica di Tor Angela, le strade di Colle Prenestino sono tutte dedicate a comuni campani, tra i quali:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zona O 15+16, Colle Mentuccia – Ponte di Nona.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma