Codice di procedura civile italiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il codice di procedura civile italiano (talvolta chiamato codice Grandi o codice Grandi-Calamandrei dai nomi dell'allora guardasigilli Dino Grandi e del giurista Piero Calamandrei) è un corpo organico di norme strumentali a quelle di diritto civile. Con l'aggettivo strumentale è da intendersi quella norma che è posta dall'ordinamento a garanzia, attraverso particolari meccanismi (detti processi), della norma sostanziale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il codice di procedura civile italiano è stato approvato con il Regio decreto-legge 28 ottobre 1940, n. 1443, in materia di "Codice di procedura civile" e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n. 253 del 28-10-1940.

Peculiare fu la prolungata Vacatio legis: il testo entrò ufficialmente in vigore il 21 aprile 1942 (anche se è accertato che il decreto n. 1443/40 e la Gazzetta Ufficiale furono antidatati).

Il testo del '42 fu il frutto del lavoro di una commissione ministeriale affiancata da un comitato più ristretto presieduto dal ministro della Giustizia Dino Grandi e composto da Piero Calamandrei, Francesco Carnelutti, Enrico Redenti e dal magistrato Leopoldo Conforti. Esso costituì il punto d'approdo di una serie di progetti che percorse l'arco di un ventennio (a partire dai tentativi infruttuosi di Giuseppe Chiovenda nel 1919, di Ludovico Mortara nel 1923, degli stessi Francesco Carnelutti nel 1926 ed Enrico Redenti nel 1934, del guardasigilli Arrigo Solmi nel 1937 con la collaborazione del giovane Vezio Crisafulli).

Riforme[modifica | modifica wikitesto]

Le maggiori novelle che hanno interessato il Codice di procedura civile possono essere così elencate:

  • R.D. 20 aprile 1942, n. 504, norme per il coordinamento del codice di procedura civile
  • D.Lgs. 10 dicembre 1947, n. 1548, Modificazione dell'art. 545 del Codice di procedura civile circa il pignoramento di stipendi, salari e altre indennità dovuti per rapporti di lavoro
  • D.Lgs. 9 aprile 1948, n. 438, modificazioni e aggiunte al Codice di procedura civile (entrato in vigore a seguito di reiterate sospensioni stabilite con Legge 29 dicembre 1948, n. 1470, Legge 31 marzo 1949, n. 92 e Legge 5 luglio 1949, n. 341)
  • Legge 30 luglio 1950, n. 534, modificazione dell'articolo 72 del Codice di procedura civile
  • D.L. 5 maggio 1948, n. 483, convertito con Legge 14 luglio 1950, n. 581, Modificazioni ed aggiunte al Codice di procedura civile (cosiddetta novella del 1950)
  • D.P.R. 17 ottobre 1950, n. 857, Disposizioni di coordinamento e di attuazione della legge 14 luglio 1950, n. 581, che ratifica il decreto legislativo 5 maggio 1948, n. 483
  • Legge 23 maggio 1951, n. 400, Modificazione del secondo comma dell'articolo 677 del Codice di procedura civile
  • Legge 25 luglio 1966, n. 571, Aumento dei limiti di valore della competenza dei pretori e dei conciliatori e del limite di inappellabilità delle sentenze dei conciliatori
  • Legge 8 maggio 1971, n. 302, Modifica dell'articolo 514 del codice di procedura civile in tema di cose mobili assolutamente impignorabili
  • Legge 11 agosto 1973, n. 533, Disciplina delle controversie individuali di lavoro e delle controversie in materia di previdenza
  • Legge 22 dicembre 1973, n. 841, Proroga dei contratti di locazione e di sublocazione degli immobili urbani e degli immobili destinati ad uso di albergo, pensione e locanda
  • Legge 10 maggio 1976, n. 358, Modifiche agli articoli 495, 641 e 653 del codice di procedura civile relative alla conversione del pignoramento ed al decreto di ingiunzione
  • Legge 8 agosto 1977, n. 532, Provvedimenti urgenti in materia processuale e di ordinamento giudiziario
  • Legge 18 ottobre 1977, n. 793, Abolizione del deposito per soccombenza nel processo civile
  • Legge 7 febbraio 1979, n. 59, Modificazioni ai servizi di cancelleria in materia di spese processuali civili
  • Legge 6 febbraio 1981, n. 42, Ratifica ed esecuzione della convenzione relativa alla notifica all'estero di atti giudiziari ed extragiudiziari in materia civile o commerciale, adottata a L'Aja il 15 novembre 1965
  • Legge 9 febbraio 1983, n. 28, Modificazioni alla disciplina dell'arbitrato
  • Legge 30 luglio 1984, n. 399, Aumento dei limiti di competenza del conciliatore e del pretore
  • Legge 4 giugno 1985, n. 281, Disposizioni sull'ordinamento della Commissione nazionale per le società e la borsa
  • D.P.R. 9 dicembre 1987, n. 497, Abrogazione, a seguito di referendum popolare, degli articoli 55, 56 e 74 del codice di procedura civile
  • Legge 13 aprile 1988, n. 117, Risarcimento dei danni cagionati nell'esercizio delle funzioni giudiziarie e responsabilità civile dei magistrati
  • Legge 29 luglio 1988, n. 331, Modifica dell'articolo 710 del codice di procedura civile in materia di modificabilità dei provvedimenti del tribunale nei casi di separazione personale dei coniugi
  • Legge 26 novembre 1990, n. 353 (cosiddetta novella del 1990), Provvedimenti urgenti per il processo civile
  • D.L. 13 maggio 1991, n. 152, Provvedimenti urgenti in tema di lotta alla criminalità organizzata
  • Legge 21 novembre 1991, n. 374, Istituzione del Giudice di Pace, (Governo Andreotti VII)
  • Legge 4 dicembre 1992, n. 477, Disposizioni sull'efficacia di norme della legge 21 novembre 1991, n. 374
  • Legge 5 gennaio 1994, n. 25, Nuove disposizioni in materia di arbitrato e disciplina dell'arbitrato internazionale
  • D.L. 7 ottobre 1994, n. 571, convertito con Legge 6 dicembre 1994, n. 673, Modificazioni delle leggi 21 novembre 1991, n. 374, istitutiva del giudice di pace, e 26 novembre 1990, n. 353, concernente provvedimenti urgenti per il processo civile
  • Legge 31 maggio 1995, n. 218, Riforma del diritto internazionale privato
  • D.L. 18 ottobre 1995, n. 432, convertito con Legge 20 dicembre 1995, n. 534, Interventi urgenti sul processo civile e sulla disciplina transitoria della legge 26 novembre 1990, n. 353, relativa al medesimo processo
  • D.L. 23 ottobre 1996, n. 542, convertito con Legge 23 dicembre 1996, n. 649, Differimento di termini previsti da disposizioni legislative in materia di interventi in campo economico e sociale
  • Legge 27 maggio 1997, n. 141, Modifica del terzo comma dell'articolo 83 del codice di procedura civile
  • Legge 22 luglio 1997, n. 276, Disposizioni per la definizione del contenzioso civile pendente: nomina di giudici onorari aggregati e istituzione delle sezioni stralcio nei tribunali ordinari
  • D.Lgs. 19 febbraio 1998, n. 51, Istituzione del giudice unico di primo grado
  • D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 80, Nuove disposizioni in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nelle amministrazioni pubbliche, di giurisdizione nelle controversie di lavoro e di giurisdizione amministrativa
  • Legge 16 giugno 1998, n. 188, Proroga del termine di efficacia del decreto legislativo 19 febbraio 1998, n. 51, recante norme in materia di istituzione del giudice unico di primo grado
  • Legge 3 agosto 1998, n. 302, Norme in tema di espropriazione forzata e di atti affidabili ai notai
  • D.L. 21 settembre 1998, n. 328, convertito con Legge 19 novembre 1998, n. 399, Modifiche dei requisiti per la nomina dei giudici onorari aggregati da destinare alle sezioni stralcio
  • D.L. 14 marzo 2005, n. 35, convertito con Legge 14 maggio 2005, n. 80, disposizioni urgenti nell'ambito del Piano di azione per lo sviluppo economico, sociale e territoriale,
  • Legge 28 dicembre 2005, n. 263, Interventi correttivi alle modifiche in materia processuale civile
  • D.Lgs. 2 febbraio 2006, n. 40, Modifiche al codice di procedura civile in materia di processo di cassazione in funzione nomofilattica e di arbitrato (in attuazione della Legge 14 maggio 2005, n. 80)
  • Legge 24 febbraio 2006, n. 52, Riforma delle esecuzioni mobiliari
  • D.L. 25 giugno 2008, n. 112, convertito con Legge 6 agosto 2008, n. 133, disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria
  • Legge 18 giugno 2009, n. 69, Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile
  • D.L. 22 giugno 2012, n. 83, convertito con Legge 7 agosto 2012, n. 134, Misure urgenti per la crescita del Paese
  • D.L. 18 ottobre 2012, n. 179, convertito Legge 17 dicembre 2012, n. 221, Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese
  • D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito con Legge 9 agosto 2013, n. 98, Disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia
  • D.L. 24 giugno 2014, n. 90, convertito con Legge 11 agosto 2014, n. 114, Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari
  • D.L. 12 settembre 2014, n. 132, convertito con Legge 10 novembre 2014, n. 162, Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile
  • D.L. 27 giugno 2015, n. 83, Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'amministrazione giudiziaria
  • D.L. 31 agosto 2016, n. 168, convertito con Legge 25 ottobre 2016, n. 197, Misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la Corte di cassazione, per l'efficienza degli uffici giudiziari, nonché per la giustizia amministrativa

Pur senza costituire vere e proprie "novelle" al Codice di procedura civile, alcuni interventi di minore portata sono stati inoltre apportati dalle seguenti disposizioni:

  • Legge 7 aprile 2003, n. 63 (conversione del D.L. 8 febbraio 2003, n. 18), giudizio necessario secondo equità
  • Legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge Finanziaria 2008)
  • D.Lgs. 4 marzo 2010, n. 28, in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali

Inoltre, hanno inciso sul testo del Codice di procedura civile disposizioni contenute in provvedimenti di riforma in altre materie:

  • Depenalizzazione (Legge 24 novembre 1981, n. 689)
  • Responsabilità civile dei magistrati (Legge 13 aprile 1988, n. 117) (in precedenza, a seguito del referendum del 1987, il D.P.R. 9 dicembre 1987, n. 497 aveva abrogato taluni articoli)
  • Diritto internazionale privato (Legge 31 maggio 1995, n. 218)
  • Disposizioni per i procedimenti riguardanti i magistrati (Legge 2 dicembre 1998, n. 420)
  • Spese di giustizia (D.P.R. 30 maggio 2002, N. 115)
  • Tutela dei dati personali (D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196)
  • Istituzione dell'amministrazione di sostegno (Legge 9 gennaio 2004, n. 6)
  • Disposizioni per la tutela del risparmio e la disciplina dei mercati finanziari (Legge 28 dicembre 2005, n. 262)

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Libro Primo - Disposizioni generali[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo I - Degli organi giudiziari
    • Capo I Del giudice
      • Sezione I Della giurisdizione e della competenza in generale
      • Sezione II Della competenza per materia e per valore
      • Sezione III Della competenza per territorio
      • Sezione IV Delle modificazioni della competenza per ragione di connessione
      • Sezione V Del difetto di giurisdizione, dell'incompetenza e della litispendenza
      • Sezione VI Del regolamento di giurisdizione
      • Sezione VII Dell'astensione, della ricusazione e della responsabilità dei giudizi
    • Capo II Del cancelliere e dell'ufficiale giudiziario
    • Capo III Del consulente tecnico, del custode e degli altri ausiliari del giudice
  • Titolo II Del pubblico ministero
  • Titolo III Delle parti e dei difensori
    • Capo I Delle parti
    • Capo II Dei difensori
    • Capo III Dei doveri delle parti e dei difensori
    • Capo IV Della responsabilità delle parti per le spese e per i danni processuali
  • Titolo IV Dell'esercizio dell'azione
  • Titolo V Dei poteri del giudice
  • Titolo VI Degli atti processuali
    • Capo I Delle forme degli atti e dei provvedimenti
      • Sezione I Degli atti in generale
      • Sezione II Delle udienze
      • Sezione III Dei provvedimenti
      • Sezione IV Delle comunicazioni e delle notificazioni
    • Capo II Dei termini
    • Capo III Della nullità degli atti

Libro Secondo - Del processo di cognizione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo I Del procedimento davanti al tribunale
    • Capo I Dell'introduzione della causa
      • Sezione I Della citazione e della costituzione delle parti
      • Sezione II Della designazione del giudice istruttore
    • Capo II Dell'istruzione della causa
      • Sezione I Dei poteri del giudice istruttore in generale
      • Sezione II Della trattazione della causa
      • Sezione III Dell'istruzione probatoria
        • § 1 Della nomina e delle indagini del consulente tecnico
        • § 2 Dell'assunzione dei mezzi di prova in generale
        • § 3 Dell'esibizione delle prove
        • § 4 Del riconoscimento e della verificazione della scrittura privata
        • § 5 Della querela formale
        • § 6 Della confessione giudiziale e dell'interrogatorio formale
        • § 7 Del giuramento
        • § 8 Della prova per testimoni
        • § 9 Delle ispezioni, delle riproduzioni meccaniche e degli esperimenti
        • § 10 Del rendimento dei conti
      • Sezione IV Dell'intervento di terzi e della riunione di procedimenti
        • § 1 Dell'intervento di terzi
        • § 2 Della riunione dei procedimenti
    • Capo III Della decisione della causa
    • Capo III-bis. Del procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica
    • Capo III-ter. Dei rapporti tra collegio e giudice monocratico
    • Capo IV Delle esecutorietà e della notificazione delle sentenze
    • Capo V Della correzione delle sentenze e delle ordinanze
    • Capo VI Del procedimento in contumacia
    • Capo VII Della sospensione, interruzione ed estinzione del processo
      • Sezione I Della sospensione del processo
      • Sezione II Dell'interruzione del processo
      • Sezione III Dell'estinzione del processo
  • Titolo II Del procedimento davanti al giudice di pace
  • Titolo III Delle impugnazioni
    • Capo I Delle impugnazioni in generale
    • Capo II Dell'appello
    • Capo III Del ricorso per la cassazione
      • Sezione I Dei provvedimenti impugnabili e dei ricorsi
      • Sezione II Del procedimento e dei provvedimenti
      • Sezione III Del giudizio di nuovo
    • Capo IV Della revocazione
    • Capo V Dell'opposizione di terzi
  • Titolo IV Norme per le controversie in materia di lavoro
    • Capo I Delle controversie individuali di lavoro
      • Sezione I Disposizioni generali
      • Sezione II Del procedimento
        • §1 Del procedimento di primo grado
        • § 2 Delle impugnazioni
    • Capo II Delle controversie in materia di previdenza e di assistenza obbligatorie

Libro Terzo - Del processo di esecuzione[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo I Del titolo esecutivo e del precetto
  • Titolo II Dell'espropriazione forzata
    • Capo I Dell'espropriazione forzata in generale
      • Sezione I Dei modi e delle forme dell'espropriazione forzata in generale
      • Sezione II Del pignoramento
      • Sezione III Dell'intervento dei creditori
      • Sezione IV Della vendita e dell'assegnazione
      • Sezione V Della distribuzione della somma ricavata
    • Capo II Dell'espropriazione mobiliare presso il debitore
      • Sezione I Del pignoramento
      • Sezione II Dell'intervento dei creditori
      • Sezione III Dell'assegnazione e della vendita
      • Sezione IV Dell'amministrazione giudiziaria
      • Sezione V Della distribuzione della somma ricavata
    • Capo V Dell'espropriazione dei beni indivisi
    • Capo VI Dell'espropriazione contro il terzo proprietario
  • Titolo III Dell'esecuzione per consegna o rilascio
  • Titolo IV Dell'esecuzione forzata di obblighi di fare e di non fare
  • Titolo V Delle opposizioni
    • Capo I Delle opposizioni del debitore e del terzo assoggettato all'esecuzione
      • Sezione I Delle opposizione all'esecuzione
      • Sezione II Delle opposizioni agli atti esecutivi
      • Sezione III Opposizioni in materia di lavoro, di previdenza e di assistenza
    • Capo II Delle opposizioni di terzi
  • Titolo VI Della sospensione e dell'estinsione e dell'estinsione del processo
    • Capo I Della sospensione del processo
    • Capo II Dell'estinzione del processo

Libro Quarto - Dei procedimenti speciali[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo I Dei procedimenti sommari
    • Capo I Del procedimenti di ingiunzione
    • Capo II Del procedimento per convalida di sfratto
    • Capo III Dei procedimenti cautelari
      • Sezione I Dei procedimenti cautelari in generale
      • Sezione II Del sequestro
      • Sezione III Dei procedimenti di denuncia di nuova opera e di danno temuto
      • Sezione IV Dei procedimenti di istruzione preventiva
      • Sezione V Dei provvedimenti d'urgenza
    • Capo IV Dei procedimenti possessori
  • Titolo II Dei procedimenti in materia di famiglia e di stato delle persone
    • Capo I Della separazione personale dei coniugi
    • Capo II Dell'interdizione e dell'inabilitazione
    • Capo III Disposizione relative all'assenza e alla dichiarazione di morte presunta
    • Capo IV Disposizione relative ai minori, agli interdetti e agli inabilitati
    • Capo V Dei rapporti patrimoniali tra i coniugi
    • Capo VI Disposizioni comuni ai procedimenti in camera di consiglio
  • Titolo III Della copia e della collazione di atti pubblici
  • Titolo IV Dei procedimenti relativi all'apertura delle successioni
    • Capo I Disposizioni generali
    • Capo II Dell'apposizione e della rimozione dei sigilli
      • Sezione I Dell'apposizione dei sigilli
      • Sezione II Della rimozione dei sigilli
    • Capo III Dell'inventario
    • Capo IV Del beneficio d'inventario
    • Capo V Del curatore dell'eredità giacente
  • Titolo V Dello scioglimento di comunioni
  • Titolo VI Del processo di liberazione degli immobili da ipoteche
  • Titolo VII Dell'efficacia delle sentenzenstraniere e dell'esecuzione di altri atti di autorità straniere
  • Titolo VIII Dell'arbitrato
    • Capo I Del compromesso e della clausola compromissoria
    • Capo II Degli arbitri
    • Capo III Del procedimento
    • Capo IV Del lodo
    • Capo V Delle impugnazioni
    • Capo VI Dell'arbitrato internazionale
    • Capo VII Dei lodi stranieri

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]